REGIONE EMILIA-ROMAGNA


La regione che ospita l’IJF di quest’anno è l’ Emilia-Romagna composta dall’unione di due regioni storiche e geografiche chiamate rispettivamente Emilia e Romagna, delle quali fanno parte zone e provincie diverse.
In particolare, la Romagna è la parte della regione complessiva comprendente le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e parte dell’hinterland bolognese. Storicamente, come indicato dal nome, la Romagna rientrava nell’area Romano-Bizantina e poi Pontificia, in contrapposizione con l’Emilia Longobarda.
La suddivisione tra Emilia e Romagna è anche coadiuvata da elementi naturali del territorio quali fiumi e spartiacque montani, a oriente essa termina con il mare Adriatico che ne bagna le famosissime coste, note a tutti i vacanzieri e agli amanti del divertentismo.



La divisione tra la Romagna pontificio-papale e l’Emilia comunale-ducale portò a secoli di guerre sanguinose tra fazioni filo-papali (Guelfi) e filo-imperiali (Ghibellini) che persistettero fino all’Unità d’Italia.
I conflitti hanno contribuito in modo fondamentale alla storia della letteratura italiana, in quanto coinvolsero direttamente il poeta fiorentino Dante Alighieri che, esiliato dalla sua città natale in quanto guelfo, terminò la sua vita a Ravenna (dove riposano le sue spoglie). La celeberrima Divina Commedia è stata scritta interamente in Romagna, ed è in quest’opera che la regione viene citata per la prima volta in letteratura.

RIMINI E VISERBELLA






Viserbella è una frazione balneare del comune di Rimini, capoluogo dell’omonima provincia. La città di Rimini vive un rapporto indissolubile con i concetti di “estate” e “divertimento”, come dimostrato dall’impressionante numero di turisti che ogni anno ne popolano le spiagge (si pensi che proprio a Rimini vide la luce il primo stabilimento balneare in Italia nel 1843).
Se pensate invece che le danze e gli eventi enogastronomici non siano abbastanza, c’è ancora da esplorare il lato culturale della città, che nonostante le sue modeste dimensioni conta oltre 2000 anni di storia e arte, dai monumenti dell’epoca romana alle architetture teatrali di fine ottocento, passando per le scuole giottesche del quarto secolo.

Insomma…c’è abbastanza per accontentare tutti i gusti dei partecipanti al prossimo IJF 2019. Prossima Fermata: il modulo di iscrizione!