"Nova Sento in Rete" n. 549 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 549     2007-09-28
> Esperanto: istruzioni per l'uso - L'IS: Capodanno giovane in Germania
> Risoluzione del 74 Congresso Italiano di Esperanto
> 7 Ottobre - Marcia Perugia - Assisi 2007
> Viaggiare con l'esperanto: un esempio pratico
> www.babyloncafe.eu - Intervista a Francesco Amerio
> Provfilmeto pri "Sxtelado de fiancxino"
> Biblioteca Italiana di Esperanto
> 7 Ottobre - Turismo per Esperanto - Incontro a Torino
> Internacia Junulara Festivalo 2009 - Cerchiamo sede


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - L'IS: Capodanno giovane in Germania

Il 51 Seminario Internazionale (IS) si svolger dal 27 Dicembre 2007 al 3
Gennaio 2008 a Wurzburg (Baviera).

Organizzato dalla Germana Esperantista Junularo (Giovent Esperantista
Tedesca) uno dei maggiori incontri esperantisti europei: ogni anno
riunisce centinaia di giovani da molti Paesi del mondo. Fino ad ora gli
iscritti sono 115 da 26 paesi diversi.

Il tema dell'incontro di quest'anno sar "Kunigi kaj Kunligi".

Il termine Seminario non deve trarre in inganno: oltre a conferenze e
relazioni, si svolgono decine di attivit di vario tipo (musicali,
sportive, ludiche, ecc.).

Dopo il Festival Giovanile Italiano di Pasqua
(http://iej.esperanto.it/iej/ijf/), l'IS è senza dubbio il posto migliore
dove andare per il propio primo approccio con l'esperanto parlato.

Per maggiori informazioni su prezzi e scadenze, si pu consultare il sito:
http://ttt.esperanto.de/is/51a-internacia-seminario (in esperanto).

Non è escluso che nelle prossime settimane si formino delle carovane di
auto per l'incontro: chi ne avesse notizia è pregato di comunicarlo ai
lettori di NSiR. Grazie.

Framerio
f.amerio at libero.it



Risoluzione del 74 Congresso Italiano di Esperanto
Pisa 1-7 settembre 2007

Il 74 Congresso Italiano di Esperanto, riunitosi a Pisa dal 1 al 7
settembre 2007,

- afferma che i diritti linguistici, e cioe un uguale diritto dei
cittadini a partecipare alla vita sociale e culturale in ogni ambito usando
la propria lingua materna, fanno parte dei diritti fondamentali della persona;

- ritiene compito della Unione Europea garantire entro i propri confini il
rispetto di questi diritti, la cui estensione e le cui modalita di
fruizione dovreanno essere fissate dal Parlamento Europeo;

- invita gli organismi pubblici, ed in particolare quelli della Regione
Toscana, come proposto in occasione del Congresso Mondiale di Esperanto a
Firenze, ad organizzare un convegno
di parlamentari europei per preparare una proposta su questa materia al
Parlamento Europeo;

- propone che il rispetto dei diritti linguistici in Europa sia monitorato
da un Osservatorio permanente del plurilinguismo in Europa da istituire a
Firenze.


7 Ottobre - Marcia Perugia - Assisi 2007

Il Gruppo Esperantista Marchigiano organizza la partecipazione alla
Marcia Perugia Assisi del 7 Ottobre. Mette a disposizione un
pullman che partir da Recanati alle ore 6,15, dalla stazione delle
corriere e, alle ore 7,00, da Ancona in Piazza Cavour, per condurre
i partecipanti alla manifestazione.

Sar possibile percorrere il tragitto partendo da Ponte San Giovanni
oppure il tratto da Santa Maria degli Angeli fino alla Rocca
Maggiore.

Le adesioni vengono raccolte presso la Bottega del Commercio Equo e
Solidale di Recanati, Corso Persiani, 48 e alla Bottega del
Commercio Equo e Solidale di Ancona, Piazza Cavour, 14. Per
informazioni: scrivere a laverdapego at gmail.com o telefonare per
Recanati allo 071/980627 e per Ancona allo 071/31602.

Promuovere "tutti i diritti umani per tutti" per realizzare la Citt
inclusiva, in una Europa e in un mondo inclusivi; per democratizzare
e rafforzare le legittime istituzioni sopranazionali, a cominciare
dalle Nazioni Unite e dall'Unione Europea, sviluppando la democrazia
e una governabilit globale che, in base al principio di
sussidiariet, valorizzi in maniera crescente la partecipazione
diffusa dei cittadini, delle loro organizzazioni sociali e sindacali
e degli Enti di governo locale e regionale.

Promuovere "tutti i diritti umani per tutti" vuol dire impegnarsi a
costruire la pace laddove le guerre e il terrorismo uccidono ma
anche dove sono la miseria, lo sfruttamento e l'ingiustizia a
distruggere la vita e la dignit umana. Promuovere "tutti i diritti
umani per tutti" vuol dire sfidare l'idea che alcuni diritti possano
essere separati dagli altri, che i diritti politici e civili possano
essere separati dal diritto al cibo, all'acqua, ad un lavoro
dignitoso, a vivere in un ambiente sano o al riconoscimento delle
diversit; vuol dire respingere l'idea che i diritti di alcune
persone o popoli possano essere sacrificati in nome della sicurezza,
dello sviluppo o degli interessi dei pi ricchi, dei pi forti o dei
pi aggressivi.

*******************************************************************
Ufficio Stampa - Gruppo Esperantista Marchigiano
gem.ufficiostampa at gmail.com


VIAGGIARE CON L'ESPERANTO
un esempio pratico

Il 14 luglio scorso 22 esperantisti provenienti da Francia, Italia,
Svizzera, Olanda, Russia e Giappone si sono trovati a Mosca per iniziare
l'avventura transiberiana: in treno fino a Vladivostok, poi per nave in
Giappone per il Congresso Universale di Yokohama. Unica lingua di
comunicazione nel gruppo: l'esperanto, sia durante la fase preparatoria,
sia durante il viaggio. Infatti, sebbene i partecipanti conoscessero altre
lingue, non ne avevano una in comune a tutti, se non l'esperanto. Qualcuno
parlava il russo, qualcuno il giapponese, altri il francese o l'inglese o
il tedesco o il greco; nell'insieme, una bella societ di traduzione.
Eppure non era ancora abbastanza, visto che sul prestigioso treno abbiamo
incontrato anche buriati, mongoli, cinesi, tatari, kirghisi ...
La proposta partita da Tatiana Loskutova, nota e apprezzata insegnante
russa, che ha curato le prenotazioni per la parte russa dell'itinerario
(ferrovia, nave, pernottamenti) e mantenuto i contatti con i numerosi
esperantisti venuti a salutarci durante il viaggio, e ad aiutarci in mille
modi durante la permanenza a Mosca, ad Irkutsk/zona del mitico lago Bajkal,
a Vladivostok e nel tratto giapponese fra il porto di Fujiki sulla costa
occidentale, Nijgata e Jokohama.
I tempi: tre giorni a Mosca, 5 giorni di treno fino a Irkutsk (5185 km da
Mosca, 7 ore avanti all'ora dell'Europa Centrale), tre giorni nella zona
del Bajkal, tre giorni di treno fino a Vladivostok (9288 km da Mosca, 9 ore
avanti all'ora dell'Europa Centrale) e sosta di tre giorni, due giorni di
traversata per mare, un giorno a SanG'o, uno a Nijgata, dove abbiamo
conosciuto l'ospitalit straordinaria dei fedeli di Oomoto e della signora
Katagiri Chijuri con i suoi numerosi amici esperantisti. Poi alcune ore di
autobus fino a raggiungere la rete metropolitana di Tokio e attraverso
questa Jokohama, il 3 agosto.
A Jokohama i partecipanti alla carovana si sono divisi, per pprendere parte
alle varie opportunit offerte dal congresso secondo i loro gusti, ma si
sono poi ritrovati per la visita al centro esperantista Katamano e alla
bella citt di Kamakura, con la guida della signora Yamaguchi e degli altri
esperantisti di Jokohama. Infine la partecipazione alla conferenza ILEI a
Ranzan, e un po'di turismo in altri luoghi molto significativi della
cultura giapponese (Nikko, Nara, Kioto, Fujiyama). Da segnalare in
particolare la ospitalit dell'Esperanto-domo di Kioto, allestito dalla
instancabile Aikawa Secuko e attrezzato anche per parecchie presenze.
In tutto il giro una costante: la presenza premurosa degli esperantisti
locali che, sia a Mosca, sia nell'estremo Oriente siberiano, sia a Nijgata,
Tokio e Kioto si sono prodigati per eliminare ogni difficolt, fino a far
sembrare semplice la permanenza in un luogo in cui non si capisce
assolutamente nulla di quanto scritto per le strade e nelle stazioni.
Insomma, un viaggio meraviglioso e da raccomandare.
E poi qualcuno dice ancora che l'Esperanto non serve a nulla!

[chi crede che con l'inglese si gira il mondo, ci provi a Irkutsk, Tokio, o
Kioto!]

Sandro De Riu
sandro at kri.it


www.babyloncafe.eu - Intervista a Francesco Amerio

www.babyloncafe.eu pubblica nel mese di Settembre un'intervista a Francesco
Amerio

Davide Zingone

Provfilmeto pri "Sxtelado de fiancxino"

La DVD-filmo "Sxtelado de fiancxino, aux Kauxkaziaj aventuroj de Sxurik"
antaux paro da tagoj finfine aperis en la Libroservo de UEA.
Mi memorigas, ke tio estas Esperantigo de klasika sovetia komedio
"Kavkazskaja plennica ili Novyje prikljucxenija Sxurika" ("Mosfilm", 1966).

La informa pagxo estas http://katalogo.uea.org/?inf=7818

!!! En la pagxo oni povas ne nur legi pri la filmo kaj vidi la kovrilon de
la DVD-disko - sed ankaux spekti provfilmeton, kiu permesas taksi la enhavon
kaj la sonigon. Dauxro: 8 min 27 sek.

E-aj subtitoloj, kiuj ja estas en la DVD mem, en la reta provfilmeto mankas,
por ne malhelpi spektadon sur relative malgranda video-bildo.

Vidi la filmeton oni povas ankaux en YouTube:
http://www.youtube.com/watch?v=wZRUdx3Gobw

Andrej Grigorjevskij


Biblioteca Italiana di Esperanto

Il gruppo esperantista di Massa ed in particolare Alessandro Simonini
stanno facendo molto per la Biblioteca e per renderla fruibile da tutti.

Hanno preparato un catalogo che copre circa il 70% dei libri presenti.

Chi avesse libri non presenti in quel catalogo, che Simonini,
, può mettere a disposizione di chi glielo
chiede, e li volesse inviare alla Biblioteca farebbe cosa utile a
tutto il movimento italiano. Solo libri in esperanto o, se in altra
lingua, che trattino di esperanto.

Intanto si dovrebbe scrivere sulla prima pagina interna del
libro: Donato da ......, la data e la firma, così resterebbe nella
Biblioteca la storia delle donazioni. Poi si dovrebbe spedire per
posta al seguente indirizzo: Gruppo Esperantista Massese - Massa 1-
Casella Postale 22 - 54100 Massa.

Per le spese postali, chiunque farà sapere al Gruppo di Massa come
rimborsarlo, verrà rimborsato grazie al contributo della Provincia di Massa.

Aiutate la Biblioteca Italiana di Esperanto ad essere una vera
Biblioteca di tutti gli esperantisti italiani.

Renato Corsetti (Korseti), Via del Castello, 1
IT-00036 Palestrina, Italujo,


7 Ottobre - Turismo per Esperanto - Incontro a Torino

Di ritorno dai viaggi estivi 2007 organizzati da "Karavane2000-
Turismo per Esperanto" i torinesi che vi hanno partecipato si
incontreranno domenica 7 Ottobre 2007 alle ore 14:30 presso il
Centro Esperanto di Torino per presentare e commentare le foto e i
video realizzati durante i viaggi in USA, Giappone, Scozia e
Romania. Chi lo desidera potrà anticipare l'incontro alle ore 13:00
alla vicina pizzeria XXXX per gustare insieme una pizza o altro.>>

Aldo Foà
itaka at karavane.net


Internacia Junulara Festivalo 2009 - Cerchiamo sede

Noi della giovent esperantista italiana stiamo cercando una sede per il
festival giovanile esperantista (IJF) del 2009.

Quello di cui abbiamo bisogno un ostello con pi di 150 posti con locali
adatti ad ospitare conferenze, concerti, ecc... Conoscete qualche
struttura? Avete qualche contatto? scrivetemi: massimo.ripani at esperanto.it

Grazie,

Massimo Ripani
Giovent Esperantista Italiana
massimo.ripani at esperanto.it
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia