"Nova Sento in Rete" n. 123 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 123     2000-02-27
> Seminario sull'insegnamento al festival di Cavallino: siete tutti invitati
> Dibattiti e convegni sul movimento in Italia: il Festival delle sorprese
> Istituto Italiano di Esperanto: assemblea a Milano
> Istituzione del premio Dino Fabbris
> Trajna karavano al Honkong
> Viaggio in Cina
> IKEL kondamnas la ETA-atencojn kaj skribas al Herri Batasuna


  Contenuto
SEMINARIO SULL'INSEGNAMENTO AL FESTIVAL DI CAVALLINO: SIETE TUTTI INVITATI

La Federazione Esperantista Italiana e l'Istituto Italiano di Esperanto comunicano che durante la Internacia Junulara Festivalo che si terrà a Cavallino (Venezia) dal 19 al 25 aprile 2000, avrà luogo un seminario sulla didattica e l'insegnamento dell'esperanto.

Il seminario, guidato dalla brillante esperantista ungherese Katalin Smidéliusz, avrà luogo nella sede del Festival e si svolgerà da giovedì 20 aprile (pomeriggio), a sabato 22 aprile per un totale di circa 15 ore. Il titolo:

Ni instruu ne tradicie, sed amuze!

Iom pli detale: seminario kiu donas bonajn ideojn por ricxigi utile la lingvokursojn, kunvenojn.

Ludoj, konversaci-ekzercoj, dialogoj, teatrajxoj, filmsinkronigo, verkekzercoj, kasxitaj gramatikajxoj.

(orari indicativi: giovedì 20 aprile ore 14.30-18.00; venerdì 21 aprile e sabato 22 aprile ore 9.00-12.00/14.30-18.00)

Per adesioni:

a.. La quota di partecipazione al seminario è di L. 20.000

b.. Per vitto e alloggio utilizzare il "mendilo" del Festival

N.B.: si prega di comunicare la propria partecipazione al seminario a Laura Brazzabeni tel. 03767926099 (ore serali) o 03391522925 (pomeriggio) oppure alla FEI 0258100857 (nei giorni di martedì e giovedì) o all'indirizzo e-mail: lbrazza@libero.it

Le quote possono essere versate nel seguente modo:

a.. Banca: Gioventù Esperantista Italiana, ABI: 3002, CAB: 2002, c/c: 650791/19, SWIFT: BROMIT 2V, Banca di Roma, Filiale di Venezia, Agenzia n. 8

b.. Vaglia postale: Manuel Giorgini, Via S. Polo 606, 30125 Venezia

c.. c.c.p. n. 37312204 intestato a FEI, Via Villoresi, 38 20143 Milano

KOMISIONO INSTRUADO

Laura Brazzabeni

lbrazza@libero.it



INCONTRI E DIBATTITI SUL MOVIMENTO

A partire da sabato pomeriggio è previsto un intenso programma di incontri e dibattiti per discutere di diversi aspetti del movimento in Italia.

Il programma di tali incontri, che vedranno presenti alcuni esponenti di spicco della FEI e della IEJ, è in via di definizione.

Non appena possibile verrà illustrato compiutamente.

Framerio



ISTITUTO ITALIANO DI ESPERANTO - ITALA INSTITUTO DE ESPERANTO

Il giorno 12/02/2000 si è tenuto a Milano il CONSIGLIO DIRETTIVO IIE con il seguente O.d.G.:

1) Lettura e approvazione dei verbali delle sedute precedenti (27/11/99 e 18/12/99)

2) Situazione finanziaria: relazione del Tesoriere sulle entrate e uscite

3) Situazione delle Cattedre: attività ed esami nell'a.s. 1998/99 e recenti; adempimenti statutari

4) Andamento del "Piano Organizzativo di massima": - Premio Fabris; - attività culturali e promozionali; - Riflessioni sulla partecipazione alle elezioni; - Vicenda Liceo "De Sanctis" - Vincenzo Capitelli: Linee per la promozione d'immagine dell'IIE ed eventuali ipotesi per una relazione specifica

5) Riflessioni sugli attuali programmi degli esami e sull'opportunità di aggiornarli

6) Varie ed eventuali

- Nel 1999 ci sono stati meno esami rispetto gli anni precedenti e negli ultimi anni gli esami sono andati man mano diminuendo.

- Non tutte le Cattedre hanno provveduto a rieleggere il Dirigente (si invita quindi ad adempiere al più presto a questo punto previsto dallo Statuto).

- Si farà un'indagine telefonica tra i membri dell'Istituto che non hanno votato e che da tempo non danno loro notizie, per sapere se sono ancora interessati a far parte dell'Istituto.

- Viene istituito il "PREMIO DINO FABRIS" di cui si acclude il regolamento.

- È stato organizzazione un seminario per insegnanti in collaborazione con la FEI, che si terrà a Cavallino dal 20 al 22 aprile 2000. Il seminario dal titolo "Ni instruu ne tradicie sed amuze" sarà guidato da Katalin Smideliusz.

- L'allievo Vicenzio Campitelli del Liceo "De Sanctis" non ha ottenuto, lo scorso anno scolastico, il riconoscimento dei crediti formativi relativi al Corso di Esperanto da lui seguito. Si propone che persone autorevoli scrivano a questo liceo per fare pressione sul valore dello studio dell'esperanto.

- I testi di studio proposti nei programmi d'esame devono essere aggiornati e le prove d'esame dovrebbero essere meno basate sulla traduzione, ma sulla comprensione e produzione.

Per l'aggiornamento il Consiglio Direttivo si avvarrà anche di consigli e suggerimenti di altri membri dell'Istituto competenti in materia. Chiunque abbia proposte è invitato ad inviarle alla sottoscritta o alla Direzione Generale.

LAURA BRAZZABENI

lbrazza@libero.it



ISTITUZIONE DEL PREMIO DINO FABRIS

Gli eredi del Prof. Dino Fabris, per diversi anni apprezzato Direttore Generale dell'Istituto Italiano di Esperanto, hanno deciso di devolvere all'Istituto stesso la somma di L. 2.260.000, che nel corso degli anni, potrà essere reintegrata ed eventualmente aumentata da coloro che vorranno liberamente contribuire a tale scopo.

Il Consiglio direttivo dell'Istituto Italiano di Esperanto - con l'assenso degli eredi del Prof. Dino Fabris - ha deciso di utilizzare ogni anno un importo - inizialmente di L. 500.000 (cinquecentomila) -, prelevandolo dal capitale formatosi, per istituire un premio denominato "Premio Dino Fabris".

ASSEGNATARI DEL PREMIO

Il premio sarà assegnato - se gli elaborati saranno giudicati meritevoli - ad un candidato che abbia acquisito il diploma di magistero dell'Istituto Italiano di Esperanto nel periodo di un anno decorrente dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Concorreranno all'assegnazione del premio tutti i candidati - di qualsiasi età e provenienza - che, all'atto di richiesta di ammissione all'esame di III grado a cura dell'Istituto Italiano di Esperanto, abbiano a questo scopo barrato l'apposita casella nel modulo di domanda per l'ammissione all'esame.

In caso di non assegnazione - per mancanza di candidati o per elaborati non giudicati meritevoli o per altro motivo (rinuncia, ecc.) -, il premio potrà essere devoluto all'autore della miglior opera didattica o divulgativa uscita nello stesso arco di tempo.

MODALITÀ

A conclusione degli esami di III grado, le Cattedre invieranno al Direttore Generale, oltre alla documentazione di prassi, 5 fotocopie degli elaborati dei candidati.

Il Direttore Generale provvederà ad inviare a ciascun membro della Commissione giudicante del premio una copia dei due elaborati di ogni candidato.

Ciascun giudicante, espressa - seguendo le indicazioni del paragrafo successivo - una valutazione distinta per la traduzione (da 0 a 20) e per la composizione (da 0 a 20) ed una generale (da 0 a 40, risultato della somma dei possibili punteggi), la farà pervenire al Presidente ed al Direttore Generale dell'Istituto. Quest'ultimo, effettuati i conteggi, ne ricaverà la lista di merito. In caso di parità sul totale generale, prevarrà il risultato migliore nella traduzione.

La consegna ufficiale del premio avverrà possibilmente in occasione del primo congresso FEI successivo al periodo preso in considerazione.

COMMISSIONE GIUDICATRICE E GIUDIZI

Della Commissione giudicatrice, composta di tre persone nominate ogni anno dal Presidente dell'Istituto Italiano di Esperanto, faranno parte membri dell'Istituto non coinvolti nella preparazione e nell'esame dei candidati.

Saranno giudicati gli scritti riguardanti la traduzione e la composizione.

Per la traduzione, ciascun membro della commissione giudicante assegnerà per suo conto un punteggio da 1 a 5 per:

a) correttezza linguistica (grammatica e sintassi) (punteggio da 1 a 5);

b) aderenza al testo (punteggio da 1 a 5);

c) padronanza lessicale (es. vocaboli meno comuni ma più adeguati) (punteggio da 1 a 5);

d) stile della traduzione (punteggio da 1 a 5).

Per la composizione ciascun membro della commissione giudicante assegnerà un punteggio da 1 a 5 per:

a) correttezza ortografica, grammaticale e sintattica (punteggio da 1 a 5);

b) consistenza della composizione (punteggio da 1 a 5);

c) scorrevolezza dello stile (punteggio da 1 a 5);

d) aderenza al tema e suo sviluppo (punteggio da 1 a 5).

Se nessuno dei candidati raggiungerà il punteggio di 105/120, il premio non verrà assegnato ad alcun candidato

Nel caso il premio dovesse essere utilizzato per assegnarlo all'autore di un 'opera, si consulteranno in merito il Presidente, il Direttore Generale e il membro più giovani del Consiglio Direttivo dell'Istituto Italiano di Esperanto.

LAURA BRAZZABENI

lbrazza@libero.it



GAZETARAJ KOMUNIKOJ DE UEA N-ro 69 (2000-02-21)

TRAJNA KARAVANO AL HONKONG

TEJO preparas neforgeseblan travivajxon lige kun la cxi-jara Internacia Junulara Kongreso en Honkongo. Temas pri trajna karavano el Moskvo al Honkongo, kiun TEJO organizas kune kun siaj landaj sekcioj en Rusio (REJM) kaj Cxinio (ChJEA).

La karavano startos la 17-an de julio, kiam la partoprenantoj renkontigxos en Moskvo. De tie ili vojagxos tra Siberio, Mongolio kaj Pekino al la sudcxinia metropolo. Okazos restado en Tomsk (kun partopreno en la junulara tendaro OrSEJT) kaj, laux la elekto de la partoprenantoj, aux en Mongolio aux en Pekino.

Eblas legi en la reto pli detalajn informojn kaj printi paperan aligxilon.

Du GIF-datumaroj estas printeblaj sub la adreso: < http://tpp24.net/Holger.Boos >

kaj baldaux ankaux en la TEJO-pagxoj: < http://www.esperanto.org/internacia/tejo >.

Bonvolu atenti, ke pro organizaj kialoj oni povas akcepti aligxojn nur gxis la 1-a de majo!



Viaggio in Cina

Sul " El Popola Cxinio" di Gennaio è stata pubblicata una interessante offerta di viaggio in Cina in occasione del 50° anniversario della rivista.

L'offerta è articolata in 3 itinerari, a mio giudizio il più interessante è il primo itinerario, dove con solo 400 USD cioè 800.000 lire, viene offerto una escursione di 10 giorni, dal 16 al 25 maggio 2000, partendo da Pekino poi la Grande Muraglia, Nankino, Suzhou, Hangzhou, Sxanhajo (Sciangai).

Naturalmente più viaggio, che si prevede circa 1.700.000 ( ancora da definire).

Stiamo organizzando un gruppetto, per ora siamo in 5, se c'è qualcuno interessato, ci interpelli.

Conti Gianni

Tel. 02 66301958

E. Mail " hrtxc@tin.it "



IKEL kondamnas la ETA-atencojn kaj skribas al Herri Batasuna

Post la mortigo de Fernando Buesa antaux tri tagoj, la prezidanto de IKEL Daniele Vitali protestis cxe Herri Batasuna, la partio konsiderata "politika brako" de la terorisma organizo ETA, substrekante ke murdado ne estas akcepteblas maniero defendi la kauxzon de sendependeco de Euxskio. IKEL aprobas tian kauxzon, sed opinias ke oni povas defendi gxin nur per pacaj rimedoj. En sia mesagxo, la prezidanto de IKEL ankaux postulas de HB ke gxi distancigxu de la ETA-atenco.

Jen kompleta versio Esperanta kaj hispana de la mesagxo:

IKEL kondamnas la ETA-atencon kontraux Fernando Buesa

La Internacia Komitato por Etnaj Liberecoj (IKEL) deklaras sian firman kondamnon por la ETA-bombatenco de la 23-a de februaro 2000, kiu kauxzis la morton de la cxefo de la socialisma partio de Euxskio, Fernando Buesa, kaj de lia korpgardisto.

IKEL jam esprimis sian kondamnon kontraux ajna formo de terorismo en sia "Deklaracio por Etnista Humanismo", kaj nun ripetas ke nur demokratiaj rimedoj povas kontribui al kontentiga kaj dauxra solvo de etnaj konfliktoj.

IKEL memorigas ke Hispanio estas demokratia lando, kie oni povas auxdigi sian vocxon sen bezono uzi perforton. Ecx, la uzado de perforto endangxerigas demokration kaj pacan kunvivadon.

IKEL timas ke tia senfina sekvo da sangelversxoj en Hispanio ankaux kompromitos la celon de la euxskista movado atingi pli altan gradon da auxtonomio kaj substrekas ke grandaj partoj de la publika opinio de Euxskio farigxas kontrauxaj al la legitima celo de sendependeco vidante ke tia kauxzo estas antauxenigata per bomboj kaj terorismo.

IKEL invitas la partion Herri Batasuna distancigxi de perforto kaj kondamni la bombatencon kontraux Fernando Buesa, substrekante ke demokratia partio devas esprimi klare kaj nemiskompreneble siajn demokratiajn celojn kaj ne kunlabori kun organizoj kiuj nur malutilas al tiuj celoj.

La prezidanto

___________

IKEL condena el atentado de ETA contra Fernando Buesa

El Comité Internacional por la Libertades Étnicas (IKEL) declara su firme condena por el atentado de ETA cometido el 22 de febrero de 2000, que ha causado la muerte del dirigente del Partido Socialista de Euskadi, Fernando Buesa, y de su guardaespaldas.

IKEL ya expresó su condena contra cualquier tipo de acto terrorista en su "Declaración por un Humanismo Étnico" y ahora repite que sólo procedimientos democráticos pueden contribuir a una solución aceptable y duradera de los conflictos étnicos.

IKEL quiere recordar que el Estado Español es un estado democrático en el que cada persona puede hacer oír su voz sin necesidad de usar ningún tipo de violencia. La violencia pone incluso en peligro la democracia y la convivencia pacífica.

IKEL teme que esta sucesión sin fin de actos cruentos en el Estado Español pueda también comprometer el objetivo del movimiento vasquista de conseguir un mayor grado de autonomía, y subraya que una gran parte de la opinión pública de Euskadi se declara contraria al legítimo derecho de autodeterminación al ver que está apoyado por bombas y actos terroristas.

IKEL invita a Herri Batasuna que se distancie de la violencia y que condene el atentado contra Fernando Buesa, subrayando que un partido democrático debe expresar clara e inequívocamente sus objetivos democráticos y no colaborar con organizaciones que ponen en peligro estos objetivos.

El presidente

Daniele Vitali

Daniele.VITALI@cec.eu.int
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia