"Nova Sento in Rete" n. 297 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 297     2002-11-24
> Socia Forumo Esperanto: partecipazione a Firenze
> Premi nobel sostenitori dell'Esperanto
> Adreso de afrika oficejo de UEA
> Mandesegnitaj Tablotukoj por helpi al luo de Esperantodomo en Dakaro
> Brazile, Jarfine kaj Nature
> Invito el Bulgario
> Esperantaj melodioj por posx-telefonoj
> Korespondi deziras: germana klaso


  Contenuto
SOCIA FORUMO EN FLORENCO ESPERANTO-PARTOPRENO

Molto proficua la presenza del nostro gruppo al Social Forum Europeo di Firenze.

Si sono dovute superare difficoltà di ogni genere. L'imponente afflusso di persone (presumibilmente molte decine di migliaia per il solo Forum oltre alle centinaia di migliaia di partecipanti alla manifestazione contro la guerra) ha comportato giganteschi problemi del tutto comprensibili per l'organizzazione: più volte si sono uditi dagli altoparlanti appelli quasi disperati per trovare volontari da destinare ogni dove.

Un'incessante marea di persone arrivava di continuo, come per "conquistare" una fortezza: ed infatti la sede del Forum si trovava appunto nella "Fortezza da Basso", luogo monumentale di Firenze.

Il Padiglione Centrale ospitava innumerevoli spazi espositivi multicolori, allestiti da ogni specie di associazioni, organizzazioni, gruppi, cooperative, editori, partiti, provenienti da tutta Italia e anche da altri paesi europei.
Dappertutto riecheggiavano le più varie lingue.

Anche il nostro gruppo ha allestito un banco sotto un'insegna applicata sulla parete: "Contro ogni predominio linguistico, una lingua neutrale", tradotta in più lingue, che sovrastava un grande striscione: "ESPERANTO, Lingua internazionale". Il materiale esposto, redatto in tutte le lingue ufficiali dell'Europa, è stato molto apprezzato dai giovani, che arrivavano incessanti richiedendo informazioni e chiarimenti, tanto da esaurirsi quasi del tutto.

La nostra azione si è limitata necessariamente a questo, per le citate difficoltà , ma con enorme successo.

Se ne può trarre una conclusione molto evidente: il popolo dei "no-global" ha scoperto l'Esperanto, lingua facile e logica, e nello stesso tempo l'incongruenza dell'opposizione alla globalizzazione (intesa come appiattimento e soggezione alle multinazionali dell'imperialismo americano) con l'uso della lingua angloamericana.
E la lingua Esperanto, che può evitare l'egemonia della lingua di un popolo sulle altre lingue, eliminando così ogni discriminazione linguistica, è senza dubbio in grado di contribuire alla realizzazione del motto inalberato da questo Forum Sociale di Firenze:

"Un'altra Europa è possibile".

È una scoperta di cui dovrà tenere conto anche il mondo esperantista.
Inevitabilmente.

Attendiamo reazioni.

Giuseppe Valente

_________________

Saluton Francesco,
ho ricevuto or ora il nuovo NOVASENTO e naturalmente ti ringrazio.
Speravo che ti avessero mandato qualche notizia sul social forum di Firenze, ma si vede di no.
Perciò ti scrivo qualcosa io, anche se vi ho partecipato solo nel pomeriggio di giovedì 7 novembre, rispetto ai due giorni completi della manifestazione, corteo pacifista escluso.
Il forum era una grande vetrina per tutti quei movimenti e associazioni che di solito hanno difficoltà a farsi conoscere ed apprezzare.
C'era tantissima gente, prevalentemente italiana, ma numerosi erano anche gli altri europei, bisogna aggiungere di tutte le età.
L'Esperanto era presente con due banchi, uno dell'ERA e l'altro con il più neutro striscione verde ESPERANTO. Moltissime persone si sono fermate, hanno chiesto, hanno ascoltato ed hanno preso il materiale disponibile. Il giorno venerdì 8 credo che sia stato possibile far vedere il Cd-rom di Dematheis e che Ranieri Clerici abbia guidato una specie di corso intensivo.
Insomma, credo che nonostante le informazioni distorte a cui anche noi esperantisti abbiamo creduto cambiando e ridimensionando il programma iniziale, la manifestazione valeva la nostra presenza e penso che abbiamo potuto conoscere anche altre associazioni, a cui almeno personalmente mi sento molto vicino.
Credevo magari di trovare un maggior numero di giovani esperantisti.
Spero che chi è stato più presente di me e più ha partecipato alla organizzazione invii un resoconto più dettagliato.

Gxis kaj dankon
Leonardo
pampal@freemail.it
________________

Rispondo brevemente al giusto stimolo di Leonardo: perché questo ritardo nell'informare su una manifestazione di tale rilevanza?
Temo si sia trattato di un ingorgo di notizie: il NSiR 295 era uno "speciale" e il 296 era già pronto da tempo.

Mi scuso per il ritardo e mi congratulo vivamente con Giuseppe Valente e con gli altri che hanno creduto in questa iniziativa assolutamente da coltivare per il futuro.

Framerio


PREMI NOBEL SOSTENITORI DELL'ESPERANTO

Nella sua ancor breve storia, la lingua internazionale ha avuto sempre sostenitori di valore in ogni campo.

Ecco otto medaglie d'oro che potremmo idealmente appuntare sulla bandiera dell'Esperanto:

William RAMSAY (Chimica1904) chimico britannico; ha scoperto l'intera famiglia dei gas nobili; esperantista attivo, ha partecipato a congressi ed altri eventi.

Joseph John THOMSON, (Fisica 1906) fisico britannico; professore all'università di Cambridge; ha svolto fondamentali ricerche sui raggi catodici, formulando una completa teoria della ionizzazione e della conduzione elettrica nei gas.

Alfred FRIED (Pace 1911) fondatore nel 1892 (assieme alla baronessa Bertha von Stuttner) del "Movimento per la pace" in Germania; ha collaborato con la rivista "L'Esperantiste" e ha scritto un manuale di Esperanto in lingua tedesca; nel 1907, partecipando alla Conferenza per la Pace dell'Aia ha telegrafato al 3.o Congresso Universale di Esperanto di Cambridge: "De la nepaca konferenco en Hago korajn salutojn al la vera paca konferenco en Kembrigxo" [Dalla conferenza non pacifica dell'Aia cordiali saluti alla vera conferenza pacifica di Cambridge].

Charles-Robert RICHET (Medicina 1913) medico francese, fisiologo; membro dell'Accademia di Medicina; ha compiuto ricerche fondamentali sulla reazione del corpo alle proteine estranee, scoprendo lo "shock anafilattico"; pioniere dell'aviazione; attivo esperantista; ha pubblicato un libro "L'homme stupide" dove, in un capitolo, rimprovera l'umanità per aver rifiutato di imparare l'Esperanto.

YUKAWA Hideki, (Fisica 1949) fisico giapponese; ha studiato l'interazione tra campo elettromagnetico e materia, prevedendo l'esistenza del "mesone"; ha appoggiato la pubblicazione di articoli scientifici in Esperanto, come molti scienziati giapponesi nell'immediato secondo dopoguerra.

Daniel BOVET, (Medicina 1957) farmacologo italiano di origine svizzera; ha condotto studi sui sulfamidici, gli antistaminici e il curaro sintetico; figlio di Pierre Bovet, un pedagogo svizzero entusiasta dell'E-o, che viene più volte citato in "Esperanto en Perspektivo"; quasi certamente esperantista dalla nascita.

Salvatore QUASIMODO (Letteratura 1959) poeta italiano, esponente dell'ermetismo; apprezzato traduttore di testi classici, tra cui le opere della poetessa Saffo; ha dato con favore il permesso per la traduzione in Esperanto di alcune sue poesie; aderente (?) al locale gruppo esperantista.

Reinhard SELTEN (Economia 1994) economista tedesco; ha studiato l'applicazione della teoria dei giochi all'analisi delle interazioni economiche; attivo esperantista; membro dell'A.I.S. Accademia Internazionale delle Scienze di San Marino; coautore di due libri in Esperanto sull'applicazione della sua teoria alla lingua internazionale.

Giuseppe Valente



Adresoj en la afrika oficejo de UEA

Estimataj gesamideanoj

La reta adreso sola de la afrika oficejo estas .
La sekretario Raoul HOUNNAKE de la afrika komisiono havas propran adreson, kiu estas . Krome li uzas ankaux la adreson .
GBEGLO Koffi estas la reta adreso de GBEGLO Koffi. La mencio de GBEGLO Koffi estas grava, kio certigas, ke mesagxo estas skribita de GBEGLO Koffi mem. Foje oni povas vidi ankaux AFRIKA AFICEJO .
Krome li malofte uzas la adreson .

La sekretario de la afrika oficejo havas propran adreson:.

Mi estas devigata memorigi tion cxi, cxar virusoj normalaj kaj ofte malnormalaj (homoj) uzas nomojn de Esperantistoj kun aliaj retadresoj por skribi nome de tiuj cxi personoj. Se hazarde tiaj mesagxoj atingas vin, bonvolu kontroli, cxu la adresoj estas unu el tiuj supre menciitaj. Se ne, do tute forjxetu la mesagxojn.

Singardinde,
GBEGLO Koffi


Mandesegnitaj Tablotukoj por helpi al luo de Esperantodomo en Dakaro

Estimataj esperantistoj,

Ni tre baldaux forflugos por vizito al Senegalo. Niaj tieaj Esperantokorespondantoj proponas, ke ni de tie reportu arte mandesegnitajn multkolorajn tablo- kaj visx-tukojn por disvendi en Euxropo. La tiel kolektita mono utilos por helpi lupreni Esperantodomon en Dakaro.

Cxu vi interesigxas akiri tian belajxojn (baldaux estas kristnasko : kial ne donaci afrikajn tukojn ?) kaj samtempe helpi al niaj afrikaj samideanoj ?

Se jes bonvolu sciigi tion al mi [ Arnaud Lagrange ] antaux ol mi forflugos (la 29an de novembro).

Mi revenos la 14an de decembro kaj tiam disdonos la menditajn tukojn.

Pri prezoj grandeco kvalito kaj aspekto mi povos informi nur poste. Nur principan antauxmendon mi atendas de vi.

Bv transdoni tiun proponon cxirkaux vi.

Dankeme kaj samideane

Arno Lagrange kaj Christine Petit.

05 61 83 91 59
arnaud.lagrange@wanadoo.fr
Sainte-Apollonie
31570 LANTA


Brazile, Jarfine kaj Nature

Brazilaj gejunuloj invitas vin - junaanima esperantisto - festi la novjaron en natura paradizo, loko de multaj aventuroj, kun multaj promeno-ebloj kaj vizitindejoj! <> Loko: Alto Paraíso, Brazilo Informoj: La renkontigxo okazos kelkaj tagoj antaux kaj kelkaj tagoj post la jarsxangxo. Tranokto senkosta en Esperantista Bieno ('Bona Esperò); mangxoj po 1 realo; sen aligxopago. Pliaj detaloj kontaktu cassiusdesconsi@bol.com.br Pri la regiono vizitu www.chapada.com/english/chapadaeng.htm

Sendinto: molinavm@ibest.com.br


invito el Bulgarujo

Estimataj gesamideanoj,

Ni, la esperantistoj, de la Esperanto-societo "Hristo Kozlev", Bulgarujo, salutas vin cxiujn en cxiu parto de la mondo!

Nia E-societo estas jam 56-jaragxa. Dum tiu tempo ni faris multe pri nia movado. Ni organizis kaj partoprenis en multaj E-arangxoj-konkursoj, -kongresoj, -konferencoj. Ne cxiam estis facile,sed ni laboris kaj sukcesis.

En nia urbeto (nun cxirkaux 5 500 logxantoj) venis multaj esperantistoj de multaj landoj.
Nun la vivo en Bulgarujo ne estas facila. La homoj ne estas tre felicxaj, mankas laborlokoj, mankas deziro lerni. Multajn jarojn neniu eksterlanda esperantisto vizitis nin. La neesperantistoj en nia regiono ne havas eblecon vidi, ke nia internacia lingvo vere funkcias kaj utilas.

Nun ni volas sxangxi tion!

Ni invitas vin: "Estu niaj korespondamikoj!" "Venu en nian urbon kaj regionon!" Proksime estas multaj lokoj, kiujn vi neniam forgesos post via veno kaj vi deziros denove kaj denove reveni cxi-tien!

Ni atendas vin mem kaj viajn leterojn.

Nia adreso:
Esperanto-societo "Hristo Kozlev"
p.k.61
BG-5180 Polski Trambesh
Bulgarujo
ret-adreso:

M. Gencheva
Prezidanto de la klubo


ESPERANTAJ MELODIOJ POR POSxTELEFONOJ

Cxe <http://www.tejo.org/rejm/melodioj.php> troveblas popularaj esperantaj melodioj por posxtelefonoj Nokia, Ericsson kaj Siemens. Vi povas libere uzi ilin kaj aldoni proprajn.

El TEJO-AKTUALE - Senpaga informletero de TEJO
La ideo: <http://www.esperanto.org/tejo/publikajhoj/aktuale/koncepto.html>.
La arhxivo: <http://www.tejo.org/tejo-aktuale>.


KORESPONDI DEZIRAS: Germana klaso

Karaj geamikoj,

ekde la komenco de cxi tiu lernejjaro mi instruas Esperanton en kompletlernejo. Miaj gelernantoj havas 10 gxis 12 jarojn kaj estas veraj komencantoj Esperantistaj. Por ili mi sercxas samagxajn infanojn, kiuj sxatas recevi posxtkartojn de miaj junaj Esperantistoj kaj emas respondi.
Cxu vi scias tauxgajn adresojn aux cxu vi havas ideon? Pro informo de vi mi tre gxojus.

Dieter Menke
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia