"Nova Sento in Rete" n. 375 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 375     2004-06-05
> Esperanto - istruzioni per l'uso: La Gioventu' Esperantista Italiana
> Parlamenta Agado: novaj partioj subskribas la deklaron de IEF
> Festa dei Popoli - Erbe' (VR) 16.5.04
> Corso intensivo di Esperanto ad Ancona
> Appello: "L'Europa sara' multilingue o non sara'"
> Bicikle, julie, cxe la Kanalo de Nanto al Bresto


  Contenuto
Esperanto - istruzioni per l'uso: LA GIOVENTÙ ESPERANTISTA ITALIANA

La Gioventù Esperantista Italiana (In lingua Esperanto: Itala Esperantista Junularo, abbreviato in IEJ) è un'associazione culturale giovanile che ha per fine la diffusione della lingua internazionale Esperanto.
L'associazione è sezione giovanile della Federazione Esperantista Italiana, della quale condivide lo Statuto e la condizione di Ente Morale (Per D.P.R. del 28/06/1956). In particolare, sottolineiamo i passi dello Statuto che sanciscono l'estraneità dell'associazione da ogni ideologia politica e da ogni fede religiosa.
L'associazione non ha fini di lucro ed è finanziata esclusivamente dai propri associati o da Enti di diritto pubblico relativamente a specifiche iniziative culturali; essa inoltre non svolge attività d'impresa.
Tutti i collaboratori sono volontari non retribuiti.
Sul piano internazionale, l'associazione è sezione italiana della TEJO, Organizzazione Mondiale della Gioventù Esperantista, che con l'Associazione Esperantista Universale è membro consultivo dell'UNESCO.
La Gioventù Esperantista Italiana fa parte del ristretto gruppo di associazioni giovanili selezionate dal Ministero degli Esteri a fruire di una sovvenzione per l'organizzazione di scambi giovanili internazionali con numerosi Paesi (Fra i quali Germania ed Austria, Polonia, Cecoslovacchia ed Ungheria, Spagna, Inghilterra).
Le attività della Gioventù Esperantista Italiana comprendono le seguenti:
- Distribuzione di informazioni e di facilitazioni economiche ai giovani che intendono viaggiare all'estero (Attraverso il Servizio Passaporto, ad esempio, si ha accesso a migliaia di indirizzi di famiglie estere disposte ad ospitare);
- Informazione sull'Esperanto, sull'attività dell'associazione e sulle iniziative delle associazioni estere;
- Organizzazione di seminari per attivisti, su temi specifici;
- Organizzazione annuale del Festival Internazionale Giovanile, cui partecipano ogni anno oltre 150 giovani dei quali circa la metà sono stranieri.
- Organizzazione di campi di lavoro internazionali.
- Organizzazione di gruppi internazionali di volontari per il soccorso a popolazioni colpite da cataclismi

Chi desiderasse collaborare con la Gioventù Esperantista Italiana può visitare il sito Internet http://iej.esperanto.it

Testo di Marco Bezzi - 1995
Adattato e rivisto da Francesco Amerio - 2003


Parlamenta Agado: novaj partioj subskribas la deklaron de IEF

Itala Esperanto-Federacio jam anoncis, ke la du partioj, Comunisti Italiani kaj Repubblicani Europei, jam subskribis la komunan dokumenton pri defendo de lingva plureco en Euxropo.

Poste la Radikala Partio sendis pli ol aproban leteron pri la afero kaj aparte pri Esperanto.

Nun venis la skriba respondo de Partito della Rifondazione Comunista, subskribita de la sekretario Fausto Bertinotti, kiu en longa letero klarigas ke la proponita dokumento estas "grava kaj aprobinda" kaj poste klarigas longe la konceptojn pri la savo de cxiuj lingvoj kaj de cxiuj kulturoj kaj proponas komunajn arangxojn interkonsentotajn kun la Fako pri Internaciaj Problemoj de la partio.

Kvine subskribis la proponitan dokumenton dum persona renkontigxo kun la prezidanto de IEF, Aldo Grassini, Lapo Pistelli, Partio Margherita (centra-maldekstra. Noto por la eksterlandanoj).

Respondoj estas konsulteblaj cxe:

la deklaro de FEI estas konsultebla cxe: http://lingvo.org/eo/4/788.
La respondo de Partito dei Comunisti Italiani: http://lingvo.org/eo/4/790
La respondo de Radikala Partio: http://lingvo.org/eo/4/789
____________
Renato Corsetti



Festa dei Popoli
Erbè (VR) 16.5.04

Lea Fabbri e Antonio Fin della Cattedra di Esperanto di Bolzano e Maria Lucchi dell'Associazione Esperantista di Trento hanno partecipato per la seconda volta alla "Festa dei Popoli", allestendo un "gazebo" ed esponendo materiale informativo sull'Esperanto: volantini, libri, fumetti, audiocassette, CD e CD-ROM, destando vivo interesse in molti, sia italiani che stranieri.
La festa, allietata da musiche popolari di tutto il mondo (Esperanto compreso), è stata ricca di manifestazioni: dalla preghiera per la pace in cinque lingue (anche in Esperanto ), al folclore di molti extraeuropei nei loro costumi e balli tradizionali (ammiratissima una danzatrice tailandese),al giro con le bandiere di molte nazioni, fino a quando centinaia di persone si sono prese per mano dando vita ad un commovente "girotondo dell'amicizia".
Vivissimi complimenti ed un sentito ringraziamento per l'ospitalità a tutti gli organizzatori.

Antonio Fin
nevjof@tin.it


Corso intensivo di Esperanto ad Ancona

Il 29 ed il 30 maggio, Pier Luigi Da Costa ha condotto un corso intensivo di Esperanto ad Ancona. La "Verda Pego", che l'ha organizzata, trae un bilancio positivo dell'iniziativa. Le ragioni di soddisfazione sono diverse a partire dal fatto che, grazie al corso, nuove persone si sono accostate all'Esperanto. Alcuni corsisti, per proseguire nello studio della lingua, si sono già iscritti al KIREK, altri sono entrati a far parte del movimento esperantista iscrivendosi al Gruppo Marchigiano. Diversi partecipanti al corso hanno acquistato grammatiche e vocabolari.

I due giorni trascorsi insieme nei magnifici locali del "Museo Omero" oltre che a permettere ai partecipanti l'acquisizione dei primi elementi della lingua hanno consentito l'instaurarsi di caldi rapporti di amicizia tra tutti.

Grazie alla presenza su alcuni mezzi di informazione (stampa e radio locali, portali di informazione, gruppi di discussione.), alcune persone interessate ma impossibilitate a partecipare a questo corso hanno chiesto di essere informate su quando si terrà il prossimo. Con tutte le persone che è stato possibile contattare, il Gruppo Esperantista Marchigiano, manterrà stabili relazioni.

Lunedì 31 maggio Radio Nuova Macerata, partendo dalla notizia del corso intensivo, ha intervistato Aldo Grassini. L'intervistatore ha mostrato tanto interesse da mettere a disposizione Radio Nuova Macerata per continuare a parlare del nostro movimento e per diffondere, via etere, un corso di Esperanto.

Per il Gruppo Esperantista Marchigiano "La Verda Pego"
Marco Menghini


Appello: "L'Europa sarà multilingue o non sarà"

Diffondetelo se potete e fatelo firmare e rispedire all'indirizzo elettronico segnato in calce.
Grazie
Renato Corsetti

__________

A P P E L L O

"L'Europa sarà multilingue o non sarà"

Le istituzioni dell'Unione Europea, dando la preferenza all'inglese per farne in pratica la lingua unica dell'Europa, violano i trattati europei.

La scelta dell'inglese come lingua egemone procura dei vantaggi notevoli, di ordine economico e politico, ai cittadini della UE di cui è lingua materna.

I cittadini della UE che hanno altre lingue materne diverse dall'inglese diventano degli stranieri nell'Unione e prendono sempre meno parte alla vita democratica dell'Unione.

La lingue europee diverse dalla lingua egemone perdono sempre più la loro importanza culturale e l'identità culturale dei paesi nei quali sono parlate è gravemente messa in pericolo.

Ci appelliamo a tutti i cittadini dei paesi di lingua non inglese perché mettano in opera tutta la loro influenza politica al fine de lottare contro l'evoluzione dell'Europa verso il monolinguismo.

L'Unione Europea perderà il duo diritto di esistere se essa non ferma l'attuale evoluzione verso il monolinguismo e se non ritorna alla pluralità delle lingue.

Lanciamo perciò un appello a tutti gli europei amanti della libertà e desiderosi di conservare la loro identità ed i valori di cui è veicolo la loro lingua affinché esigano dal Parlamento europeo, dal Consiglio dell'Unione e dalla Commissione europea:

1. La precedenza per la questione linguistica in Europa, e per la sua dimensione politica al di là di ogni altro aspetto tecnico o finanziario.
2. Il rispetto della diversità linguistica e culturale dell'Europa, senza la quale l'Europa perderà la sua stessa identità.
3. Un regime linguistico delle istituzioni europee esplicito, scelto secondo delle regole democratiche e sottoposto ad un vero dibattito pubblico.
4. L'adozione di una politica linguistica fondata sul principio di eguaglianza dei cittadini e, di conseguenza, di uguaglianza delle loro rispettive lingue e culture.

Comitato di coordinamento per la democrazia linguistica in Europa

Firmo questo appello:
Sig./Sig.ra (cancellare la dizione inutile)
Nome (in maiuscole) : ..........................
Cognome (in maiuscole) : ...........................
Indirizzo: ...............................
Data: ........

Rispedire a Guillemette Mouren-Verret (segretario generale dell'Associazione Défense de la langue française): 87, Boulevard Saint-Michel, 75005 Paris.
Indirizzo elettronico:


Bicikle, julie, cxe la Kanalo de Nanto al Bresto

Perbicikle turisma kaj trankvila karavano cxe la fama kanalo de Nanto al Bresto en Bretonio, Francio.

''De lundo 12 julio gxis dimancxo 18 julio 2004''

Celo : plezuro kaj praktikado de Esperanto

Organizita de grupo "Esperanto Vannes"

kontaktoj:
duverliejeanloup@ifrance.com
Telefono: Valerie +33 (0)2 97 40 89 32 (sen 0 ekster Francio)

Cxiu partoprenonto devas antauxvidi siajn biciklon, kampadilaron, gastigadon (gastigej-listo haveblas de la organizantoj) kaj mangxojn.
Oni aligxu antaux la 20-a de junio 2004.
Por cxiuj pliaj informoj aux por aligxi, kontaktu Esperanto-Vannes per la supre indikitaj kontaktoj.
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia