"Nova Sento in Rete" n. 436 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 436     2005-07-29
> Esperanto: istruzioni per l'uso-Domande frequenti sull'esperanto
> Espero Katolika en la reto
> Insegnare l'esperanto in India
> Projekto "Indig'enaj Popoloj" - partoprenu vojag'on al Gvatemalo
> Cxu elsendo de "Mazi en Gondolando" en Italio?
> Bonega elektronika E-vortaro + ReVo
> Disponibile il nuovo Plena Ilustrita Vortaro 2005


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Domande frequenti sull'esperanto

*************
Tutto quello che avresti voluto sapere sull'esperanto e non hai mai osato
chiedere è ora in rete, all'indirizzo http://iej.esperanto.it/faq/

Dalle risposte pronte alla raccolta di indirizzi, tutto quello che si può
spiegare viene spiegato; e se manca qualcosa, poni una nuova domanda, e=
lascia
che sia la comunità dei lettori a risponderti. Oppure metti tu la risposta=
ad
un quesito aperto.

Un grazie al responsabile del servizio, Manuel Giorgini
, al quale potete far riferimento in caso di
dubbi o richieste.

**************
Quando è nato l'esperanto?
L'esperanto è nato alla fine del secolo scorso. L. L. Zamenhof pubblicò =
la
prima grammatica nel 1887 nella speranza di contribuire a migliorare la
comunicazione fra i popoli.

Che tipo di lingua è?
L'esperanto è una lingua semplice e razionale nella grammatica: tutti i
verbi si coniugano allo stesso modo; da un insieme ristretto di elementi
base si possono derivare moltissime parole composte; ecc. Il vocabolario
deriva per la maggior parte dalle lingue neolatine.

Dove si parla l'esperanto?
L'esperanto è usato in tutto il mondo; la zona con la maggiore densità d=
i
esperantisti è probabilmente l'Europa centrale.

Quante persone lo parlano?
Secondo una fonte molto autorevole, l'Enciclopedia Britannica, circa otto
milioni di persone. Stime più prudenti parlano di centinaia di migliaia. L=
a
risposta che si trova più spesso è intermedia: circa tre milioni di=
persone.

Ma non è una lingua solo europea?
=C8 una lingua mondiale, e in questi anni i posti dove cresce di più sono
l'Africa e l'Estremo Oriente. =C8 vero che l'alfabeto e il lessico sono un
ostacolo per i non occidentali (non più che con l'italiano o l'inglese,
ovviamente); in compenso la struttura della lingua (basata sul costruire le
parole a partire da elementi invariabili) la rende molto più simile ad
alcune lingue extraeuropee che alla nostra.

Gli esperantisti sperano di abolire le lingue nazionali?
Fin dalla sua nascita l'Esperanto è usato e proposto come seconda lingua
per i rapporti internazionali, parallelamente alle lingue nazionali.

Non basta imparare le lingua straniere?
La molteplicità delle lingue è una grande ricchezza dell'umanità, e lo
studio delle lingue straniere è importantissimo. Però quante persone son=
o
in grado di imparare tutte lingue che potrebbero servire? Nella sola Unione
Europea ci sono 17 lingue ufficiali (e presto ben di più). E anche ammesso
di riuscirci, ci vorrebbe un enorme dispendio di fatica, tempo e denaro.

Allora scegliamone una sola (l'inglese)
Naturalmente non abbiamo niente contro lo studio della lingua inglese, e
apprezziamo tutte le opportunità per comunicare che essa dà; però impa=
rare
a fondo anche una sola lingua straniera è un investimento che non tutti si
possono permettere;
privilegiare una sola lingua nazionale sulle altre è un atto=
discriminatorio;
l'uso internazionale di una lingua nazionale (e quindi difficile) mette in
pericolo la sopravvivenza delle lingue più deboli.
L'esperanto, essendo relativamente facile e neutrale, non ha questi tre
svantaggi; perciò lo parliamo, senza per questo rinunciare all'uso delle
altre lingue. Anzi, come abbiamo già detto, l'esperanto facilita
l'apprendimento delle lingue straniere, inglese compreso.

L'esperanto è una lingua artificiale / fredda / ...
Basta ascoltare una conversazione in esperanto per rendersi conto che è un=
a
lingua come tutte le altre, per niente fredda o meccanica. Fra l'altro ai
nostri incontri spesso nascono flirt e amori internazionali, ed esistono
famiglie che comunicano prevalentemente in esperanto. E di conseguenza ci
sono persone che parlano l'esperanto dalla nascita: provate a dirlo a loro
che è una lingua artificiale!

Ma se non ce l'avete fatta in cent'anni...
Non è necessario essere uno specialista per sapere che cent'anni sono un
tempo molto breve per una lingua. Comunque quasi tutti gli esperantisti
contesterebbero la frase "non ce l'avete fatta": l'esperanto esiste e chi
vuole può usarlo per comunicare in modo facile, divertente ed immediato co=
n
ragazzi e ragazze di tutto il mondo. Probabilmente questa è la cosa più
importante.


Espero Katolika en la reto

Cxe http://www.ikue.org/ek/ek.htm estas nun legeblaj entute 32 numeroj
de la revuo 'Espero Katolikà, de 1/1978 gxis 4/1981.

Preskaux cxiuj artikoloj estas ankoraux plene aktualaj.

La enretigo dauxras.

Antonio De Salvo


INSEGNARE L'ESPERANTO IN INDIA

Sei interessato ad insegnare l'esperanto e ti piacerebbe conoscere
l'India?
Insieme ad esperantisti locali, stiamo cercando nuovi esperantisti per
tenere un corso a Bangalore.
Si tratta di insegnare l'esperanto in alcune scuole private locali, di
cui alcune di boy scout.
Se sei interessato (o se conosci qualcuno che potrebbe esserlo)
contattaci. Vitto e alloggio saranno a cura dell'organizzazione.

Gabriele Corsetti - gabriele_corsetti@hotmail.com



Projekto "Indig'enaj Popoloj" - partoprenu vojag'on al Gvatemalo

Cele al diskonigo kaj uzigo de esperanto en indig'enaj medioj, ni organizos=

kunlabore kun la asocio indig'ena "Kicin Konojel" ekoturisman kaj solidaran=

vojag'on de la 21a de Januaro g'is la 12a de Februaro 2006 en Gvatemalo.

Krom instigo al utiligo de esperanto por faciligi la komunikadon en la
tutmonda indig'ena komunumo, ni ankaù celas helpi la indig'enojn
memorganizi kaj profiti el turismo kies c'efa motivo ili estas en Gvatemalo=

-70% de la tuta popolo-

La partopreno de esperantistoj montros ke la esperanto movado povas
konkrete kontribui al plibonigo de la vivo de la indig'enoj kaj ankaù
pruvos la efikecon de esperanto en internacia komunikado. Parto de la
profito ebligos starigi solidaran projekton en indig'ena komunumo.

Interesitoj bv kontakti Philippe Chavignon, , por
ricevi programon, alig'lon kaj pli da detaloj.

"Philippe Chavignon"


Cxu elsendo de "Mazi en Gondolando" en Italio?

Mi sxatus scii cxu iu esperantisto en Italio jam pensis proponi la
elsendo de la kurso "Mazi en Gondolando" pere de lokaj televidstacioj.
Tiu cxi sugesto estis donita al mi cxi tie en Peruo, kaj mi kredas ke
lokaj grupoj povus proponi tion, kaj pagante al SIAE la malaltajn
kostojn pro la auxtoraj rajtoj eble ni povus havi plimultajn novajn
geesperantistojn antaux la UK06...

Skribu al mi pri tio, pri viaj antauxaj spertoj aux sendante viajn
komentojn.
Dankon,
daniele binaghi

daniele.binaghi@esperanto.it



Bonega elektronika E-vortaro + ReVo

Aperis nova versio de tre bonkvalita elektronika E-vortaro kun ne tro
komplike memorebla nomo: eVortaro.

Laux mia impreso tio estas la plej bona elektronika E-vortaro, senpage
elsxutebla en la Reto.

Baze gxi estis destinita por ruslingvanoj, sed ekde tiu cxi versio oni povas=

aldone uzi vortaron, kreitan surbaze de ReVo - la plej ampleksa reta
vortaro, komparebla laux la amplekso kun PIV.

La auxtoro de la programo estas Alex Timashov, programisto el Moskvo.

La programo kaj aldonaj vortaroj por gxi (i.a. Komputada leksikono de Sergio=

Pokrovskij) estas trovebla cxi tie: http://evortaro.ru/index_e.html

Amike,
Andrej Grigorjevskij


Disponibile il nuovo Plena Ilustrita Vortaro 2005

Chi fosse interessato all'acquisto del nuovo PIV 2005 (Plena
Ilustrita Vortaro) può contattare direttamente il coordinatore
italiano della SAT, Carlo Bourlot - Torino

c.bourlot@libero.it
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia