"Nova Sento in Rete" n. 486 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 486     2006-07-13
> Firenze 2006 - Se non tu, chi? Se non ora, quando?
> Firenze 2006 - La Malemuloj - I Malavoglia al Congresso
> Firenze 2006 - Annullo speciale delle Poste Italiane
> 25 - 29 Luglio - 39-a Conferenza dell'ILEI a Parma
> Prossime attivita' di ARCI Esperanto
> Trapani: sessione di esami di 1° Grado
> E' nata Anna Ilenia Pacotto


  Contenuto
29 Luglio - 5 Agosto 2006
Congresso Universale di Firenze 2006

Se non tu, chi?
Se non ora, quando?

Kara samideano, mi skribas al vi.
Ricordi il batticuore di quando, ragazzo, hai letto la prima volta queste parole, dopo aver slabbrato con furia quella busta insolita, sovraccarica di timbri esotici, che le recapitava proprio a te, da chissà quale sperduto paese di un mondo remoto, sconosciuto, eppure subito favoleggiato?

Quante volte, da allora, i sospiri, i sogni, le lacrime si sono ancorati a persone, a fatti, ad episodi lontani dal quotidiano, dal locale. E, forse, dandoti la concreta esperienza del , ti hanno liberato mente e cuore, dischiuso vie impensate, spinto a percorrere il mondo. In un tempo andato, quando non usava, quando viaggiare era ancora un poco avventura.

O, forse, l'esperanto è comparso nella tua vita più tardi. E, tuttavia, le esperienze che ti ha reso possibile maturare - di contatto facile, ravvicinato, con l'altro, con lo straniero - ti hanno reso capace, già maturo, di trasalimenti dimenticati. Che, chissà: ti avranno portato a fantasticare di te stesso ragazzo in un'altra vita possibile - se l'incontro con la lingua fosse stato precoce - come capita all'innamorato di immaginare, ripercorrendola per intero, la vita trascorsa dall'amata prima del loro incontro.

O, forse, ...
O, forse, ...

Ma perché proseguire nel tratteggiare altre possibili storie di vita con l'esperanto? Impresa impossibile e, in fondo, non necessaria, perché ciascuno può ugualmente sentire rivolte a sè le considerazioni che seguono.

Mancano ancora troppe iscrizioni italiane al Congresso mondiale di Firenze.
Sei già iscritto? Bene.
Se non sei iscritto perché versi in condizioni economiche davvero insostenibili, non farti un cruccio ulteriore della mancata iscrizione: hai altro cui pensare.

Altrimenti .per quale motivo rinunziare?

Che so . Davvero pensi di privartene così, per un dissenso sui costi, che ti paiono esagerati?
E le cantilene più viete, poi ("Firenze è calda", "Firenze è cara"; "Firenze, già vista le mille volte"; "le ferie già prenotate"; .): ma davvero puoi considerare il congresso come un'ordinaria vacanza?

E il debito di riconoscenza - e di reciprocità - che hai contratto, se hai visitato altri Congressi, con i volontari che allora si sono prodigati per accoglierti "da esperantista"?

Spero di riuscire a scuoterti da codesto torpore. Te lo devo. Per affinità. Per amicizia. Perché, anche non conoscendoti . ti conosco: sei uno che - imbattutosi casualmente in un'idea giusta - s'è risoluto a non desistere dal proclamarla, a non ricredersi solo per timore del ridicolo, per opportunismo, per l'insostenibilità di sentirsi minoranza; avvezzo a distinguere tra realismo e resa incondizionata ad una realtà delirante. E sol per esserne stato per un momento frastornato, non meriti di mancare un'esperienza che, davvero, non si ripeterà.

Ma c'è un'ultima considerazione. Nella tua - lunga o breve - esperienza di esperantista, ti sarà capitato d'incontrare una persona che ti ha segnato, della quale pensi con ammirazione e gratitudine: questo è un uomo. Ebbene: se ora non è più fra noi, pensa a quanto desidererebbe partecipare a Firenze; magari ha pure lavorato, e sodo; e lungamente; e ripetutamente, per realizzare qualcosa che - molto più rara di un'eclisse - manca in Italia da oltre mezzo secolo: un Congresso universale. Iscriviti per lui; e se anche proprio non potessi venire, iscriviti pensando di iscrivere lui.

Benvenuto Cellini racconta che, un giorno, il padre, scorta una salamandra accanto al fuoco, fece chiamare mia sorella e me, e . a me diede una gran ceffata, per la quali io dirottamente mi misi a piangere. Lui piacevolmente rachetatomi, mi disse così: - Figliolin mio caro, io non ti do per male che tu abbia fatto, ma solo perché tu ti ricordi che quella lucertola che tu vedi nel fuoco, si è una salamandra, quali non s'è veduta mai più per altri, . - e così mi baciò e mi dette certi quattrini."

Non sei Benvenuto, non ti sono padre: non ho certo inteso darti una gran ceffata; e non certi quattrini: solo un buffetto affettuoso (anzi: un bacio; perché mi par d'intravedere che già stai scartabellando per iscriverti .).

Con amicizia.
Ranieri Clerici

Pliaj informoj pri la UK cxe: www.ukflorenco2006.it aux .

***********************************

Firenze 2006 - La Malemuloj - I Malavoglia al Congresso

Egregi lettori,
la traduzione del capolavoro di G. Verga, "I Malavoglia", sotto il titolo "La Malemuloj", è già in stampa presso Edistudio; trad. e note di Giancarlo Rinaldo, Anselmo Ruffatti, Paola Tosato; revisione di Filippo Franceschi e Carlo Minnaja. Prezzo di copertina: 18 Euro.
Tale libro verrà presentato durante l'UK di Firenze oltre che durante le "auxtoraj duonhoroj" anche all'interno di un programma dedicato alle attività in Italia dal titolo "Italoj literaturas".
Di Verga era finora apparsa, oltre mezzo secolo fa, soltanto la novella "Kamparana Kvalireco" (Cavalleria rusticana).
Il romanzo che appare adesso aumenta quindi significativamente la visibilità internazionale del grande autore siciliano.

Carlo Minnaja
Dip. Matematica Pura ed Applicata
Via Belzoni 7
IT - 35131 Padova
http://www.math.unipd.it/~minnaja

***********************************

Firenze 2006 - Annullo speciale delle Poste Italiane

Si svolgerà a Firenze (Palazzo dei Congressi e Fortezza da Basso), dal 29 luglio al 5 agosto 2006, il 91° Congresso mondiale di esperanto, sul tema "Lingue, culture ed educazione per uno sviluppo sostenibile"; è prevista la partecipazione di oltre 2.000 delegati di ogni parte del mondo, per un insolito Congresso internazionale in cui non si parlano lingue "straniere", ma che nondimeno si svolge senza interpreti.

Il Congresso ha ottenuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero degli Affari Esteri.

In occasione del Congresso, nei giorni 31 luglio e 1° agosto, con orario 10-16, le Poste utilizzeranno presso il Palazzo degli Affari uno speciale annullo; verrà anche posta in vendita, dal Comitato organizzatore del Congresso, una speciale cartolina illustrata.

Per informazioni:
uk2006@edistudio.it

***********************************

25 - 29 Luglio - 39-a Conferenza dell'ILEI a Parma
(Associazione Internazionale Insegnanti di Esperanto)

Tema della conferenza: Diritti linguistici, apprendimento delle lingue ed educazione per tutti

Sede della conferenza:
Istituto Salesiano S.Benedetto
p.le San Benedetto, 5 -via A.Saffi
25-29 LUGLIO 2006

Ci preghiamo di invitare la S.V. al 39-a Seminario dell'ILEI che vedrà a Parma numerosi insegnanti universitari provenienti da altri paesi e altri continenti per affrontare le problematiche legate ai diritti linguistici e all'apprendimento delle lingue. A loro si aggiungerà il dott. Seàn Ó Riain, ambasciatore di Irlanda a Berlino e rappresentante permanente dell'Irlanda presso l'Unione Europea.
Il programma del convegno prevede:
- 26/07, ore 10 - L'inaugurazione presso la sala "A. Borri" del Palazzo della Provincia in viale Martiri della Libertà, 15.
- 26/07, ore 17 - Il Festival delle Lingue nel cortile della Biblioteca Civica di vicolo S. Maria, 5.
- 27/07, ore 9 - Il simposio scientifico presso la sala "Meazzi" del Dipartimento di Lingue Straniere dell'Università in viale S. Michele, 11.
- Inoltre vi saranno seminari di letteratura in Esperanto, di intercultura e di progettazione didattica, e piacevoli serate.
Hanno offerto il loro patrocinio al 39° seminario dell'ILEI, l'Amministrazione Comunale, l'Amministrazione Provinciale, la Camera di Commercio, l'Università e l'Istituzione delle Biblioteche del Comune di Parma.
Per ulteriori informazioni la S.V. è pregata di rivolgervi alla segretaria del comitato organizzatore, Luisa Madella, tel/fax: 0521-785582, silkovojo@aliceposta.it

***********************************

Prossime attività di ARCI Esperanto

Sabato 15 luglio ore 10.30 incontro sul tema "Come organizzare un tavolino informativo sull'esperanto".
L'incontro è aperto a tutti, anche ai non soci di ARCI Esperanto, e tratterà su cosa dire e come presentare l'esperanto e le tematiche a esso correlate. È benvenuto anche qualsiasi contributo di compagni e amici non esperantisti che vogliano aiutarci a formulare al meglio le tematiche legate all'esperanto.
Chi desidera partecipare scriva a io@andreamontagner.it
_______________________________________

Giovedì 20 luglio alle 21, Josè Antonio Vergara, cileno e esperantista, partecipante ai Social forum, parlerà sul tema: "L'esperanto sarà la lingua possibile di un altro mondo possibile?"
Sarà resa una traduzione simultanea dall'esperanto.
_______________________________________

ARCI Esperanto alla Fiera dei movimenti il 29 luglio a Firenze in occasione del Congresso mondiale di esperanto.
Dalle 19 alle 21 di sabato 29 luglio, nel parco circostante il Palazzo dei congressi di Firenze, dove avverrà il Congresso universale di esperanto, dopo 51 anni in Italia, si svolgerà una manifestazione inconsueta anche per il movimento esperantista e cioè la "Fiera dei movimenti". Ecco alcune associazioni che esporranno i loro depliant e materiali di informazione, oltre alle Associazioni nazionali aderenti all'UEA (Associazione Universale di Esperanto):

AVE Associazione dei verdi esperantisti
IKEK Collettivo internazionale dei comunisti esperantisti
INOE Organizzazione internazionale dei naturisti esperantisti
TEVA Associazione internazionale dei vegetariani esperantisti
LSG Lega degli omosessuali esperantisti
Changamano Associazione di solidarietà con la Tanzania

La manifestazione è aperta a tutti!!!

Arciesperantoneoficialaletero n.3

***********************************

Trapani: sessione di esami di 1° Grado

La Cattedra Provinciale di Trapani dell'Istituto Italiano di Esperanto indice una sessione d'esame per il conseguimento del certificato di studio di primo grado. Possono partecipare i privatisti autodidatti e coloro che seguono i corsi in rete. Per informazioni rivolgersi all'indirizzo esperanto@agimsito.it

http://www.agimsito.it/attivita_esperanto_centro.htm

***********************************

È nata Anna Ilenia Pacotto

È nata in Germania, da mamma Eva e papà Marco, Anna Ilenia Pacotto.
Marco "Gnokky" Pacotto è tristemente noto per aver turbato il sonno di centinaia di partecipanti di decine di incontri giovanili internazionali.

Culmine della sua carriera di Dj sono stati gli strali dei frati francescani di Assisi in occasione del Congresso Internazionale Giovanile del 1997.

Confidiamo che Anna Ilenia sia meno rumorosa del papà Dj.

Auguri a lei e congratulazioni a mamma e papà.

Framerio
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia