"Nova Sento in Rete" n. 50 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 50     1999-04-06
> Bonan Paskon
> Incontro interregionale a Milano - CEM
> Newsgroup di esperanto - Tiziano
> Festival Giovanile del 2000 - Michele Gazzola


  Contenuto
Date: Wed, 31 Mar 1999 23:26:52 +0200

From: Belluco Elvia < belluco@intercity.it >

To: f.amerio@agora.stm.it

Subject: bondeziroin

Bonan Paskon al vi kaj al cxiuj legantoj de Nova Sento. Elvia

_____________

Dankon Elvia kaj

BONAN PASKON AL CxIUJ, ankaux se vi ne partoprenos la festivalon en Rimini!



INCONTRO INTERREGIONALE A MILANO

Milano, 6 aprile 1999

Cari samideani ed amici,

ritorna il biennale incontro interregionale di Milano, ed il nostro circolo è lieto d'invitarVi tutti con la speranza d'una vostra positiva adesione, premessa indispensabile per un buon successo.

Abbiamo cercato d'organizzarlo al meglio possibile, evitando qualche errore del passato, specie tempistico, con un programma che speriamo di vostro gradimento.

Domenica 16 maggio 1999

Tema del convegno: "Quale politica, neutrale, del movimento esperantista nella difesa dei diritti umani, ed in particolare di quelli linguistici?"

Il problema è bifronte: questi diritti sono per noi molto importanti, ma come combattere attivamente per loro rispettando la nostra neutralità politica?

Programma:

+ ore 9.45-10 Ritrovo presso la nostra nuova e più accogliente sede, in Via Clusone 5

Due i relatori ufficiali:

- Prof. Giordano Formizzi, presidente della F.E.I., su: "Quale difesa dei diritti linguistici: inglese o italiano?"

- Dott. Giancarlo Sartorio su: "Politica, può essere neutrale? Diritti, come sceglierli?"

+ ore 12.15 Pranzo conviviale al ristorante Miró nella vicinissima Via Bergamo n. 1

+ ore 14.15 Visita a scelta ad una delle seguenti vicine esposizioni:

- Galleria d'Arte Moderna a Villa Reale (Canova, Segantini, molti impressionisti francesi ecc.)

- Museo di Storia Naturale, il più ricco d'Italia nel suo genere.

La quota di partecipazione è di Lit. 45.000, compreso pranzo e visite ai musei.

Per agevolare il lavoro organizzativo, Vi preghiamo di comunicare la vostra adesione il più presto possibile a:

- Giovanni Conti tel. 02-66301958

- Aldo Foà " 02-40070819

- Ermigi Rodari " 02-2364190

Vi ringraziamo anticipatamente per la vostra partecipazione, e in attesa d'incontrarVi, salutiamo cordialmente.

Il Presidente

Gianfranco Polerani

cem@exploit.it

(*) Via Clusone è una breve via all'angolo con Viale Monte Nero. Uscendo dalla Stazione Centrale prendere il tram n° 9 al capolinea sulla destra (P.za IV Novembre) e scendere alla fermata di Viale Monte Nero angolo Via Bergamo.

Invece dalla Stazione Garibaldi prendere il tram n° 30 e scendere alla stessa fermata.

Un nostro samideano sarà presente alla rotonda sopraelevata al centro della galleria di testa dei treni alla Centrale.



Newsgroup di esperanto

Sono Tiziano, studio per il secondo anno l'esperanto nel gruppo di Parma condotto dalla S.ra Luisa Madella e sento l'esigenza di proporre alla rivista elettronica Nova Sento (peraltro ben fatta, tempestiva e gratuita), di creare un newsgroup di esperanto a livello medio-facile, come palestra di miglioramento per i neoesperantisti, ed il cui indirizzo di partenza fosse a partire da Nova Sento.

In questa maniera ci potremmo scambiare anche articoli, messaggi, novità, pareri, file....

Mi multe tre dankas al vi, gxis reskribo.

Tiziano

tiziano@cheerful.com

__________

Caro Tiziano

La tua proposta riprende un'idea che avevamo già avuto in passato e che è tuttora nell'aria.

La causa per cui non si è ancora fatto nulla è che non c'è nessuno che abbia tempo e competenze per realizzare il progetto.

La proposta che faccio a te e agli altri eventualmente interessati è ovvia: perché non ci dite cosa vi serve per realizzarlo e non lo fate voi?? Se c'è qualcuno che ne ha la voglia e le capacità, saremo entusiasti di metterlo nelle condizioni di realizzare un progetto che noi non riusciamo a portare avanti.

Sotto a chi tocca!!!

Francesco



FESTIVAL GIOVANILE DEL 2000

Cari amici,

anche se è appena iniziato il nuovo IJF a Bellaria non è forse prematuro parlare ora del prossimo festival giovanile e spiegherò subito i perché.

Il prossimo anno Bologna sarà, insieme ad altre città europee gemellate, Capitale europea della cultura per il 2000. Non mancheranno quindi nè i giovani nè le iniziative culturali in tutta la città'. Vorrei proporvi alcuni motivi per cui sarebbe a mio avviso opportuno organizzare il festival 2000 in questa città'

1. Potremmo avere la possibilità di beneficiare in quanto associazione culturale giovanile non solo dei contributi degli enti locali ma anche dei finanziamenti del fondo di 160 miliardi stanziati per l'occasione.

2. Poiché non mancheranno le iniziative culturali giovanili e i laboratori artistici d'ogni sorta potrebbe essere questa un'ottima occasione per presentarci come realtà sociale transnazionale e partecipare alle iniziative artistiche premendo sul forte valore innovativo e creativo dell'esperanto.

3. Potremmo operare congiuntamente con gli organizzatori visto che il tema di tutta la manifestazione è COMUNICAZIONE.

4. Potremmo chiedere l'appoggio del mondo intellettuale bolognese o addirittura dello stesso Eco e dei rappresentanti delle più importanti associazioni esperantiste per intavolare una serie di conferenze rivolte all'esterno rilanciando così una nuova immagine attiva e propositiva dell'esperanto nell'opinione pubblica giovanile e non. Sarebbe questa un'occasione unica per chiarire e chiarirci le idee sulle nostre intenzioni in maniera tele che le nostre iniziative non siano più paralizzate dalla fobia de "l'immagine dell'esperanto è confusa". Tutto questo ovviamente corredato da un'ampia campagna informativa sulla stampa italiana.

5. Lo stesso Giubileo dà una straordinaria possibilità di sollevare la questione della diversità linguistica, del rispetto reciproco, della collaborazione e integrazione fra popoli e dell'educazione transnazionale.

Questa è una concreta proposta di lavoro per la quale sarò il primo ad impegnarmi. Non ho esperienza di organizzazioni di festival e per questo lancio solo una proposta ma voglio rendere presente a tutti la ghiottissima occasione ed esortarvi a non sciuparla. Spero poi che si riesca a coinvolgere i partecipanti perché i congressi dovrebbero essere un momento di dialogo e confronto fra esperantisti e non dei club mediteranée con la logica del turismo. Chiedo a tal proposito l'ausilio di tutti gli adulti che con i loro consigli e la loro esperienza possano insieme a noi organizzare un festival che travalicherebbe i consueti confini del tradizionale IJF. Da qui ad un anno possiamo fare insieme un ottimo lavoro.

Chiedo a Framerio di pubblicare il mio appello su nova sento nell'attesa della traduzione in esperanto che spero di riuscire a fare.

Michele Gazzola

Via Giuliani 7/c 33100 Udine, ITALIA

Tel.0039-0432-480363

Fax.0039-0432-482425

Tel.0039-02-5516576

Posta elettronica; retposxtadreso; e-mail:< S780478@students.uni-bocconi.it >
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia