"Nova Sento in Rete" n. 558 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 558     2007-11-23
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Il Festival Internazionale Giovanile
> Portiamo i giovani al congresso universale di Rotterdam!
> Parma: Conferenza sulla democrazia linguistica
> I radicali portano il caso del Politecnico di Torino in Parlamento
> Blog sulle politiche linguistiche
> MKR kaj Familia MKR en 2007 kaj 2008
> Kiu pretas viziti la esperantistojn en Moroni, Komoraj Insuloj, dum la
Zamenhof-tago?
> Nova ret-adreso de Triesta Esperanto-Asocio


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - IL FESTIVAL: SCAMBI GIOVANILI, CULTURA,
TURISMO
http://iej.esperanto.it/ijf/2007

Il Festival Internazionale Giovanile Esperantista, fin dalle proprie
prime edizioni, ha avuto tre distinte vocazioni:

-Fungere da punto d'incontro e scambio internazionale per i giovani;
-Presentare un livello culturale di assoluta eccellenza;
-Offrire anche occasioni di svago in senso pi "turistico" ai giovani
stranieri.

Tutto ci, ovviamente, sotto il segno dell'Esperanto, la lingua
internazionale, la cui base ideale (La fratellanza di tutti gli esseri
umani, il comune diritto di parlare una lingua che non penalizzi
nessuno) ispira ogni realizzazione della nostra associazione e
delle associazioni consorelle nelle altre nazioni.

Vediamo dunque in maggiore dettaglio i singoli aspetti della manifestazione.

1.Lo scambio internazionale giovanile
È noto che il viaggio e la conoscenza di popoli e Paesi differenti
sono un momento essenziale nello sviluppo della psiche del
giovane, sia per il profitto personale che il giovane ne trae
(Nuove amicizie e contatti, aiuto nello studio delle lingue e
della storia dei Paesi stranieri), sia per il beneficio a lungo
termine lucrato dalla societ stessa, derivato dal fatto che il
conoscere a fondo gli altri popoli (E magari l'avere oltre confine
delle amicizie) non pu che favorire la pace e la comprensione
internazionale.

L'aspetto dello scambio giovanile comunque quello che pi
caratterizza il Festival:
-I partecipanti, ben pi di cento, provengono da 10/15 diverse
nazioni; ci assicura l'incontro fra culture, tradizioni ed opinioni
estremamente differenti;
-Molti partecipanti conoscono ed usano correntemente la lingua
internazionale Esperanto; in questo modo, essi si trovano ad
essere su un piano di parit, e ciascuno ha pari opportunit
di esprimersi ed essere compreso, indipendentemente dalla
propria nazione di provenienza;
-Ogni volta che sia possibile, il programma prevede momenti
di interazione fra i giovani, quali gruppi di discussione o di
lavoro, serate di conoscenza od altro, allo scopo di favorire
la reciproca conoscenza.

2.La cultura
Assoluta eccellenza, abbiamo detto; ed infatti il primo obiettivo
della Giovent Esperantista Italiana mantenere un livello
culturale universitario, assicurandosi la partecipazione dei
migliori conferenzieri, cercandoli l ove siano disponibili - in
Italia od all'estero.
L'uso dell'Esperanto nelle conferenze non accessorio, ma
un punto centrale della nostra attivit; grazie infatti all'applicazione
della lingua internazionale, i costi di interpretariato sono ridotti a
zero, e diventa veramente possibile seguire dalla viva voce
dell'oratore qualsiasi intervento, anche se il conferenziere sia
francese, russo o greco.

3.Il turismo
Dato che circa due terzi dei partecipanti sono stranieri, si
presenta ogni anno una grande occasione per mostrare quanto
di meglio l'Italia metta a disposizione.

L'aspetto turistico del Festival non mai da trascurarsi, sia per offrire
ai giovani partecipanti delle occasioni di svago, sia perch dare una
"buona impressione" di una citt o di una regione ad un centinaio di
giovani provenienti da tutta Europa, i quali ovviamente torneranno a
casa soddisfatti, non pu che giovare all'immagine internazionale
della regione ospitante.

I partecipanti ai Festival sono giovani, compresi per la maggior parte
fra i 20 ed i 30 anni; circa un terzo sono italiani, i rimanenti provengono
da Germania, Austria, Francia, Svizzera, Spagna, Olanda, Inghilterra,
e da molte nazioni dell'Europa orientale quali Polonia, Repubbliche Ceca
e Slovacca, Russia, Lituania, Ungheria, Bulgaria, ex Jugoslavia, ecc..

La Gioventù Esperantista Italiana, il cui scopo organizzare scambi
internazionali giovanili per mezzo della lingua Esperanto, fissa ogni
anno una quota di partecipazione notevolmente inferiore ai costi
sopportati, per facilitare la partecipazione dei giovani - soprattutto di
quelli dell'Europa orientale.

Testo di Marco Bezzi - 1995
Adattato e Rivisto da Francesco Amerio - 2003


Portiamo i giovani al congresso universale di Rotterdam!

Sei un ragazzo tra i 18 ed i 30 anni? Partecipa al Concorso Marelli e
vinci un viaggio gratuito! Dove? A Rotterdam (Olanda)- per poter
partecipare al Congresso Universale di Esperanto dal 19 al 26 luglio
2008 - oppure al Congresso Giovanile Internazionale che si svolger a
Szombathely (Ungheria) alla fine di luglio.

Di seguito il bando Completo del Concorso Marelli
Federazione Esperantista Italiana Istituto Italiano di Esperanto

*****************
CONCORSO MARELLI 2008

In attuazione:

a) delle disposizioni testamentarie del compianto esperantista Pier
Luigi Marelli,
b) della delibera del CN Fei del 3.10.93,
c) della delibera del Consiglio di Amministrazione del Fondo Marelli
del 9.11.97,

indetto un concorso per la premiazione di giovani in possesso del
diploma di esperanto di 3 grado.

Il premio consiste in un viaggio gratuito a Rotterdam (Olanda)- per
poter partecipare al Congresso Universale di Esperanto dal 19 al 26
luglio 2008 - oppure al Congresso Giovanile Internazionale che si
svolger a Szombathely (Ungheria) alla fine di luglio.

Requisiti: possono partecipare al concorso i giovani aventi i seguenti
requisiti:
a) cittadinanza italiana;
b) et minima 18 anni, et massima 30 anni compiuti al 1 gennaio 2008;
c) possesso del diploma di 3 grado, rilasciato dall'Istituto Italiano
di Esperanto;
d) nessuna precedente premiazione nello stesso concorso;
e) iscrizione alla FEI.
I membri del Consiglio di Amministrazione e i loro familiari non
possono concorrere.

Definizione del premio. Il premio coprir le seguenti spese:
a) iscrizione al Congresso;
b) viaggio col mezzo di trasporto pi economico;
c) soggiorno nella localit congressuale in alloggi universitari o
equivalenti;
d) partecipazione ad una eventuale gita programmata dal Comitato
Organizzatore del
Congresso, intercalata nel corso del Congresso, con esclusione quindi
di ogni attivit
turistica antecedente o susseguente al Congresso;
e) assicurazione per l'assistenza sanitaria e contro gli infortuni in
assenza di altre
assicurazioni e accordi internazionali, nelle forme e nei limiti
fissati dal Consiglio di Amministrazione.
La somma che il Comitato destiner per ciascun vincitore sar devoluta
in due tempi:
1'80% circa anticipatamente, il saldo a rendiconto spese e previa
relazione in esperanto sul viaggio effettuato.

Modalit di presentazione della domanda: entro il 15.2.2008 dovranno pervenire
alla Fei (indirizzo qui sotto) le domande dei concorrenti e relativi
allegati - certificato di cittadinanza, certificato di nascita,
attestazione di conseguimento di diploma di 3 grado (il tutto in
carta semplice), oppure autocertificazione con allegata fotocopia di
documento d'identit valido. Il candidato si impegna a far avere, al
rientro del viaggio, relazione scritta sull'esperienza vissuta.

Valutazione dei candidati e assegnazione dei premi. Il Consiglio di
Amministrazione del Fondo si riunir dopo la data di scadenza di
presentazione delle domande per l'esame delle stesse e per la
proclamazione dei vincitori. Nella valutazione si potr tenere conto
del punteggio conseguito negli esami e anche dell'attivit svolta dal
candidato nel movimento esperantista.


Parma: Conferenza sulla democrazia linguistica

L'Associazione Esperanto "G.Canuto" di Parma comunica che il dott. ing.
Ranieri Clerici, vicepresidente dell'UEA (Unione Esperantista Mondiale), ha
accettato di tenere due conferenze nella nostra citt mercoled, 21 nov.
p.v. .

La prima conferenza avr luogo nel teatro della scuola elementare e media
"San Leonardo" di via Milano 14/B alle ore 17.00.

Alle ore 21.00 parler presso il Centro Congressi, via Toscana 5/A, Sala A.

L'ing. Clerici parler sul tema: "Alla ricerca della democrazia
linguistica".

Siamo un po' tutti alla ricerca di una lingua che permetta a tutte le
persone nell'Unione Europea e in tutto il mondo di comunicare senza essere
condizionate da barriere linguistiche e culturali. Deve trattarsi di una
lingua veramente neutrale e facile da apprendere. Il conferenziere ha
intenzione di proporci un'introduzione sul perch sussista anche oggi, pi
attuale che mai, un problema di comunicazione paritetica e di conservazione
delle culture.

Alla conferenza seguir, possibilmente, un dibattito.

AKEL
Alternativa Komunikado
inter la Euxropaj- kaj EFTA- Lernejoj
kontaktoj: < ludoviko at portugalmail.pt >
< silkovojo at aliceposta.it >
< http://lingvo.org/akel/>
< http://www.edukado.net/>


I radicali portano il caso del Politecnico di Torino in Parlamento

I radicali hanno portato in Parlamento la vicenda del Politecnico di
Torino, che gi non aveva mancato di far discutere.

Nell'interrogazione 4-05641 depositata il 14 novembre 2007 dal deputato
della Rosa nel Pugno Bruno Mellano, il Ministro dell'universit e della
ricerca Mussi stato interrogato sull'innovazione proposta quest'anno dal
Politecnico di Torino: lauree di primo livello in ingegneria e architettura
interamente in lingua inglese, attivate in certi casi sostituendo e
sopprimendo gli equivalenti percorsi di laurea in italiano.

L'on. Mellano ha fatto presente che l'attivazione di corsi esclusivamente
in lingua inglese ha interessato persino corsi, come quello di ingegneria
tessile a Biella, che costituiscono campi d'eccellenza del tutto italiani,
dimostrando in ci come l'inglese non venga considerata una lingua
straniera da affiancare alla nostra lingua, ma la vada a sostituire
interamente uccidendone la vitalit.

Non tutto. L'elemento pi discutibile dell'intera questione e che il
radicale Mellano ha evidenziato attiene all'insolita scelta di esonerare
dal pagamento delle tasse del primo anno chiunque decida di iscriversi ad
un corso interamente ed esclusivamente in lingua inglese. Detassazione che
non riguarda gli studenti che vogliono seguire i percorsi nella propria
lingua madre.

Il Ministro stato dunque interrogato sulla vicenda per sapere se non
ritenga che la detassazione per i corsi di laurea in inglese sia
un'ingiustificata discriminazione a danno degli studenti e delle famiglie
italiane, segnatamente quelli che vogliono studiare utilizzando la propria
lingua madre, e come pensi di affrontare la questione su un piano generale:
se da considerarsi plausibile che delle Universit pubbliche forniscano
formazione di base esclusivamente in lingua straniera senza prevedere
nessuna formazione equivalente in lingua italiana.

Quello che si sottolineato come una simile politica linguistica non
solo sfavorisca la lingua nazionale, ma crei un ulteriore problema nel
momento in cui ingegneri o architetti italiani che studiassero solo in
inglese non avrebbero a fine percorso le competenze linguistiche per
lavorare sul territorio italiano, per parlare e farsi capire da maestranze,
operai, periti, assessori, comuni cittadini: la tutela e la salvaguardia
della lingua italiana negli istituti universitari dovrebbe essere una
priorit assoluta, posto che un fatto storico che una lingua che perde
terreno nelle universit, perfino a livello di formazione primaria,
destinata nel lungo periodo alla marginalizzazione e che un popolo senza la
propria lingua un popolo senza identit.


***********
Associazione internazionale per la democrazia linguistica
Laura Piccolo, 320/6188756
ufficiostampa at democrazialinguistica.it
www.democrazialinguistica.it


Blog sulle politiche linguistiche

Ciao a tutti,
vi segnalo il mio blog su cui parlo di politiche linguistiche.
http://lepolitichelinguistiche.cafebabel.com/it/

Michele Gazzola


MKR kaj Familia MKR en 2007 kaj 2008

Jam pasis pli ol unu monato post cxi jara, 18a MKR (MontKabana
Renkontigxo), kiu okazis inter 27a kaj 30a de septembro en vilagxo Beli,
sur Adriatika insulo Cres, Kroatio. La arangxon partoprenis 44
partoprenantoj el 10 landoj kaj ni gxojas ke dum lastaj tri jaroj MKR-on
cxiam partoprenis esperantistoj el 10 landoj kaj cxiam pli kaj pli da ili.
Tiu fakto montras al ni ke MKR dauxre estas interesa arangxo kaj tio
gxojigas nin - dankon al cxiuj el vi kiuj partoprenis MKR-on!

Pli detala raporto pri 18a MKR kun pluraj bildoj trovigxas je jam konata
MKR-retpagxaro http://www.keja.hr/mkr.html . Renovigitaj estas historia kaj
statistika pagxo (en parto pri historio vi povas legi cxiujn artikolojn
kiuj aperis pri MKR dum lastaj jaroj!).

Ni gxojas ke ni jam nun povas doni al vi bazajn informojn pri 19a MKR kaj
6a Familia MKR kiuj okazos en la jaro 2008.

19a MKR okazos en montkabano "Dom na Uskovnici" en Juliaj Alpoj (Slovenio).
Antauxvidebla (sed ankoraux ne konfirmita) tempo estas 25a-28a de septembro
2008. Gxustajn informojn kun prezoj vi povos trovi je MKR-retpagxaro en
marto 2008. Gxis tiam vi povas vidi kelkajn bildojn de tiu regiono kaj la
kabano fotitaj dum nia vizito en oktobro 2007:
http://s229.photobucket.com/albums/ee180/vanja2/Uskovnica/

6a Familia MKR okazos antauxvideble (sed ankaux ne konfirmite) inter 16a
kaj 18a majo 2008 en montkabano Weizerhuette en norda Stirio (Auxstrio).
Gxustajn informojn pri la arangxo vi trovos je MKR-retpagxo ankaux en marto
2008. Gxis tiam vi povas spekti retpagxon de la ejo:
http://www.weizer-huette.at/index.html (germanlingve).

Ni amike salutas vin, deziras al vi agrablan vintron kaj ne tiel forajn
kristnaskajn feriojn kaj ... gxis la MKR-revido venontjare!

Mea, Milivoj kaj Vanja

P.S. Ni rekomendas al vi viziton al simila montmigranta E-arangxo,
"Poludnica", en norda Slovakio. Por pli da detaloj rigardu pasintjaran
invitilon ( <http://skej.esperanto.sk/arangoj.php?lingvo=eo&kio=68>
http://skej.esperanto.sk/arangoj.php?lingvo=eo&kio=68), baldaux aperos la
invitilo por al jaro 2008

Krome, en auxgusto 2008, KEJA invitas vin al la 10a MIRO en Duga Resa.
Informojn pri la programo, ekskursoj,... vi trovos en retpagxoj de KEJA:
http://www.keja.hr/miro_e.html


Kiu pretas viziti la esperantistojn en Moroni, Komoraj Insuloj, dum la
Zamenhof-tago?

Esperantistoj en la urbo Moroni, Komoraj Insuloj, Afriko, havas sian
asocieton, kaj g'i estas jam arang'anta kunvenon okaze de la
Zamenhofa Tago, 15-a de decembro 2007-a.

Ili ege shatus renkonti esperantiston el aliaj landoj, kiu pretos
vojaghi tien, kaj ekzercigi chiujn pri interparolado en Esperanto kaj
pri Esperanto.

Kvankam cheesto dum la Zamenhof-tago estas preferata, la invito
validas ankau por alia periodo de la jaro.

Bonvolu interkonsenti kun Aloyce Magari .

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Renato Corsetti/Korseti, Via del Castello, 1
IT-00036 Palestrina, Italujo,



Nova ret-adreso de Triesta Esperanto-Asocio

Mi informas vin pri la sango de la retadreso de
TRIESTA ESPERANTO-ASOCIO
Ne plu validas la malnova (esperantotrieste at adriacom.it) kaj gin anstatauas
la jena:

esperantotrieste at yahoo.it

Bonvolu korekti. Dankon pro la atento kaj korajn salutojn de

Elda Doerfler
testudo.ts at gmail.com
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia