"Nova Sento in Rete" n. 571 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 571     2008-02-16
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Le vacanze estive in esperanto
> Informare che passione!
> Pasqua 2008 - Il Festival giovanile a Senigallia dal 19 al 25 marzo
> Il diritto di lavorare in italiano
> Milano, 16 febbraio - Presentazione del libro L'Esperanto in Italia"
> Treviso, 28 Marzo: Spettacolo "Doktoro Esperanto"
> La Ondo de Esperanto podkaste
> Se in Europa ancora tab, l'esperanto tra le 9 lingue ufficiali delle
Olimpiadi cinesi
> Lingue: sciopero totale della fame e della sete del radicale Giorgio Pagano


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Le vacanze estive in esperanto

Sar per vocazione alla diaspora, sar per costume transumantico o per
semplice pallino, gli esperantisti viaggiano da matti.

L'edizione 2007 dell'annuario della Pasporta Servo (www.tejo.org/ps o
www.pasportaservo.org), il servizio di ospitalit che parla esperanto,
riporta 1320 punti di accoglienza in 92 paesi di ogni continente, tra cui,
oltre a quelli di maggior flusso come la Germania, la Francia, gli Stati
Uniti, la Svezia, il Brasile compaiono anche come novit le Bahamas, il
Chad, le isole Comore, il Nepal e la Repubblica Domenicana. E chi non pu
allontanarsi, ospitando, si vede ugualmente passare il mondo in casa. ("La
tuta mondo en via hejmo" Tutto il mondo a casa tua, scritto sulla guida
della Pasporta Servo).

Vi sono inoltre tante occasioni di incontri, soprattutto in estate, come si
pu vedere nel calendario degli "Esperanto-arangoj"( http://
www.eventoj.hu/2007.htm ),
che vanno dalle rimpatriate di vecchi amici alle marce con sacco a pelo o a
settimane di studio o semplici vacanze distensive e turistiche con la
particolarit di farti sentire a casa tua perch chi organizza gente come
te, che parla come te, e i costi sono molto contenuti. Naturalmente chi non
parla esperanto non viene respinto e se vuol fare questa particolare
esperienza, magari apprendendo le basi della lingua sul campo, ugualmente
benvenuto.

Per chi non volesse muoversi dall'italico suolo, ricordiamo il Congresso
Nazionale di Esperanto che si svolger a Grosseto dal 22 al 28 Agosto 2008
(Per maggiori info:
http://italakongreso.esperantoitalia.it/index.html)

Framerio


Informare che passione!

Si vero, informare il tormentone che da sempre assilla chi fa attivit
di diffusione e informazione a favore dell'esperanto. Questo perch
riteniamo che l'attivit informativa sia essenziale per la diffusione
dell'esperanto e siamo fermamente convinti che la si pu considerare uno
dei motivi principali per cui esiste la nostra federazione.
Perch in sinergia con i gruppi si possa sviluppare una proficua attivit
di informazione e diffusione dell'esperanto stato predisposto una gamma
di volantini e fascicoli da utilizzare come materiale informativo da
distribuire.
I gruppi e gli attivisti che vogliono organizzare chioschi informativi a
mostre, fiere, festival potranno richiedere alla FEI oltre ad una prima
dotazione di materiale informativo gratuito ed eventualmente del materiale
di arredo anche collaborazione per la ricerca di partecipanti al presidio
del chiosco.

Immagini a colori del materiale descritto da questo articolo sono
disponibili presso il sito http://www.esperanto.it/html/fei/matinfo.htm

Per qualsiasi chiarimento o necessit sull'argomento mandate un messaggio
per posta elettronica a:
Riccardo Pinori
napinori at tin.it
tel 06 58209279.

*****************
Il materiale informativo
Qui sotto trovate l'elenco del materiale informativo disponibile presso la
FEI. Tutto il materiale visionabile sul sito
http://www.esperanto.it/html/fei/matinfo.htm, dove i volantini
contrassegnati con (*) possono essere scaricati in PDF per una stampa
rapida in proprio.

********
Mostra su l'esperanto
È disponibile presso la FEI una "Mostra sull'esperanto" costituita da 32
pannelli cartonati di cm. 50 X 70 (raccolti in 3 confezioni per facilitarne
il trasporto). La mostra gi presentata in alcune citt disponibile per
chi desidera esporla.
I gruppi che vogliono esporla nei prossimi mesi devono mettersi in
contatto con la segreteria FEI indicando con precisione il periodo di
utilizzo previsto.
La mostra viene messa a disposizione senza spese. Anche la spesa di
spedizione a carico della FEI. La restituzione, che deve avvenire appena
terminato l'utilizzo, avverr con costi di spedizione a carico del gruppo
richiedente.

********
La lingua equa
Pieghevole a 5 ante per
un primo approccio informativo.
Pacco da 50 esemplari: 4,00

********
I diritti linguistici
Pieghevole a 3 ante per informare sui diritti delle
comunit linguistiche.
Pacco da 50 esemplari: 3,50
(*) Scaricabile in PDF

********
Il manifesto di Praga
Il manifesto dell'idea(le) esperantista.
Formato A4.
Pacco da 20 esemplari: 0,80
(*) Scaricabile in PDF

********
1incontro con la lingua internazionale
Da diffondere distribuire e "volantinare" in qualsiasi situazione per
stimolare una presa di contatto con la struttura della lingua. Fotocopiato
in bianco e nero
Formato A5 (foglio A4 piegato in due).
Pacco da 50 esemplari: 2,50
(*) Scaricabile in PDF

********
La lingua materna (*)
Volantino ispirato alla "giornata della lingua materna" indetta dall'Unesco
il 21 febbraio di ogni anno.
Adatto a tutti gli ambienti per ricordare che l'esperanto aiuta a
preservare la propria lingua materna.
Formato A4
Fotocopiato a colori
pacchetto da 20 esemplari: 2,00
(*) Scaricabile in PDF

********
Istruzioni per l'uso
20 pagine per presentare l'esperanto e il movimento esperantista.
Pacco da 20 esemplari: 7,00

********
L'esperanto al computer
È inoltre disponibile questo mezzo informativo innovativo in italiano. Il
DVD risulta particolarmente utile per completare l'informazione a persone
sensibili a questo tipo di strumento informativo come giovani, informatici,
ecc..
Gli aspetti dell'esperanto trattati sono:
informazione: con film, foto e materiale informativo;
insegnamento: con manuali, grammatiche, corsi, vocabolari;
cultura: con libri, riviste, musica, giochi...
Ordine minimo di 3 esemplari. Fondajo E at I, 2006.
3 DVD 9,00

********
Chi siamo, cosa vogliamo
12 pagine per presentare le finalit e gli ideali del
movimento esperantista della dichiarazione di
Praga.
Formato A4.
Pacco da 5 esemplari: 6,00
(*) Scaricabile in PDF

********
L'esperanto e le organizzazioni internazionali
Raccolta di risoluzioni e proposte a favore dell'esperanto presentate
nelle sedi internazionali.
21 cm., 20 p.
Pacco da 3 esemplari: 6,00

********
Guida alla Giovent Esperantista Italiana:
per conoscere le attivit dei giovani esperantisti.
21cm., 68 p.
Pacco da 3 esemplari: 3,00

********
Esperanto dati e fatti
per appprofondire la conoscenza della comunit esperantista.
ISBN 88-85872-11-5
15 X 21 cm., 96 p.
Pacco da 3 esemplari: 7,50

********

Pannelli per mostre o fiere
Realizzati in tessuto plastico sovrastampato e montati su apposito sostegno
ripiegabile in alluminio. Sono muniti di custodia in tessuto con manici
per un facile trasporto.
Dimensioni:
- aperti mt. 2 x 0,80,
- chiusi (in custodia) cm. 12 X 12 x 80.

I cartelloni, vengono gratuitamente messi a disposizione e spediti a gruppi
o attivisti che organizzano attivit espositive od informative. (la sola
riconsegna a carico del gruppo richiedente)

NB: Ordinando il materiale alla segreteria FEI, aggiungere 1 per le
spese di spedizione.
Milano, Febbraio 2007


Pasqua 2008 - Il Festival giovanile a Senigallia dal 19 al 25 marzo

Salve amici!

Mi presento: io sono Massimo, ho 23 anni e sono un componente del Consiglio
Direttivo della Giovent esperantista italiana. Ogni anno la nostra
associazione organizza un festival, considerato uno degli incontri
giovanili europei pi popolari.

L'edizione 2008 si svolger a Senigallia dal 19 al 25 marzo (per maggiori
info: http://iej.esperanto.it/ijf/2008/ oppure scrivetemi a
massimo.ripani at gmail.com).

Partecipa sia chi parla gi fluentemente l'esperanto, sia chi ancora non lo
conosce; e ognuno respirer la particolarissima atmosfera degli incontri
giovanili esperantisti, fatta di amicizia, divertimento,
rispetto delle differenze. possibile partecipare a costi molto
convenienti, con sacco a pelo e pasti autogestiti. Al Festival facile
fare amicizia con ragazzi stranieri; in seguito ci saranno tante occasioni
per ricambiare la visita, agli incontri giovanili organizzati all'estero
oppure con il Pasporta Servo.

Ogni anno viene scelto un tema per il Festival, su cui si svolgono
conferenze, discussioni, lavori di gruppo. anche bene precisare che al
Festival niente obbligatorio, ognuno decide liberamente come
gestire il proprio tempo: infatti si possono scegliere corsi e gruppi fuori
tema, ad esempio: corsi di ballo, pittura, ecc. Di solito non mancano un
corso di esperanto per principianti (che possono subito
mettere in pratica quanto appreso) e uno di italiano per esperantisti
stranieri. Il programma serale di solito prevede un concerto, uno
spettacolo teatrale in esperanto, una passeggiata notturna in citt ,
ecc. Fino a notte fonda funzionano il bar, la discoteca e il gufujo (una
specialissima sala da t). Di solito sono previste un'escursione di una
giornata e una di mezza.

Vi aspettiamo!

Massimo Ripani



Il diritto di lavorare in italiano

Richiesta di un gruppo sindacale per la difesa del francese ai sindacati
italiani e allassociazione Allarme Lingua per estendere anche allItalia
la loro azione di contrasto verso limposizione delle multinazionali
delluso dellangloamericano sul lavoro

L'8 febbraio dell'anno scorso un gruppo chiamato
Syndicats-associations-parlementaires pour le droit de travailler en
franais en France, e cioè "Sindacati ed associazioni parlamentari per il
diritto di lavorare in francese in Francia, tenne una conferenza stampa
molto seguita e che fu all'origine di molti articoli sulla stampa sia
francese che inglese.

In effetti una decisione di un tribunale francese aveva dato ragione agli
impiegati di una grande societ multinazionale che si erano rifiutati di
rispondere a richieste ed istruzioni in inglese. In sostanza il giudice
aveva detto: È compito dell'imprenditore parlare nella lingua che i suoi
dipendenti capiscono, tanto pi se la fabbrica o l'ufficio si trova nel
territorio dove quella lingua si parla.

Il tutto era poi stato esaltato dalla scoperta dei danni gravi causati ad
una serie di pazienti da un ospedale, che non aveva tradotto in francese le
istruzioni di una macchina modernissima per il trattamento dei tumori, con
il risultato che gli infermieri non avevano capito quello che c'era da fare
ed avevano causato lesioni interne ai pazienti, che dovevano trattare.

I sindacati, membri del gruppo, si sono ora rivolti ai sindacati europei,
in particolare a quelli tedeschi, belgi ed italiani, per estendere l'azione
agli altri Paesi europei, perch le imprese multinazionali, portatrici
della mondializzazione all'americana, operano a livello europeo.

Risponderanno i sindacati italiani? L'Associazione italiana "Allarme
Lingua" spera proprio di s, perch i nostri lavoratori non hanno problemi
minori di quelli francesi in questo campo, ed i rischi legati ad una
conoscenza superficiale dell'inglese in settori delicati come la sanit
sono presenti anche da noi. Come se i nostri casi di malasanit non
bastassero.

La prossima conferenza europea si terr a fine marzo sempre a Parigi, in
collaborazione col Parlamento francese. Si preparano gi i giornali
francesi ed anche quelli inglesi uno dei quali aveva parlato l'anno scorso
di "questo cadavere che ancora si muove, queste nazioni europee che non
sarebbero ancora completamente asservite all'impero ed alla sua lingua".

Ci saranno i nostri sindacalisti?

Renato Corsetti
Comitato scientifico di Allarme Lingua

www.disvastigo.it DIS344 3/2/08


Milano, 16 febbraio - Presentazione del libro L'Esperanto in Italia"

Arci Esperanto organizza il 16 febbraio 2008 alle 17 a Milano presso il
ristorante Al tempio doro, zona Pasteur, via delle Leghe 23 (MM Pasteur
della linea 1 della metropolitana)
la presentazione del libro L'Esperanto in Italia: alla ricerca della
democrazia linguistica, di Carlo Minnaja. Il poligrafo editore, 2008
Sar presente l'autore

Seguir aperitivo e, su richiesta, cena comune

Arciesperantoretletero n. 36.


Treviso, 28 Marzo: Spettacolo "Doktoro Esperanto"

Venerdì 28 marzo 2008, alle 20.30 presso l'aula magna del Liceo classico
"A: Canova", di Treviso verr rappresentato lo spettacolo "Doktoro
Esperanto"di e con Mario Migliucci

A Treviso stiamo preparando un manifesto, locandine, ecc per
l'indispensabile pubblicit.
Il materiale trovato su internet quasi nullo.. salvo la scheda allegata.

Lanciamo un appello perch chi ha del materiale, in particolare foto di
scena di precedenti spettacoli, ce lo invii al più presto... meglio se
'per e-posxtò.

paolo rottin
0422 403376
paulesper at yahoo.it


La Ondo de Esperanto podkaste

Hodiau, la 5-an de februaro 2008, "*La Ondo de Esperanto*" lanchis sian
unuan podkaston. En chi tiu populara ret-radia servo estos prezentataj
elektitaj tekstoj el "*La Ondo*", krome ni proponos temajn programojn
pri literaturo, historio, muziko.

En la unua programo Halina Gorecka, Aleksander Korjhenkov kaj Andrej
Pechonkin prezentas la februaran kajeron de "*La Ondo*". Auskultu la
vortojn de komitatano Z, rakonton de Ela Karczewska pri la Zamenhofaj
Tagoj en la naskighurbo de la iniciatoro de Esperanto, poemojn de
Ippolit Bogdanovich en la rubriko "Rusa Antologio", priskribon de la
Unua Libro en la tute nova rubriko "Nia Trezoro", kaj rezulton de la
10-a Internacia Fotokonkurso de "*La Ondo*".

La podkasto estas auskultebla che http://la-ondo.rpod.ru/ (premu la
sonvinjeton por auskulti)

Oni povas aboni la podkastojn de "La Ondo de Esperanto". Se vi havas
"iTunes" au similan programon, enmetu en la abonejo la adreson
http://la-ondo.rpod.ru/rss.xml

Bonan auskultadon!

"La Ondo de Esperanto"



Se in Europa ancora tab, l'esperanto tra le 9 lingue ufficiali delle
Olimpiadi cinesi
Dichiarazione di Giorgio Pagano, segretario dell'associazione radicale
Esperanto

Mentre in Europa si continua a non considerare l'ipotesi che la
comunicazione transnazionale democratica, con la conseguente salvezza delle
nostre lingue, si persegue solo attraverso la messa in campo di una lingua
pubblica internazionale, come solo l'esperanto, la Cina la inserisce tra
le nove lingue ufficiali attraverso le quali saranno fornite le
informazioni dei prossimi giochi olimpici.
Delle lingue dell'Unione europea solo inglese, francese, tedesco e spagnolo
sono state considerate, non il portoghese, non l'italiano...
Basta andare su www.china.org.cn per rendersene conto.
Si pu considerare questo un segnale forte nell'identificazione
dell'Esperanto come lingua transnazionale anche in Estremo Oriente: proprio
la Cina, infatti, che pi volte ci si era preoccupati di "tutelare" nei
confronti dell'esperanto, per via del suo alfabeto non latino, ha rotto gli
indugi.
È ora che il ministero dell'istruzione italiano, il quale elabor gi
dieci anni fa un copioso e favorevole Studio sulla Lingua Internazionale,
ne avvii le sperimentazioni e se ne faccia promotore anche nell'Unione, gi
dalla prossima riunione dei ministri del 15 febbraio a Bruxelles: pena la
marginalizzazione della lingua italiana nei prossimi 50 anni.

***********
Ufficio Stampa ERA Onlus
Associazione internazionale per la democrazia linguistica
ufficiostampa at democrazialinguistica.it
Roma, Via di Torre Argentina 76. Tel.06668979797 Fax. 0623312033
Bruxelles, 54 Rue du Pepin
New York, United Plaza, Suite 408.
www.democrazialinguistica.it


Lingue: sciopero totale della fame e della sete del radicale Giorgio Pagano
per convincere Fioroni a ricevere il Pr.

Dichiarazione di Giorgio Pagano, Segretario dell'associazione radicale
"Esperanto".

Da almeno un paio di decenni noi radicali ci occupiamo dei temi della
comunicazione transazionale e della democrazia che, in tale
comunicazione e, soprattutto, tra tutti i cittadini dell'Unione,
dovrebbe vigere per non penalizzare popoli e classi sociali: popoli
non anglofoni e classi meno abbienti. Un errato e soprattutto acritico
recepimento delle modalit attraverso le quali si esplicata finora
la politica multilinguistica dell'Ue ha portato in Italia ai risultati
che, anche la scorsa settimana, sulle colonne di "Repubblica", sono
stati impietosamente evidenziati nell'articolo "Nell'Italia dei
laureati che non sanno scrivere".
In relazione all'importante incontro del 15 febbraio a Bruxelles tra i
Ministri dell'educazione dell'Unione con O.d.G. "Promuovere il
multilinguismo: un impegno
comune", il Partito radicale - che dal 1993 ha in corso una campagna
per la democrazia linguistica insieme all'associazione radicale
"Esperanto"- aveva chiesto al Ministro Fioroni un incontro
urgentissimo.
Ancora stamattina, dopo un rimpallo tra la Segreteria del Ministro e
quella del Vice Ministro Mariangela Bastico, Sergio Stanzani e Giorgio
Pagano, firmatari della
richiesta, non riuscivano a sapere se ci sarebbero stati "dieci
minuti" per ascoltarli in merito alla discriminazione linguistica che,
col nome multilinguismo, viene
condotta dall'Unione europea nei confronti di tutti i popoli non anglofoni.
Nella speranza di vedere accolta (o meno) la nostra richiesta in tempo
utile ho deciso di cominciare uno sciopero totale della fame e della
sete, iniziato alle ore 12 di oggi.

***********
Ufficio Stampa ERA Onlus

Associazione internazionale per la democrazia linguistica
ufficiostampa at democrazialinguistica.it
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia