"Nova Sento in Rete" n. 589 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 589     2008-06-17
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Corrispondere in Esperanto
> I servizi di sicurezza giapponesi in difficolt per lesperanto
> 75 Congresso Nazionale - Conclusi corsi di Esperanto a Grosseto
> Pescara - Concluso il "laboratorio di esperanto" nella SMS Tinozzi
> Trieste - 20 Giugno - 2 appuntamento per il progetto "Porte Aperte"
> Firenze - 21 Giugno - Esami di Primo Grado
> Padova - 22 Giugno - Esami di primo e secondo grado
> Bologna - 22a de Junio - EKSOMERA RENKONTIGHO


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Corrispondere in Esperanto

Uno dei modi più affascinanti per iniziare ad usare la lingua
internazionale è la corrispondenza (cartacea o elettronica che sia).

Le possibilità per trovare corrispondenti sono innumerevoli e vanno dalla
pubblicazione di annunci su periodici esperantisti alla ricerca di
indirizzi (magari di partecipanti ai congressi).

Il modo che Nova Sento in Rete vi consiglia è il servizio denominato
"Esperanto Koresponda Servo".

Se volete pubblicare un annuncio, spedite un messaggio a
(ricordandovi di aggiungere le lettere EKS nell'oggetto (sta per "Esperanto
Koresponda Servo" e consente al redattore di filtrare i messaggi) e
mandategli una vostra breve presentazione e il profilo del vostro
"plum-amiko" ideale (ovviamente in esperanto).

Una volta al mese "Esperanto Koresponda Servo" invia a giornali e privati
la lista completa dei richiedenti ed il gioco è fatto.

Se invete volete essere voi a scegliere, collegatevi al sito
http://members.aol.com/enrike/ekspeto.htm e cercate il profilo che vi
interessa (non prima di aver letto le "regole del gioco"
sul sito http://members.aol.com/enrike/ekseo.htm

Buon divertimento.

Framerio


I servizi di sicurezza giapponesi in difficolt per lesperanto

La Lingvo Universala contro il G8 di Hokkajdo

La nota rivista tedesca Der Spiegel nelledizione on line sostiene che i
servizi di sicurezza giapponesi si trovano in agitazione perch vi sono dei
contestatori del prossimo G8 che usano lesperanto, lingua da loro del
tutto sconosciuta.

Larticolo di Der Spiegel sembra prendere lo spunto da una notizia di New
Statesman che parla dellimpegno degli anarchici giapponesi di diffondere
lesperanto nellisola di Hokkajdo dove avr luogo in luglio lincontro al
vertice degli otto paesi pi industrializzati del mondo. Lasociazione
Libera Esperanto-Asocio en Hokkajdo (ma con un titolo pi impegnativo in
inglese: The Esperanto League for Freedom in Hokkajdo) cos balzata
allattenzione della stampa mondiale insieme alla notizia dellarrivo al
porto di Otaru, suonando con la tromba linternazionale, del noglobal
tedesco Martin Krmer, a cui stato impedito lingresso nel paese.

Ai servizi di sicurezza giapponesi non piace affatto, si capisce, che vi
siano dei gruppi di contestatori che usano una lingua che i loro agenti
non hanno mai sentita e soprattutto-come sostiene Der Spiegel-sono
preoccupati dal sospetto che dei giapponesi che parlavano esperanto sono
stati in dicembre nella Corea del Sud ad istruire un gruppo di contestatori
bellicosi. E sarebbero ancor pi preoccupati se vedessero le pagine in rete
degli esperantisti radicali coreani che hanno visitato il Giappone a marzo
in cui si vede anche una foto di Martin Krmer con la bandiera di esperanto
e lo striscione con la scritta in esperanto Ne al novliberismo-Alia mondo
estas ebla (No al neoliberismo-Un altro mondo possibile)

Anche se gli esperantisti radicali non riusiranno a disturbare i lavori del
vertice- commenta Kniivila in Liberafolio- hanno gi avuto un bel successo
attirando lattenzione di due riviste di larga tiratura.

http://www.spiegel.de/politik/ausland/0,1518,557194,00.html
http://www.newstatesman.com/society/2008/05/esperanto-language-anti-world

Giorgio Bronzetti

www.disvastigo.it
DIS362 5/6/08


75 Congresso Nazionale - Conclusi corsi di Esperanto a Grosseto

Nell'ambito dell'attivit di preparazione del 75 Congresso nazionale a
Grosseto si sono svolti due corsi base di Esperanto, uno con cadenza
settimanale di 12 lezioni tenuto da G. Denti e uno intensivo di 15 ore
tenuto da L. Brazzabeni in un unico fine settimana.
Il primo stato pubblicizzato dal Provveditorato agli Studi di Grosseto in
tutte le scuole superiori, aperto a chiunque fosse interessato. Si svolto
presso il Liceo Linguistico 'A.Rosminì da febbraio a maggio.
Agli alunni che hanno partecipato stato riconosciuto anche un credito
formativo.
Al corso hanno partecipato assiduamente 12 persone, tra cui vecchi
esperantisti che avevano bisogno di una 'rinfrescatinà

Alcuni dei
partecipanti daranno gli esami durante il Congresso. L'interesse suscitato
ci ha convinti ad organizzare il secondo corso, intensivo, nel mese di
maggio.
Questo si svolto nella sede del C.E.S.V.O.T. di Grosseto il 16,17,18
maggio con nuovi partecipanti che hanno dimostrato un interesse spiccato e
hanno appreso pi di quanto l'insegnante si aspettasse.
Alla fine del corso hanno richiesto di poter continuare e sono state
programmate lezioni settimanali successive fino alla fine di giugno presso
la fondazione 'Bianciardì, tenute dai membri del LKK.
Alla prima di queste ulteriori lezioni hanno preso parte allievi del primo
e del secondo corso.
Dato l'interesse la presidente dell'Unitre di Grosseto ha proposto un corso
di esperanto da tenersi nel prossimo anno accademico.
All'evento si interessata l'emittente televisiva locale che ha fatto
varie interviste e ha promesso un ampio servizio sul congresso.

Laura Niccioli



Pescara - Concluso il "laboratorio di esperanto" nella Scuola Media Statale
Tinozzi

Il 6 giugno 2008 si concluso il laboratorio di Esperanto nella scuola
media statale "Tinozzi" di Pescara.
A fine corso i 21 ragazzi della 1a G avevano preparato una presentazione in
PowerPoint che aveva come oggetto una guida turistica di Pescara per
esperantisti. Nella giornata in cui si presentavano i lavori delle varie
classi ai genitori ed alle autorit anche noi abbiamo proiettato il nostro
lavoro riscuotendo un notevole apprezzamento, sia da parte dei genitori
che vogliono avere anche per il prossimo anno il laboratorio, sia da parte
del pubblico presente.
I ragazzi hanno poi volantinato per l'intera giornata i presenti con il
materiale della FEI, presentando con entusiasmo l'Esperanto.
Due bidelli e una mamma vogliono seguire il prossimo corso per adulti, due
alunne di terza media che non avevano mai sentito parlare di Esperanto sono
state in grado di tradurre tutti i testi delle varie slides.
Una insegnante far stampare a colori le diapositive, un'altra ha promesso
il suo interessamento per farci avere finanziamenti dalla Provincia e per
diffondere il lavoro eventualmente arricchito durante i Giochi del
Mediterraneo che si terranno a Pescara nel 2009.

Anna Maria Colacicchi


20 Giugno - Trieste - 2 appuntamento per il progetto "Porte Aperte"

Dopo il successo ottenuto dall'incontro del 6 giugno, presso l'Antico Caffè
S. Marco in Trieste, che ha visto schierate a confronto tre scrittrici
Claudia Azzola di Milano, Nirvana Ferletta di Fiume/Rijeka-Croazia e
Gabriella Valera Gruber di Napoli/Trieste, il Progetto PORTE APERTE -
patrocinato dalla Provincia di Trieste - continua al Caffè Tommaseo in
Trieste questo venerdì alle h. 18.
Il tema è lo stesso: "Spazi di identit, tempi di sradicamento", ma il
confronto avverrà tra tre scrittori: Julius Franzot, triestino di
madrelingua tedesca, Ottavio Gruber, triestino di origine istriana, e
Francesco Macciò genovese.
L'Associazione Esperantista Triestina ancora una volta privilegia il dialogo
e la collaborazione con il mondo letterario non esperantista su un piano di
parità, proponendo la lingua internazionale esperanto quale veicolo di
cultura e di conoscenza aldilà dei confini veri e presunti.

Il Progetto PORTE APERTE però non finisce così, la puntata successiva
sarà all'inizio di ottobre dal titolo "I popoli d'Europa si incontrano e
vogliono comprendersi".
Il problema delle lingue in Europa caratterizzato dalla tensione tra due
bisogni in apparenza contraddittori: il bisogno di comunicare in modo
efficace ed il bisogno di rispettare uguaglianza ed anche identit di
ognuno. Riteniamo che un buon contributo alla disamina di questo problema,
alla luce dell'allargamento dei confini e delle opportunit che si
presentano agli operatori economici ed intellettuali ed anche ai semplici
cittadini, lo possa dare una "tavola rotonda" con la partecipazione di
studiosi ed esperti dell'argomento.
Anche questo convegno indirizzato ad un pubblico non esperantista, ma gli
esperantisti saranno i benvenuti.

Edvige Ackermann


Firenze - 21 Giugno - Esami di Primo Grado

Una sessione d'Esami di PRIMO GRADO dell'Istituto Italiano di Esperanto si
terr a FIRENZE, sabato 21 giugno 2008, presso Circolo ARCI, Via delle
Porte Nuove n 33, (zona stazione Santa Maria Novella) con inizio ore 15,00.
Gli eventuali interessati a sostenere l'Esame di Esperanto di primo grado
possono scrivere (carta o e-mail) a Leonardo PAMPALONI, Via Cironi 15,
59100 Prato -PO. indicando COGNOME e NOME, LUOGO e
DATA di NASCITA nonch i propri RIFERIMENTI COMPLETI (indirizzo postale
completo, numero/i di telefono, indirizzo/i di posta elettronica).
Per l'esame di PRIMO grado sufficiente presentare un documento d'identit
valido; la tariffa per questa Sessione (1grado) di 12,50 (tutto
compreso).
-------------------------------

Per avere tutte le INFORMAZIONI sugli Esami di Esperanto in Italia
(tariffe, programmi, calendario approssimativo delle Sessioni, Sedi
d'Esami), ci si pu rivolgere direttamente via e-mail al Direttore Generale
(che attualmente lo scrivente).

Informa, il D.G. Carlo Bourlot



Padova - 22 Giugno - Esami di primo e secondo grado

Domenica 22 giugno ore 9 a Padova ci saranno esami di primo e di secondo
grado. Per
informazioni : tel. 049 654687 oppure: elviabelluco at inwind.it


Bologna - 22a de Junio - EKSOMERA RENKONTIGHO

Domenica 22 giugno si svolger a Bologna l' "Eksomera Renkontigho".
L'Eksomera Renkontigho (incontro di inizio estate) un incontro di una
giornata per giovani interessati all'esperanto, durante il quale conoscere
altri esperantisti, fare nuove amicizie e visitare la citt , in
un'atmosfera informale ma simile a quella dei vari incontri esperantisti
giovanili. L'incontro inizier presso la sede del Gruppo Esperantista
Bolognese, in via Avesella 16, alle 11 di domenica. Il pranzo offerto dai
giovani di Bologna; in seguito si visiter la citt e ci si rilasser ai
"Giardini Margherita". È prevista anche un'attivit comune per chi
raggiunger Bologna gi sabato sera.

Programma: http://leaden.altervista.org/programma.pdf
Locandina: http://leaden.altervista.org/poster.pdf -
http://leaden.altervista.org/poster.png
Informazioni e iscrizioni: http://www.esperante.it/forum/viewtopic.php?t=137

Contatti: - (IT) Fabio Bettani, fabio.bettani at esperanto.it, +39 335 67
07 269 (Iscrizioni & Ufficio stampa; Responsabile accoglienza) Bettani (nome).(cognome)@esperanto.it>
Organizzazione - (EO) Alla Kudryashova, kata.luna at gmail.com, +39 388 89
25 890 Organizado
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia