"Nova Sento in Rete" n. 610 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 610     2008-11-15
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Come costituire un gruppo locale
> Agosto 2009 - Cassino - Congresso Italiano di Esperanto
> 15 Novembre - Bologna - Attivit
> 25 novembre - Firenze - Palazzo Vecchio - Diritti dell'uomo e diritti
linguistici
> iej.esperanto.it/forum, il forum GIOVANE dei GIOVANI
> Dicembre 2008 - In Spagna a prezzi stracciati
> Calendarietto 2009
> Projekto Indighenaj Popoloj - Vojagho al Gvatemalo
> 15 Novembre - Torino - Inaugurazione nuova sede
> Torino - Corso di Esperanto da 21 Novembre


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Come costituire un gruppo locale

La possibilità di incontrare altri esperantisti, per potersi esercitare
e per poter concretizzare attività divulgative o di insegnamento
della lingua, è ovviamente un aspetto importantissimo per lo
sviluppo dell'esperanto su un territorio.

Del resto i gruppi locali sono l'ossatura stessa dell'esperantismo in italia,
rappresentato dalla FEI, che per l'appunto la Federazione Esperantista
Italiana dei gruppi e di alcune associazioni di categoria (i giovani,
i ferrovieri, ecc...).

I passi fondamentali per la costituzione di un gruppo locale sono i
seguenti.

a) verificare che un gruppo non esista già: basta una visita al sito
www.esperanto.it per avere l'elenco dei gruppi. In alternativa si possono
chiedere notizie alla segreteria della FEI a Milano (indirizzi e telefono
sono sempre disponibili in coda a NSiR). Se si scrive o telefona alla FEI
si può anche chiedere se c'è qualche esperantista isolato (e magari
senza posta elettronica).

b) Non ci sono gruppi: allora bisogna trovare gli esperantisti. Al proposito
un messaggio su NSiR del tipo "AAA esperantisti nella val Brembana cercansi"
può essere di aiuto. Bastano 3 righe per mandare un appello a un sacco di
gente
in giro per l'Italia.

c) Per la costituzione del gruppo e sufficiente essere in 3 esperantisti
(o simpatizzanti). Se ci siete urge una telefonata o una cartolina a Milano
per chiedere maggiori dettagli.

d) Non sono necessari atti costitutivi o statuti: quelli, se volete,
verranno con il
tempo. Inoltre parte della vostra quota associativa rimarrà al gruppo per
finanziare
le sue attività.

Per maggiori info:

Framerio
f.amerio at libero.it


Agosto 2009 - Cassino - Congresso Italiano di Esperanto

TUTTI A CASSINO

Caro amico esperantista!

Ancora ricordiamo con piacere il congresso nazionale di Grosseto e già
dobbiamo pensare a quello del prossimo anno. Cassino ti aspetta e sono
aperte le iscrizioni.

Quando ti aspetta Cassino?
Dal 28 agosto al 3 settembre 2009 saremo in questa bella cittadina, ai
piedi del monastero e ancora una volta ci incontreremo, approfondiremo la
nostra conoscenza della lingua, incontreremo vecchi amici.

Ti ricordo che la quota di iscrizione è di 60 euro (30 euro per giovani,
stranieri e diversamente abili) fino al 31 dicembre 2008 e puoi versarla
come al solito in FEI.

Il tema del congresso?
"Zamenhof e la globalizzazione giusta: attualità delle idee del padre
dell'esperanto."

Vuoi ricevere informazioni?
kongreso at esperantoitalia.it .
http://www.esperantoitalia.it/

Allora che aspetti?

Laura Brazzabeni
segretario generale
Federazione Esperantista Italiana


15 Novembre - Bologna - Attivit

Gruppo Esperantista Bolognese "Achille Tellini - 1912"
via Avesella 16
40121 Bologna

Sabato 15 Novembre 2008
alle ore 17
presso la sede del
Gruppo Esperantista Bolognese
si terr una presentazione del
Giardino del Finzi Contini
di G. Bassani
con lettura di alcuni brani.
Presentazione e commento di Gastone Boraggini
Ingresso libero

Salutojn
Daniele Agostini
gesperbo at iperbole.bologna.it


25 novembre - Firenze - Palazzo Vecchio - Diritti dell'uomo e diritti
linguistici

Il movimento esperantista italiano con la collaborazione della Commissione
Nazionale Italiana per l'Unesco, della Associazione Eurolinguistica-sud e
del Comune di Firenze chiude a fine novembre le celebrazioni in Italia del
2008, Anno internazionale delle lingue, promosso dalle Nazioni Unite, con
un convegno a Firenze su Diritti Umani e Diritti Linguistici.

La scelta di Firenze non casuale, perch Firenze la sede della
Accademia della Crusca, l'ente deputato a difendere e ad illustrare la
lingua italiana, lingua che al momento assediata sia a Bruxelles che
persino in patria. Vedi la questione dei corsi universitari in inglese in
Italia. Il discorso di apertura sar , non a caso, del prof. Francesco
Sabatini, presidente onorario della Accademia della Crusca e tratter delle
iniziative prese dall'Accademia. Il titolo suggestivo: Firenze, piazza
delle lingue d'Europa.

Tutti i discorsi verteranno sui rapporti giusti tra parlanti di lingue
diverse, ad esempio Gabriele Iannoccaro dell'Universit di Milano
Bicocca, parler di ecologia delle lingue, mentre Giuseppe G. Castorina e
Manuela Cipri, dell'Universit di Roma "La Sapienza" e della Associazione
Eurolinguistica-sud, parleranno dell' italiano come risorsa di competenze
eurolinguistiche.

Un tono pi economico avr la relazione del prof. Remigio Ratti
dell'Universit di Friburgo e della Svizzera Italiana, Presidente di
"Coscienza Svizzera", che tratter delle relazioni tra sviluppo economico
e lingue.

Scopo del convegno la riaffermazione di alcuni punti:
- i diritti linguistici fanno parte a pieno titolo dei diritti dell'uomo
- la diversit delle lingue una parte essenziale della diversit
culturale.
- la comunicazione tra gli uomini resta una necessit essenziale per
arrivare alla comprensione reciproca ed alla pace.

I diritti linguistici fondamentali possono essere riassunti nel diritto ad
usare la propria lingua madre ed a ricevere un'educazione scolastica in
quella stessa lingua. Inoltre fanno parte dei diritti dell'uomo la
possibilit di capire e di essere capiti nei rapporti con persone di
lingua madre diversa senza alcuna coercizione a parlare la lingua pi
forte. L'uguaglianza dei diritti linguistici pu essere raggiunta solo se
tutte le lingue sono considerate uguali e se alcune lingue non vengono
considerate pi uguali.

È necessaria, inoltre, una discriminazione positiva a favore delle lingue
pi deboli (come numero di parlanti o come forza economico-politica dei
parlanti), affinch si eviti lo stravolgimento dell'ecologia linguistica
con la scomparsa prima di alcuni campi di uso e poi della lingua stessa.
Questa la minaccia che pesa sull'italiano.

Questo si pu ottenere solo con una politica linguistica accorta ed attenta
ai problemi delle lingue pi minacciate, compreso l'italiano, e con l'uso
per i rapporti internazionali di una lingua neutrale pianificata, come
l'esperanto, o naturale come il latino, escludendo comunque ed in linea di
principio lingue che siano allo stesso tempo lingue nazionali in uno o pi
Paesi, per evitare gli effetti di glottofagia, divoramento di altre lingue,
drammaticamente presenti e denunciati gi da tutti gli esperti e dalle
Nazioni Unite.

Allarmiamoci in tempo e non ripetiamo quello che successo a proposito del
cambiamento climatico.
--------------------------------
Esperanto Italia - FEI
Via Villoresi, 38, 20143 Milano
www.esperanto.it,
ufficio.stampa at esperantoitalia.it


iej.esperanto.it/forum, il forum GIOVANE dei GIOVANI

Salve amici!

online iej.esperanto.it/forum, il nuovo forum della giovent
esperantista italiana, un nuovo strumento pensato per i giovani (e non
solo!) per condividere esperienze, imparare la lingua, coordinare le
iniziative, conoscere nuovi amici e tanto altro!

Hai voglia di fare quattro chiacchiere in esperanto? Entra nella
nostra Trinkejo!

Vuoi conoscere meglio le attivit della Giovent Esperantista
Italiana? Hai voglia di 'darci una manò? Allora le nostre
'Iniziativè ed i nostri 'Comunicatì fanno apposta per te!

Sei alle prime armi con l'esperanto ed hai qualche dubbio di
grammatica? Abbiamo pensato per te una sezione con esperti sempre
pronti a rispondere chiaramente alle tue domande.

Iscriviti e partecipa alle discussioni!

iej.esperanto.it/forum, il forum giovane dei giovani!
--
Massimo Ripani

Giovent Esperantista Italiana
iej.esperanto.it
iej.esperanto.it/forum

********************************************************************
*********************************************************************

DICEMBRE 2008 - IN SPAGNA A PREZZI STRACCIATI
FACILE CON IL CONTRIBUTO DEL MINISTERO AFFARI ESTERI

Vi piacerebbe partecipare ad un Congresso Esperantista in SPAGNA,
precisamente nella meravigliosa CATALOGNA (Sabadell, 6/8 dicembre
2008) ? S? Avete paura di spendere cifre enormi? Vorreste viaggiare
pagando poco? Con la Giovent Esperantista Italiana si pu! In virt
di un accordo tra la IEJ ed il Ministero Affari Esteri, quest'ultimo
rimborserà dal 50 al 70% del costo del volo aereo internazionale ai
partecipanti!
Perch perdere questa occasione? Affrettati:

34-a Kataluna Kongreso de Esperanto
Info: http://www.esperanto.cat/kongresoj/2008/
Lando: Katalunio
Urbo: Sabadell
Komenca tago: 6 dec 2008
Fina tago: 8 dec 2008

In generale, ma salvo conferma, si prevede solo un rimborso parziale
del viaggio aereo dall'aeroporto italiano a primo aeroporto
internazionale spagnolo. La domanda di rimobroso verra fatta dal
tesoriere IEJ su presentazione dei giustificativi di spesa, di
iscrizione e
partecipazione al congresso, e di una relazione di un paio di pagine
sull'evento da parte del partecipante. IMPORTANTE: l'esatto ammontare
del rimborso, al netto delle spese amministrative sostenute dalla IEJ,
dipende dal servizio ministeriale, ma di norma si aggira intorno al
50%. Il numero di partecipanti limitato e, a parita di altre
condizioni, sono preferiti i candidati di et pi giovane.

Per altre domande, scrivetemi! Nelle email di candidatura DOVRANNO
ESSERE INDICATI nome, cognome, indirizzo, email, telefono e data di
nascita.

Massimo Ripani

Gioventù Esperantista Italiana

iej.esperanto.it
iej.esperanto.it/forum

********************************************************************
*********************************************************************

Calendarietto 2009

In occasione del Premio Zamenhof è stato stampato un calendarietto
tascabile per il 2009 realizzato in quadricromia su carta plastificata.
Il calendarietto è realizzato per propagandare l'esperanto con una
sintetica presentazione e per favorire la conservazione degli indirizzi
dei siti FEI e IEJ.
I gruppi ed i soci che vogliono fornirsene possono richiederlo alla
segreteria FEI di Milano. Il costo ( dei calendarietti è di 2 euro ogni
50 calendarietti (+1 euro per le spese di spedizione).

Riccardo Pinori


Projekto Indighenaj Popoloj - Vojagho al Gvatemalo

Chu vi interesighas pri vojag'oj ekoturismaj kaj solidaraj kiujn Projekto
Indighenaj Popoloj organizas kunlabore kun indighenaj organizoj en
Mezameriko .

Du vojaghoj jam okazis en Gvatemalo en 2006 kaj 2008 kaj unu en Kostariko
en 2008. La venonta vojagho okazos en Gvatemalo de la 17a de januaro ghis
la 8a de Februaro.
5% de la bugheto de la vojagho estas dedichitaj al solidara ago favore al
la indighenoj.

Tiel mi povis financi la studadojn de pluraj junaj indighenoj promesplenaj
en Gvatemalo, de unu juna esperantisto en Nikaragvo kaj de la lerneja
legom-ghardeno en indighena komunumo en Kostariko.

La celo estas kunigi internacian grupon da esperantistoj por motivi la
indig'enojn praktiki Eon.

Tamen neesperantistoj estas ankaù bonvenaj. Ekzemple pasintjare en
Gvatemalo el la 4 partoprenantoj, 3 estis esperantistoj. Fine de la vojagho
la fratino de unu el la esperantistinoj estis lerninta Esperanton kaj
ankaù la juna indighena chicherono, kiu akompanis nin. Li estas unu el
tiuj kiuj ricevis stipendion danke al la solidara elcentajho.

Se vi estas interesata bonvolu kontakti min.

Antaù dankojn por diskonigi la informon.

Amike

De: Philippe Chavignon


15 Novembre - Torino - Inaugurazione nuova sede

INAUGURAZIONE NUOVA SEDE del Centro Esperanto di Torino, sabato 15 novembre
alle ore 10, presso il "Centro Studi Sereno Regis" - Via Garibaldi 13 -
Torino, Sala Gandhi.

Siete tutti invitati a partecipare.


TORINO - CORSO DI ESPERANTO DAL 21 NOVEMBRE

In occasione dellinaugurazione della sua nuova sede, il CENTRO ESPERANTO
DI TORINO propone in corso intensivo della lingua internazionale, al solo
costo del materiale didattico.

Durata: 15 lezioni da 90 minuti, ogni venerd, dalle 17,30 alle 19,00.
Inizio: venerd 21 novembre 2008.
Fine: 20 marzo 2009
Sede: Via Garibaldi 13, Centro Studi Sereno Regis, sala Gandhi.
Costo: 14 euro.

Liscrizione potr essere fatta anche in sede, alla fine della prima lezione.

Per ulteriori informazioni: info at esperanto.torino.it - 011/23416599
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia