"Nova Sento in Rete" n. 616 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 616     2008-12-29
> Esperanto: istruzioni per l'uso - la diffusione dell'Esperanto
> Gli esperantisti per la protezione dell'italiano e di tutte le lingue
> Richiesta di aiuto per far sapere una cosa a Obama
> iej.esperanto.it/forum, il forum GIOVANE dei GIOVANI
> Hiphopa muziko en esperanto - Nova KD
> Fundamento de Esperanto de L. L. Zamenhof - itala eldono -
> Calendario 2009 del gruppo Tigullio


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - la diffusione dell'Esperanto.

L'Esperanto una lingua a tutti gli effetti, per cui, una volta acquisita,
viene usata per i pi svariati scopi. Non quindi possibile stabilire,
neanche approssimativamente, il numero di persone che lo conoscono
e lo usano.

Tuttavia, alcuni dati, facilmente verificabili, possono dare un'idea della
sua diffusione nel mondo. L'Associazione Universale Esperanto (UEA),
i cui membri provengono dalle parti pi attive della comunit esperantista,
ha associazioni nazionali affiliate in 55 paesi.

Calcoli basati sul numero di testi didattici venduti e sull'affiliazione
alle sezioni locali mostrano che il numero di persone con qualche
conoscenza della lingua si pone sull'ordine dei milioni.

Ci sono esperantofoni in tutte le parti del mondo, incluse notevoli
concentrazioni in paesi assai diversi tra loro come Giappone,
Brasile, Iran, Madagascar, Bulgaria e Cuba.

In Italia gli iscritti alla Federazione Esperantista Italiana (IEF)
sono circa 1.000. opportuno per sottolineare che molti esperantisti,
per scelta o per inerzia, preferiscono non iscriversi alle associazioni
esperantiste.



Gli esperantisti per la protezione dell'italiano e di tutte le lingue

Il gruppo Esperantista Napoletano Harmonio kaj Progreso E.Mingo e la
Federazione Esperantista Italiana hanno organizzato, in collaborazione
con il
CLUB UNESCO e la UTESPED di Napoli, un Seminario di studio su "2008 Anno
Internazionale delle Lingue" svoltosi a Napoli, nei locali della UNUCI, in Via
S. Brigida, 64 - nei giorni 6, 7 e 8 Dicembre 2008.

I circa 50 delegati partecipanti, sia dal territorio napoletano che da altre
città italiane,

- avendo dibattuto dettagliatamente i problemi connessi con la diversità
linguistico-culturale nel mondo e nell'Europa in particolare;
- avendo riscontrato la necessità di proteggere e salvaguardare ogni
identità
etnico-culturale, anche in territori le cui lingue nazionali e/o locali sono
minacciate o discriminate da altre più potenti;
- rilevato altresì che nei campi della comunicazione a mezzo stampa e/o
teletrasmessa, sul nostro territorio nazionale, la lingua italiana è spesso
oggetto di inutili e dannose intromissioni di termini stranieri facilmente
sostituibili con il corrispondente lessico italiano;
- constatato il livello di negligente silenzio da parte di Autorità e
Organizzazioni ufficiali, sia nel campo della politica che in quello
dell'educazione, circa i problemi della democrazia linguistica e dei
diritti di
ogni individuo all'uso della propria madrelingua nella comunicazione e
nell'educazione primaria;
- discussa ed approfondita la necessità di salvaguardare ogni lingua ed
identità linguistico-culturale, quale inalienabile patrimonio culturale
dell'umanità e ricchezza dell'umano sapere;
- ribadita la volontà delle Organizzazioni esperantiste e del Movimento
mondiale per la lingua internazionale esperanto a schierarsi costantemente in
difesa di ogni lingua e cultura, nel rispetto della pari dignità di ogni
idioma;
- rilevato anche che l'esperanto come strumento di comunicazione
internazionale
non rischia di far scomparire altre lingue e che la cultura veicolata
dall'esperanto non tenta di soffocare altre culture, non essendo
espressione di
una specifica cultura forte;

* * *
- fanno appello alle Istituzioni ed alle Autorità politico-amministrative
nazionali, regionali e locali, agli Istituti di cultura italiani e stranieri
sul nostro territorio, alle Autorità scolastiche ed alle Associazioni
culturali, affinché si adoperino, in spirito di comune collaborazione, a
promuovere e salvaguardare la lingua italiana sul territorio della nostra
Repubblica, nonché a riconoscere e tutelare ogni lingua parlata, usata e
promossa dalle comunità ed etnie operanti in Italia, siano queste
comunità di
immigrati o tradizionalmente stanziali;
- chiedono alle Assemblee elettive nazionali, regionali e locali di
promuovere
, a tutti i livelli, politiche linguistiche ed educative rispettose dei
diritti
umani in generale, e di quelli linguistici in particolare, nello spirito della
Carta dei Diritti Umani ed in conformità alle raccomandazioni dell'Unesco.

Napoli, l'8 dicembre 2008.
--------------------------------
Esperanto Italia - FEI
Via Villoresi, 38, 20143 Milano
www.esperanto.it,
ufficio.stampa at esperantoitalia.it


Richiesta di aiuto per far sapere una cosa a Obama

Cari amici, c'è un recentissimo blog americano in internet che desidera
sottoporre al presidente eletto Obama nuove idee per il cambiamento della
società americana.
Una è l'adozione dell'esperanto nelle scuole americane. Essa viene sostenuta
da moltissimi americani e anche da stranieri.

Viene scritto in generalmente in inglese ma anche in esperanto.
Quei poche che fanno obiezioni contro l'esperanto ricevono subito ampie
spiegazioni e documentazioni sulla sua validità e vantaggi, anche mediante
documenti di famosi esperantisti come Claude Piron.
L'idea deve essere almeno la terza in graduatoria nel gruppo
Education-Istruzione per essere presentata ad Obama il 20 gennaio.

Naturalmente se l'esperanto venisse adottato dagli USA nelle scuole americane
avrebbe benefiche conseguenze nel mondo intero per il movimento esperantista.

Occorrono quindi subito anche i vostri voti. Collegatevi al sito :
http://www.change.org/ideas/view/introduce_esperanto_as_a_foreign_language_s
ubject_in_schools,
e leggete i vari messaggi ed iscrivetevi allo stesso per aver la possibilità
di inserire i vostri messaggi e voto.

Il 95% sono favorevoli all'esperanto.
Ritengo sia un'ottima occasione per il movimento esperantista.

Dante Chierico


iej.esperanto.it/forum, il forum GIOVANE dei GIOVANI

Salve amici!

online iej.esperanto.it/forum, il nuovo forum della giovent
esperantista italiana, un nuovo strumento pensato per i giovani (e non
solo!) per condividere esperienze, imparare la lingua, coordinare le
iniziative, conoscere nuovi amici e tanto altro!

Vuoi conoscere meglio le attivit della Giovent Esperantista
Italiana? Hai voglia di 'darci una manò? Allora le nostre
'Iniziativè ed i nostri comunicati fanno apposta per te!

Sei alle prime armi con l'esperanto ed hai qualche dubbio di
grammatica? Abbiamo pensato per te una sezione con esperti sempre
pronti a rispondere chiaramente alle tue domande.

Iscriviti e partecipa alle discussioni!

iej.esperanto.it/forum, il forum giovane dei giovani!

--
Massimo Ripani
Giovent Esperantista Italiana
iej.esperanto.it
iej.esperanto.it/forum


Hiphopa muziko en esperanto - Nova KD

Kiel ofte okazas al ni, malfruetas por anonci al vi la
kristnaskan alvenon, antauvidita cxi jare por la 25a de decembro,
kaj do la dato tro proksimas por proponi al vi la novan albumon
de La pafklik kiel jula donaco; granda premiero en la stilo, cxar
gxi estas la unua hiphopa albumo en esperanto !!

Nia kompleta katalogo cxe :

http://www.vinilkosmo.com



VKKD 93 " Fek al Esperanto "
LA PAFKLIK

La fama hiphopa grupo, la Pafklik, eldonas la unuan hiphopan
albumon 100% en Esperanto! Per altkvalita sono rekte el suburba
Parizo, la du repistoj aljxetas acidajn, humurajn kaj politikajn
vortojn. La albumo enhavas diversajn stilojn: de G-funka repo kun
dolcxaj virinaj ritmenblusaj (R&B) vocxoj, rep-metala, gxis
hardkora stiloj.

Fekbonaj kaj mojosaj furorkantoj kiel "Bum bum kanabis",
"Komerca" kaj kompreneble "Fek al Esperanto".

Atentu, se vi ekauxskultas, tiu albumo igxos via drogo...

Por auxskulti fragmenton aux rekte mendi :

http://www.vinilkosmo.com//?disc=vkkd93&lng=e

Se vi preferas legi laux formato HTML enrete, simple alklaku cxi tie :
http://www.vinilkosmo.com/?newsletter=24&lge=e


Fundamento de Esperanto de L. L. Zamenhof - itala eldono -

Una nuova edizione del Fundamento de Esperanto è stata realizzata da Lilia
Fabretto e Daniela Quartieroni presso l'editrice EVA.

Si tratta del solito Fundamento, che tutti dovrebbero conoscere a memoria, con
queste variazioni:

- le 16 regole sono tradotte in italiano

- i vocabolarietti dei singoli esercizi sono tradotti in italiano

- manca l'Universala Vortaro per il quale si rimanda ad una qualsiasi altra
edizione del Fundamento.

Il costo è 8,00 euri comprese le spese di spedizione (in Italia). Si può
ordinare presso
le Edizioni EVA de Amerigo Iannacone - Via Annunziata Lunga 29 - 86079
Venafro IS, Italujo - ret-adreso: edizionieva at libero.it - conto corrente
postale numero 11343860 intestato a Amerigo Iannacone.

Sarebbe interessante vedere cosa succede se si prova ad utilizzarlo per
insegnare
ad un primo grado.

Renato


Calendario 2009 del gruppo Tigullio

Il gruppo Esperanto Tigullio ha realizzato questanno per la prima volta
un Kalendaro. Il calendario in esperanto con note in Italiano. Chi
volesse averne una o pi copie pu richiederle a:
esperanto.tigullio at libero.it
Il costo di 10 conprensive del costo di spedizione.

Un'immagine del calendario si pu vedere in rete all'indirizzo:
http://tigullio.esperantoitalia.it/attivita.htm

Gli invii verranno effettuati nel corso del mese di gennaio, fino ad
esaurimento scorte.
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia