"Nova Sento in Rete" n. 635 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 635     2009-05-09
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Quello che bisogna sapere
sull'esperanto in 10 punti
> Giovent Esperantista Italiana - Eletto il nuovo Direttivo
> Presentazione del nuovo presidente IEJ
> 13 Maggio 2009 - Roma - Italiano zerbino della lingua inglese
> Giorgio Pagano contro il "TUTTO-INGLESE" a Lucca: parte il ricorso al TAR
> Incontro internazionale nell'ambito del progetto Comenius 2008-2010
> 6-10 Maggio - Insieme a Trieste
> Maggio 2009 - Minicorsi di Esperanto a Vicenza
> Maggio 2009 - Corso di Esperanto a Pesaro
> A Pianoro (BO) corso Esperanto


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Quello che bisogna sapere
sull'esperanto
in 10 punti

1 l'esperanto veramente l'unica lingua internazionale che funziona
attualmente nei cinque continenti ed in circa 120 paesi. Il numero dei
suoi
parlanti stimato fra i 3 ed i 10 milioni; il libro "Guinness dei
primati"
ne calcola 6 milioni.

2 l'esperanto una lingua artificiale, proposta da un medico polacco nel
1887 per facilitare la comunicazione fra tutte quelle persone che non
hanno
la stessa lingua materna. Egli firm il suo progetto linguistico come
"Dottor Esperanto", da cui prese il nome questa lingua.

3 l'esperanto la pi facile delle lingue vive e s'apprende molto pi
rapidamente di tutte le altre. S'impara come tutte le altre lingue ma la
sua razionalit vi permetter, secondo le ore di studio che gli
dedicherete, una eccellente praticit fra i tre ed i sei mesi, inoltre si
impara da 5 a 10 volte pi rapidamente di qualunque altra lingua.

4 l'esperanto pratico soprattutto per chi viaggia, ma anche per
festival
culturali e altri avvenimenti internazionali, od ancora per le molte altre
associazioni internazionali di appassionati: filatelia, economia,
insegnanti, radioamatori, ciclisti, giuristi, ecc.

5 l'esperanto riconosciuto dall'UNESCO - ma le sue risoluzioni non
sono
esecutive. Questa lingua ausiliare non sostituisce nessuna lingua
nazionale
o regionale, ma propone una comunicazione paritaria fra quelli che non
hanno la stessa lingua materna.

6 120 parlamentari europei si sono dichiarati favorevoli alla sua
utilizzazione nel contesto europeo come lingua ponte neutrale, barriera
linguistica contro lo strapotere dell'inglese.

7 In molti casi particolari, l'esperanto applicato come lingua
scientifica, commerciale e di lavoro per molteplici organizzazioni non
governative. Resta ugualmente la lingua ufficiale del Fondo Mondiale di
Solidariet contro la fame.

8 In Italia, la F.E.I. (Federazione Esperantista Italiana), propone alcuni
servizi circa lo studio della lingua e dei suoi valori culturali e di
scambio; pubblicazioni, CD, corsi, accesso ai siti, esercizi e correzioni,
incontri e congressi.

9 Viaggiare in tutto il mondo ricevendo un alloggio gratuito grazie al
Pasporta Servo: una raccolta di 1600 indirizzi di esperantisti in 70 paesi
che vi accoglieranno con gioia per il piacere di comunicare con voi su un
piano di uguaglianza (persone che non impongono la loro lingua materna).

10 Inoltre esiste una vasta letteratura originale e tradotta: spazia dalla
Divina Commedia a La Ricerca della Lingua perfetta, Rat-man, Asterix,
Antologie di vari paesi. Prosegue con numerose opere letterarie, romanzi,
novelle, poesie, opere scientifiche, ecc.

Esperanto France
Tradotto da Livio Fioroni


Giovent Esperantista Italiana - Eletto il nuovo Direttivo

L'assemblea ordinaria dei soci della Giovent Esperantista Italiana,
riunita a Progno di Montescheno (VB) il 2 maggio 2009 ha eletto il nuovo
Direttivo per l'anno sociale 2009/2010. Il nuovo Direttivo cos
composto:

Presidente: Michael Boris Mandirola
Estraranoj: Fabio Bettani, Elina Koryak, Alla Kudryashova, Francesca
Lomello, Francesco Lorenzon e Francesco Maurelli

Buon lavoro a tutti loro.

Francesco Amerio

***********************

Presentazione del nuovo presidente

Salve a tutti,
sabato scorso durante l'assemblea annuale della Gioventù Esperantista
Italiana ne sono stato eletto presidente ed è con grande entusiasmo che
mi
accingo a ricoprire questa carica. Durante il mio mandato vorrei
continuare
quanto di buono la IEJ ha fatto negli anni precedenti a cominciare dal
Festival Giovanile Internazionale, eventi che sono il modo migliore per
avvicinare nuovi ragazzi ed al contempo dare l'opportunit di utilizzare
concretamente l'esperanto ed avere una prova ulteriore della sua
efficacia.
Spero continueremo a crescere ed a presentarci all'esterno in modo
migliore
con le nostre attivit ed i nostri valori. Con me c'è una grande
squadra,
a partire dal vicepresidente Fabio Bettani, Elina Koryak, Alla
Kudryashova,
Francesca Lomello, Francesco Lorenzon e Francesco Maurelli. Tuttavia,
credo
la sfida chiave che ci attende sia quella di riuscire a coinvolgere nuovi
attivisti; non essere un insieme chiuso ma un gruppo aperto che sia in
grado di accogliere e coinvolgere nuove forze. Insieme, anche con l'aiuto
delle nostre associazioni "genitori", FEI e TEJO, credo riusciremo a
crescere veramente. Vi ringrazio in anticipo per il vostro supporto.
Un saluto samideano

Michael Boris Mandirola


13 Maggio 2009 - Roma - Italiano zerbino della lingua inglese

Partecipa insieme a Eugenio Bennato, Mariella Nava, Iva Zanicchi e tanti
altri...
Ti prenotiamo noi! Inviaci il tuo nome e cognome e/o quello dei tuoi
amici
provvederemo noi ad accreditarvi presso i Servizi di sicurezza della
Camera
dei Deputati. Attenzione i posti disponibili sono solo 220!

antiPremio
Italiano zerbino della lingua inglese

organizzato da: Dipartimento Centopercentoitaliano.it e
Democrazialinguistica.it, trasmissione dell'E.R.A.su Radio Radicale

ROMA, 13 MAGGIO 2009 ore 15-20

Camera dei Deputati, Sala delle Conferenze, Via del Pozzetto, 158

Giurati della Premiazione: Giovanni Agresti linguista, Massimo Arcangeli
linguista e critico letterario, Eugenio Bennato cantante, Mihai Mircea
Butcovan scrittore, Michele Gazzola assistente di ricerca di economia
linguistica, Claudio Giovanardi docente di italianistica, Alessandro Masi
segretario generale della Dante, Mariella Nava cantante, Nicola Siciliani
de Cumis docente di pedagogia, Filippo Soldi regista, Corrado Veneziano
regista, Iva Zanicchi cantante.
Presidente dellantiPremio Giorgio Pagano

Programma
ore 15 Inizio
Benvenuto
Presentazione Premio Italiano Zerbino della Lingua Inglese - prima
edizione
2009
Motivazioni generali dell'iniziativa
Presentazione Giuria e saluto ospiti
Proiezione video del regista Filippo Soldi IN TRAM con Piera degli
Esposti,
Gigio Alberti e Carlo Giuseppe Gabardini
Intervento di Giorgio Pagano, Segretario Associazione Radicale Esperanto

ore 16 Musica Italiana
Conversazione con i cantanti della Giuria sulla produzione musicale e sul
mercato radiofonico in Italia
Intervento Giorgia Meloni, attuale Ministro della Giovent, sul progetto
incentivi musica italiana nelle radio
ore 16.30
Presentazione Progetti sulla difesa della biodiversit linguistica
dellERA

ore 17 Federalismo Linguistico per gli Stati Uniti d'Europa e la
salvaguardia delle lingue.
Introduzione di Giorgio Pagano
- Linsegnamento delle lingue straniere come politica pubblica.
Intervento critico di Michele Gazzola Assistente di Ricerca presso
l'cole de traduction et dinterprtation (ETI) - Universit de Genve
esperto di Economia Linguistica
- Doktoro Esperanto di e con Mario Migliucci, spettacolo in forma di
monologo diretto dal regista Giancarlo Fares, della compagnia
CinqueAnelliTeatro


ore 18 Insediamento della Giuria
Lettura Candidature e Motivazioni
Riunione e votazione a scrutinio segreto dei membri della Giuria

ore 18.30 Coro Multietnico di bambini Se...sta voce diretto da Attilio Di
Sanza e Susanna Serpe

ore 19 Lettura risultati dellantipremiazione e proclamazione
dellItaliano zerbino della lingua inglese 2009.
Saluto finale del Segretario dell'Era Giorgio Pagano

Contatti:
info at democrazialinguistica.it
Tel. 0668979301/8

www.centopercentoitaliano.it
www.democrazialinguistica.it


Giorgio Pagano contro il "TUTTO-INGLESE" a Lucca: parte il ricorso al
TAR

Contro la logica del "tutto-inglese", che emerge dal Regolamento sugli
esercizi di somministrazione di alimenti e bevande del Comune di
Lucca, l'Associazione Radicale Esperanto presenta un ricorso al TAR
toscano per chiedere l'annullamento della parte in cui si pretende che
l'intero personale assunto nel centro storico debba "essere a
conoscenza della lingua inglese".

"Un provvedimento pubblico di questo tipo - dichiara il segretario
dell'Era Giorgio Pagano - in contrasto col principio di libert di
iniziativa economica e d'impresa, perch costringe l'imprenditore a
rivolgersi ad una certo tipo di clientela piuttosto che ad un altro, senza
contare che l'imprenditore si dovr fare carico di
oneri maggiori, perch al personale con conoscenza di una lingua
straniera corrispondono qualifiche contrattuali pi elevate."
Giorgio Pagano rileva infine "come sia possibile che questo regime
non si renda conto che oltre ad auto, moda e gastronomia, pu e deve
vendere anche lingua: l'italiano, anzich mirare alla sua
marginalizzazione a favore della lingua coloniale mondiale".




Incontro internazionale nell'ambito del progetto Comenius 2008-2010

Si concluso felicemente il primo incontro internazionale programmato
nell'ambito del progetto europeo Comenius "Dialogo interculturale e
multilingue attraverso la lingua neutrale esperanto" fra l'Italia, la
Spagna e il Portogallo. Vi hanno partecipato alunni e insegnanti della
Scuole media statale "C.Cavour" di Modena e della Scuola media statale
"Tinozzi" di Pescara, la delegazione della Scuola "Cuatro Caminos" di
Don
Benito, in Estremadura, Spagna, e la Escola Secundaria Braamcamp
Freire-Pontinha del Portogallo.
Alla realizzazione dell'incontro (18- 25 aprile 2009) hanno collaborato
gli
insegnanti Ermanno Tarracchini, coordinatore del progetto per l'Italia
(Modena), Luis Ladeira (Portogallo), Jos Maria Salguero (Spagna), Anna
Maria Colacicchi (Pescara) e l' insegnante per il sostegno Valeria
Bocchini
(Modena). Nella scuola di Modena stato offerto agli amici spagnoli e
portoghesi un concerto di musiche e canzoni, interpretate anche con la
lingua dei segni italiana - tra le alunne italiane coinvolte erano
presenti
anche due ragazze sorde- , e uno spettacolo di danze popolari dei Paesi
partecipanti nel progetto, mentre durante l'incontro con la classe di
Pescara che studia l'esperanto sotto la guida della professoressa Anna
Maria Colacicchi, le quattro scuole hanno presentato una sintesi delle
ricerche dei ragazzi sulla propria regione elaborata con Power Point e
presentata dagli stessi alunni in lingua esperanto.

Al programma turistico e culturale inerente al progetto hanno collaborato
anche esperantisti di Modena (Maura Mordacci), di Bologna (Mario e Gianna
Amadei), di Pescara (tutto il gruppo esperantista "Una voce per il
mondo" e
in particolare il signor Davide Pace) e di Roma (ing. Ranieri Clerici che
ha accompagnato le due delegazioni straniere nella loro visita alla cit
eterna). A tutti si esprime il pi sentito ringraziamento.

Gli amici spagnoli e portoghesi sono rimasti molto soddisfatti
dell'accoglienza e delle giornate trascorse insieme e ringraziano in modo
particolare per l'amicizia nata fra i nostri ragazzi e i loro alunni.
Il prossimo incontro internazionale avr luogo in ottobre presso la scuola
Braamcamp Freire-Pontinha, in Portogallo.

Luigia Oberrauch Madella



6-10 Maggio - Insieme a Trieste

Insieme a Trieste la manifestazione organizzata dal 6 al 10 maggio dalle
Associazioni del volontariato, tra le quali la
Associazione Esperantista Triestina, che vi allestir un suo stand
informativo.
La sede presso il "Salone degli incanti" in Riva Nazario Sauro e
l'orario
di apertura dalle 8 alle 20.
Tra i vari programmi particolari previsti, elenchiamo quelli curati dalla
T.E.A.:

giovedì 7 maggio h. 16.30 - 17.30 "L'Esperanto cos'è"
venerdì 8 maggio h. 11.00 - 12.00 "Presentazione del 61 Congresso
IFEF"
venerdì 8 maggio h. 16.30 - 17.30 "Cento anni di Esperanto a
Trieste"
domenica 10 maggio h. 11.00 - 12.00 proiezione del film "In Cina con
l'Esperanto"


Gli esperantisti triestini vi attendono!

Ermigi Rodari


Maggio 2009 - Minicorsi di Esperanto a Vicenza

Nei sabati 9 e 16 maggio, il Vicenza Esperanto Centro organizza 7
minicorsi
(della durata di 2 ore!) di Esperanto, con la collaborazione del Settore
Decentramento del Comune di Vicenza e della Biblioteca Civica di
Montecchio
Maggiore.

L'iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Vicenza, si
basa
su un
corso messo a punto dal Gruppo Esperantista di Buenos Aires, che mi era
stato
presentato quando li visitai e avevo avuto modo di collaudare dopo un
adattamento alla lingua italiana.

Si tratta ovviamente di un sunto, ma sufficientemente esaustivo, della
grammatica dell'Esperanto, preceduto da una piccola introduzione e
seguito da
risposte ad eventuali domande. Il tutto, quindi, sta comodamente in uno
spazio
temporale di due ore e mezza, che non spaventano (speriamo) neppure il pi
timoroso allievo. Se, poi, come ci auguriamo, qualcuno vorr approfondire
l'argomento, gli verranno fornite tutte le indicazioni necessarie per
farlo
o ai
nostri corsi o in rete.

La cosa interessante, credo, la proposta simultanea: 4 insegnanti un
sabato, e
3 quello successivo, per concentrare lo sforzo ed ottenere pi visibilit.
Causer qualche maggiore problema organizzativo e logistico, ma ci
permetter di
coprire tutto il territorio comunale pi quello di Montecchio Magg. senza
lasciare "via di scampo" :-)

Se qualcuno fosse interessato al testo del corso, o alla locandina che
abbiamo
realizzato, per poterli riutilizzare, mi scriva in privato e sar lieto di
inviarglieli.

daniele binaghi

http://www.pecorElettriche.it


Maggio 2009 - Corso di Esperanto a Pesaro

Tutti i Lunedì del mese di maggio (giorni 04,11,18,25)
Orario: dalle 21,00 in poi.
Docente: Michele Menciassi
Programma: Elementi base di conversazione, letture, giochi, possibilità
di
viaggiare con l'Esperanto, chiacchiere con chi ha girato il mondo,
ideali di
fratellanza.
Il corso avrà luogo nella sede del circolo Legambiente "il Ragusello"
di
Pesaro situata a Pesaro, Largo A. Moro n. 12 (ultimo piano a sinistra
sopra
gli uffici dell'Urbanistica del Comune di Pesaro).
Per informazioni: tel.:Enzo Frulla: 3485284867,Claudio Mari:3286923567 ;
e-mail: enzo.frulla at libero.it

Enzo Frulla


A Pianoro (BO) corso Esperanto

Il Presidente del GEB Agostini comunica che il 15 marzo c stata
linaugurazione del ripristino del nuovo centro urbano di Pianoro; alcuni
soci del GEB hanno presenziato; il sindaco di Pianoro, sig.ra Simonetta
Saliera, ha celebrato lintitolazione della Piazza a Falcone e Borsellino
e
ha ricordato ladiacente corso Esperanto. Il presidente del GEB ha chiesto
e ottenuto di poter partecipare allinaugurazione con un breve discorso di
saluto alla cittadinanza, di ringraziamento al Sindaco e di apprezzamento
dellintitolazione allEsperanto di unarea del centro, in un contesto di
aspirazione alla libert, anche nella lingua (riprendendo concetti
espressi
dal Sindaco), rappresentata dalle vicine vie Dante e Carducci, Gramsci e
Libert. Infine, dalla FEI pervenuta una copia del vocabolario di
Minnaja
che sar donato alla biblioteca del Comune di Pianoro".

Mario Amadei
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia