"Nova Sento in Rete" n. 639 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 639     2009-06-05
> Esperanto: istruzioni per l'uso - La Federazione esperantista Italiana
> Cassino, 2009.08.28-09.03 - Il Congresso Italiano
> 14 Giugno - San Giuliano Terme (PI)- 5 EsperanTago della IEJ
> Il gruppo di Napoli
> Firenze, Terrafutura nonostante tutto!!!
> Germanio - Novjara 26-a Internacia Festivalo en Nrdlingen


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - La Federazione esperantista Italiana (FEI).

La Federazione Esperantista Italiana (FEI), con la sezione giovanile IEJ,
l'Ente morale che si occupa di diffondere la lingua pianificata
esperanto in Italia. In particolare lo statuto stabilisce l'estraneit ad
ogni ideologia politica o fede religiosa. Essa è la Federazione tra i gruppi
locali italiani e le "fakaj Asocioj" (associazioni di categoria).

La Federazione Esperantista Italiana (FEI) non ha fini di lucro
ed finanziata esclusivamente dai propri soci o da enti pubblici
(per specifiche iniziative); essa inoltre non svolge attivit d'impresa.

Tutti i collaboratori sono volontari non pagati.

Le sue attivit comprendono:
- l'organizzazione del congresso nazionale;
- l'organizzazione di seminari durante i quali si approfondiscono le
tematiche inerenti il movimento e le sue strategie nelle varie attivit;
- il coordinamento delle attivit dei gruppi;
- la stampa di materiale informativo.

La Federeazione Esperantista Italiana (FEI) fa parte dell'Associazione
Esperantista Mondiale (UEA) che la coordina a livello mondiale con
le altre associazioni nazionali.

Organo della Federazione Esperantista Italiana (FEI),
la rivista mensile L'Esperanto.

Le attivit vengono coordinate dal Consiglio Nazionale (composto da 21
membri eletti dall'assemblea dei soci) e realizzate dal Comitato
Esecutivo.

Maggiori informazioni sul funzionamento della Federazione sono disponibili
sul sito www.esperanto.it

Framerio


Cassino, 2009.08.28-09.03 - Il Congresso Italiano

Da due anni la Federazione Esperantista Italiana ha deciso di modernizzare
i suoi congressi nazionali.

Dopo la prima esperienza a Pisa (2007) si confermato come guida di questo
progetto di rinnovamento l'allora organizzatore Brunetto Casini,
esperantista conosciuto nel mondo principalmente per la sua casa editrice
Edistudio.

Il nuovo aspetto dei congressi italiani caratterizzato dai "Seminari",
unit di studio riguardanti uno specifico aspetto dell'Esperanto, che
durano circa 20 ore divise in tre-quattro giornate intere.

Ogni anno vergono organizzati almeno tre diversi seminari, riguardanti
diversi temi specifici, e la guida di tali seminari affidata ad un
esperto specifico in quell'aspetto culturale dell'esperanto.

I "Seminari" del Congresso Italiano sono tenuti esclusivamente nella Lingua
Internazionale, ed si rivolgono ad un pubblico internazionale.

Negli anni passati sono stati guidati da: Paul Gubbins, Mauro Nervi, Baldur
Ragnarsson, Franois Bartsch, Stano Marcek, Claudio Imbrenda, Sean ORiain.
Per Cassino sono starti invitati: Jak Le Puil, Ulrich Lins, Louis Zaleski
Zamenhof.

Parallelamente ai seminari vengono tenuti corsi intensivi di Esperanto
divisi in due livelli (il corso base e il corso avanzato) sempre affidati
ad importanti insegnanti d' Esperanto come: Katalin Kovats, Kristin
Tytgat, Anna Lowenstein, Luigia Oberrauch Madella.

Inoltre il programma prevede una serie di attivit ricreative di non minore
interesse. Riguardo il concerto pubblico di Gianfranco Molle avvenuto nei
pressi di Pisa nel 2007 ne hanno parlato almeno 30 diverse testate
nazionali tra cartacei ed elettronici.

Inoltre non dimentichiamo la parte turistica: venire alle pi belle citt
di Italia e non visitare il loro circondario sarebbe certamente un crimine,
durante gli anni passati sono state visitate le citt di: Pisa, Lucca,
Volterra, Roselle, Grosseto, le isole Giglio e Giannutri.

Nel 2009 visiteremo la citt di Cassino, il suo monastero a Monte Cassino
la vecchia citt Caserta e la sua reggia.

Partecipa al congresso italiano ed esso ti rimarr nel cuore e negli occhi
per molti anni...

http://italakongreso.esperantoitalia.it/index_it.html


14 Giugno - San Giuliano Terme (PI)- 5 EsperanTago della Giovent
Esperantista Italiana

Si terr il 14 di giugno a San Giuliano Terme (PI) il 5 EsperanTago.
Sia che tu sia appena entrato in contetto con l'Esperanto, sia che gi
lo conosca perfettamente, vieni a divertirti con noi: chiacchiere,
abbondanti derrate alimentari, scherzi e altre sorprese ti aspettano!
Ci incontreremo nella stazione ferroviaria di San Giuliano (sulla
linea Lucca - Pisa), facilissima da raggiungere in treno. E ricorda:
la partecipazione totalmente gratuita.
I giovani esperantisti toscani e la IEJ ti aspettano!

Info: http://iej.esperanto.it/esperantago
Facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=85129649909

Fabio BETTANI
fabio.bettani@esperanto.it


Il gruppo di Napoli

Il gruppo esperantista napoletano ha fatto ieri una cosa che pochi altri
gruppi italiani fanno con altrettanta facilità. Ha organizzato la
presentazione di un libro in esperanto (Morto de artisto di Anna
Lowenstein) in una delle grandi librerie di Napoli in cui si tengono
normalmente simili presentazioni di libri in lingue più grandi, come
l'italiano.

La presentazione si è fatta in esperanto con traduzione in italiano per
i clienti della libreria che si sono fermati a curiosare. È anche
ricomparso uno che aveva studiato l'esperanto 20 anni fa.

Anime della cosa Maria Rosaria Esposito e Nicolino Rossi.

Poi dice: ma l'esperanto nel Mezzogiorno non progredisce!! Va bene, ma
sfido i gruppi non del Mezzogiorno ma delle 6 e mezza e della Mezzanotte
d'Italia ad organizzare una cosa simile in ambiente "italiano".

Renato Corsetti


Terrafutura nonostante tutto!!!
Firenze, 29-30-31 Maggio.

La tre giorni di Terrafutura si è conclusa; l'Associazione Esperantista
Fiorentina (AEF), patrocinata dalla Federazione Esperantista Italiana
(FEI), è stata sempre presente con un suo chiosco, presidiato da un
nutrito gruppo di associati dell'AEF con la supervisione organizzativa del
sempre presente Carlo Matteini.
Nonostante lo spazio concesso fosse esiguo e nonostante la collocazione ed
il clima da estrema periferia, l'associazione esperantista è comunque
riuscita ad attirare la curiosità sia dei visitatori di Terrafutura sia
degli altri espositori presenti.
Sufficientemente numerose le persone che spontaneamente si sono avvicinate
ed hanno chiesto informazioni, purtroppo alcune di loro erano convinte che
la lingua fosse già estinta, altre, appassionate dello studio delle
lingue in generale ci interpellavano sulla composizione della grammatica,
una di queste, tra l'altro impegnata nell'apprendimento di un'antica lingua
indiana (sanscrito), ha voluto ascoltare e leggere alcuni brani scritti in
esperanto, riuscendo a tradurli all'istante e senza particolari indugi.
Abbiamo avuto anche la visita di una attrice/regista che ci ha voluto
raccontare di un suo impegno teatrale su una narrazione di Italo Calvino
(Un pomeriggio, Adamo), nella quale è presente una breve battuta riguardo
un protagonista con il nome esperantizzato perché figlio di un anarchico
appassionato di esperanto. Non è mancato pure,
chi, confidandoci di avere una madre di origini croate ed ex studentessa di
esperanto nella propria scuola statale, ci ha replicato perfettamente a
memoria un motivetto che sua madre gli ripeteva quando lui era bambino.
Molto letta e distribuita è stata la dissertazione su l'esperanto, Una
lingua per l'uguaglianza e la democrazia scritta da Contardo Telaretti, uno
dei più esperti esperantisti fiorentini, ma probabilmente, i pezzi forti
delle tre giornate sono stati i corsi rapidi svolti da Leonardo Pampaloni,
presidente dell'AEF, che è riuscito ad attirare oltre le persone che
occasionalmente passeggiavano nei paraggi, anche altri, i quali, dopo aver
visto in momenti precedenti il chiosco degli esperantisti, erano ritornati
appositamente per assistere al corso.

Luca Croce


Germanio - Novjara 26-a Internacia Festivalo en Nrdlingen

Karaj geamikoj,
fine de junio finigxos la unua periode de IF-kotizoj. Aligxu jam nun kaj
gxuu niajn plej favorajn kotizojn! Vi ricevas krome rabatokuponojn; ekz.
plurfoja partopreno, novuloj, ktp (kuponojn vi trovos surloke en via
dokumentujo).

Nrdlingen (Noerdlingen; pron: Ne:rdlingn), bavara urbeto, en la urba
triangulo de Stuttgart (110 km), Nrnberg (85 km) kaj Mnchen (120 km)
bonvenigas vin al nia 26-a IF. La malgranda mezepoka urbo estas konata (kaj
fakte la ununura en Germanio) pro sia komplete konservita urba murego -
rondiru sur gxi la urbon en iom pli ol 3 h ... konvena (kaj refresxiga)
instigo por la novjara promeno la 1-an de januaro 2010. En nur kelkaj
minutoj vi povas atingi la urban centron, i.a. la pregxejon St. Georgo kun
sia 90 m alta pregxeja turo "Daniel". Cxu vi estas grimpemulo? Suriru la
pregxejan turon kun pli ol 350 sxtupoj ... kaj vi gxuas unikan urban
panoramon!

Nia nunjara klerigejo estas novkonstruo kaj inaugurita en septembro 2007,
situanta rekte cxe la urba murego. Por atingi la urban centron vi "trairu"
unu el la kvin urbaj pordegoj; ekz. la nordflanka situas en distanco de nur
kelkaj metroj. Ankau la stacidomo (atingebla per regionaj trajnoj) estas
piede atingebla. La domo apartenas al austra entrepreno, kiu organizas
junularajn kaj tutfamiliajn feriosemajnojn. En Austrio ili posedas jam pli
ol 30 tiajn domojn, la domo en Nrdlingen estas la unua en Germanio, gxia
nova estro (Andreas van der Sanden) estas konata al ni el la 14-a kaj 17-a
IF en Trier. Nin atendas do amika gastigado en agrabla etoso: grandaj
cxambroj (ofte kun balkono kaj TV), sauno en la domo (disponebla lau nia
deziro), belaj salonoj kaj etosoplena Knajpo (kun suficxaj sidlokoj), cio
je nia ekskluziva disponeblo!

Liba kaj Floreal Gabalda (Francio) jam spontanee vizitis Nrdlingen kaj
skribis:
>> Nia impreso estis grandioza! Tre bela loko, luksaj, grandaj kaj
komfortaj cxambroj, ecx pli bonaj ol en Dusseldorf. Estas ankau ludcxambro
por malgrandaj infanoj en la teretagxo kaj la Knajpo estas tre bone
lokita. Post tre ricxa matenmangxo (en formo de bufedo; mankis nenio!), ni
trarigardis la domon kaj poste ni promenis, i.a. sur la mezepoka murego kaj
en la urba centro. Nrdlingen estas vere rava kaj pitoreska urbeto, certe
multaj aprezos la elekton! <<

Cxu cxi-jare vi (denove) partoprenos en IF kaj spertos nian etosoplenan
seminarion? Ni gxojas pri via baldaua aligo. En niaj interretaj pagoj vi
trovas i.a. PDF-informilojn, vi povas sendi ilin paperforme, instigu do
viajn geamikojn al komuna aligxo! Se vi deziras ricevi la paperan version
de niaj Informiloj, bv. skribi. Informu ankau, se vi disponas pri adresoj
de konatoj kaj/au geamikoj, al kiu ni sendu niajn IF-informojn.

Nia nunjara kadra temo: fabeloj. Viaj kontribuoj estas bonvenaj, ne nur pri
la kadra, sed ankau pri aliaj temoj. Celo de nia tuttaga ekskurso estos
Nrnberg (Ni:rnberg), la urbo kie en 1888 fondigxis la Unua Esperanto-Grupo
de la mondo. Konatigxu kun la nordbavara metropolo (sub gvido de lokaj
esperantistoj) kaj gxuu tagmangxon en tipa restoracio...

Koran saluton al vi kaj bonvenon al la 26-a IF en Nrdlingen!
Festu jarfine kun ni!

HDP / Hans-Dieter Platz
IF-organizanto

(Se vi ne deziras ricevi niajn informojn, bv. skribi)

..........................................................:.............

jarfine al IF 26-a IF en Nrdlingen
Aligxstato 56 personoj el 14 landoj
Retposxto HDP@internacia-festivalo.de
Interreto www.internacia-festivalo.de
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia