"Nova Sento in Rete" n. 653 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 653     2009-09-26
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Lo sviluppo della lingua
> Circolare di inizio dell'anno di attivita'
> Gli esperantisti italiani hanno un nuovo forum!
> Junulara E-Semajno 2009, a Capodanno in Polonia: carovana a Zakopane?
> Guccini, De André e tanti altri in esperanto in rete
> Fiabe e racconti cercasi
> Corsi di esperanto a Roma
> Conferenze e corsi a Reggio Emilia


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Lo sviluppo della lingua

Inizialmente l’esperanto consisteva in circa 1000 radici, dalle quali
si potevano formare 10000 o 12000 parole.

Oggi i vocabolari di esperanto comprendono spesso 15000 o 20000
radici dalle quali è possibile formare centinaia di migliaia di parole,
e la lingua continua ad evolversi: l’Accademia di Esperanto controlla
le attuali tendenze. Nel tempo l’esperanto è stato usato per quasi
tutti gli scopi immaginabili.

La lingua è stata proibita e chi ne faceva uso veniva perseguitato,
nell'URSS di Stalin, che la considerava una lingua da "cosmopoliti",
nella Germania di Hitler, per il quale era una lingua da ebrei (Zamenhof,
il
suo inventore, era ebreo), e in molti altri stati europei (Spagna,
Portogallo,
Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Bulgaria e Romania). Questo
ha causato un ritardo di decenni nello sviluppo della lingua.

Per quanto riguarda l’uso domestico dell’esperanto, oggi esistono
circa mille persone che lo parlano dalla nascita.

Universala Esperanto Asocio
Federazione Esperantista Italiana


Circolare di inizio dell'anno di attività

Cari rappresentanti dei gruppi esperantisti in Italia,

Grazie a tutti quelli (molti) che hanno mandato dei rappresentanti al
convegno dei gruppi a Cassino durante il congresso nazionale.

Sta ricominciando dappertutto l'anno di attività dei gruppi ed alcuni
già
si stanno organizzando per la giornata europea della lingua, 26 settembre,
e per il cosiddetto Ago-tago, giornata di informazione, il 3 ottobre.

Auguri a tutti per la migliore riuscita di queste attività.

Colgo l'occasione per ricordarvi che quest'anno, nei mesi che ancora
restano, ricorrendo il 150° anniversario dalla nascita di L. L. Zamenhof,
abbiamo un motivo in più per chiedere alle amministrazioni comunali di
intitolare strade a Zamenhof o all'esperanto. E lo stesso potremo fare
nel
2010, anno in celebreremo il centenario della Federazione Esperantista
Italiana.

La FEI è sempre a vostra disposizione. Scriveteci se avete dei problemi.

Cordialmente

Renato Corsetti
Presidente della FEI

http://www.esperantoitalia.it


Gli esperantisti italiani hanno un nuovo forum!

Dopo qualche mese di interruzione del servizio, legata alla generale
riorganizzazione delle pagine in rete di www.esperanto.it e dei
relativi sottodomini, la Gioventù Esperantista Italiana ha finalmente
approntato un nuovo forum, facile ed agevole da usare.

Sfortunatamente, non è stato possibile salvare gli account registrati
prima dell'interruzione; invitiamo quindi tutti i... diskutemuloj a
visitare il nuovo forum ed iscriversi nuovamente.

Sono accettate discussioni su qualsiasi argomento, in italiano o in
esperanto. Il forum è moderato dalla IEJ, ma vuole fungere da punto di
riferimento per l'intero movimento esperantista italiano: tutti i
punti di vista sono più che benvenuti!

I rappresentanti delle fakaj asocioj che volessero dotarsi di una
sezione riservata del forum, per poter ospitare le proprie discussioni
interne in un luogo pubblico anziché nelle solite "mailing list"
private e riservate agli adepti, sono invitati a farlo sapere alla
IEJ: iej at esperanto.it.

Ah, dimenticavo! Ecco l'indirizzo del forum, facilissimo da ricordare:
http://forum.esperanto.it

Buone chiacchierate!

Fabio Bettani


Junulara E-Semajno 2009, a Capodanno in Polonia: in carovana
dall'Italia a Zakopane?

In occasione della prima edizione della Junulara E-Semajno, il nuovo
raduno esperantista giovanile che si terrà a Zakopane (Polonia) a
Capodanno 2009, la IEJ sta considerando la possibilità di realizzare
una carovana dal nord Italia a Zakopane, per consentire a chi lo
desiderasse di compiere insieme il viaggio di andata e ritorno.

I dettagli verranno stabiliti, se sarà raggiunto un numero sufficiente
di adesioni, in maniera tale da favorire la più ampia partecipazione.
Per segnalare l'intenzione di partecipare alla carovana, rivolgiti
all'indirizzo iej at esperanto.it.

Maggiori informazioni sulla JES sono disponibili (in esperanto) nella
pagina ufficiale del festival: www.jes.pej.pl.

--
Massimo Ripani

Itala Esperantista Junularo
Gioventù Esperantista Italiana
iej.esperanto.it
forum.esperanto.it


Guccini, De André e tanti altri in esperanto in rete

Traduzioni di centinaia di canzoni italiane in esperanto sono disponibili
presso il sito
http://www.cinquantini.it/esperant/itkantit.html


Fiabe e racconti cercasi

Per la mia collezione personale, sto cercando fiabe tradizionali, racconti
popolari, ecc. soprattutto indirizzate ai bambini.
Chi volesse contribuire, può inviarmi per posta elettronica il file in
formato "pdf" o "word (*.doc)", se in lingua diversa dall'italiano,
anche
con il testo originale e la traduzione.
Grazie di cuore,

Marino Curnis
marinocurnis at marinocurnis.com



Corsi di esperanto a Roma

1) presso il Gruppo Esperantista Romano, via S. Dorotea 23, 2° piano.
Corso 1° grado: il venerdì dalle 17 alle 18, inizio il 9 ottobre.
Iscrizioni e info: esperanto.roma at esperanto.it - tel. 333.8248222
Corso 2° grado: il venerdì dalle 18 alle 19,30, inizio il 9 ottobre.

2) presso l'Università Popolare UPTER, sede centrale, via Quattro
Novembre
157.
Corso 1° grado: il giovedì dalle 17 alle 19, inizio l'8 ottobre.
Corso 2° grado: il mercoledì dalle 17 alle 19, inizio il 7 ottobre
Iscrizioni presso l'Upter, tel. 06.6920431.



Conferenze e corsi a Reggio Emilia

Il gruppo esperantista di Reggio Emilia si chiama Kvar Katoj, ma in verità
le attività che si stanno organizzando nella città emiliana sono il frutto
di una associazione molto decisa e determinata.
Grazie al contributo della Fondazione Manodori e Conad avranno luogo,
presso la Sala Mediatica dell'Università e il Circolo Culturale La
Gabella,
Arco via Roma, ben 3 conferenze sulla Origine delle Lingue durante le
quali
parlerà l'esperto e noto cultore in materia Romano Bolognesi di Bologna.
In ottobre poi seguiranno 2 corsi di Esperanto: uno di primo e l'altro di
secondo grado. Ambedue i corsi, dopo una quindicina di lezioni,
termineranno con l'esame organizzato dall'Istituto Italiano di Esperanto
nella sede dei corsi. Gli insegnanti dei corsi sono il dott. Romano
Bolognesi e la sig.ra Luigia Oberrauch Madella.

Luigia Madella
silkovojo at aliceposta.it
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia