"Nova Sento in Rete" n. 694 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 694     2010-07-10
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Le attività del movimento
esperantista
> L'italiano fuori dai brevetti? Il Governo si mobiliti contro
l'oligopolio
> Itala Kongreso en Lignano Sabbiadoro - Amasa alig'o de afrikanoj
> Accademia Internazionale delle Scienze - Esito assemblea
> Mantova - 11 settembre - L'esperanto al Festivaletteratura
> Junia Europa Bulteno en la reto


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso -
LE ATTIVITÀ DEL MOVIMENTO ESPERANTISTA

Il movimento esperantista è rappresentato a livello mondiale dalla
Associazione Esperantista Universale, con sede a Rotterdam,
membro consultivo dell'UNESCO.
Esistono poi le associazioni nazionali (In Italia la Federazione
Esperantista Italiana, con sede a Milano) e, nelle città, i gruppi
locali. Affiancano questa struttura le associazioni di categoria,
che accolgono quegli esperantisti che abbiano specifici interessi:
gli scrittori, i ferrovieri, i ciechi, gli scacchisti, gli appassionati di
computer, i vegetariani, i cattolici, i comunisti, i commentatori
della Bibbia, i filosofi, i fan della musica rock, i federalisti europei,
i ciclisti ed altri ancora possono contare su organizzazioni già
esistenti ed attive in tutto il mondo. In Italia particolarmente attiva
è l'Esperanto Radikala Asocio, che propugna la diffusione della
lingua a livello politico.
L'Esperanto è una lingua, e può essere usato per parlare o
scrivere di qualsiasi argomento, di qualsiasi passione;
l'Esperanto è al di là della politica, della religione, di ogni
ideologia.

Gli esperantisti si incontrano nei congressi internazionali. Ogni
anno si tengono un congresso mondiale degli adulti ed uno giovanile,
di volta in volta in una città diversa (In questi ultimi anni: Vienna,
Cuba,
Brighton, Pechino...).
Chi ama viaggiare, può seguire gli appuntamenti
esperantisti in giro per il mondo.

Degna di nota è poi l'attività editoriale esperantista, che si divide in
due campi: le traduzioni e le opere originali. Per quanto riguarda le
traduzioni, si possono trovare in Esperanto non solo tutte le opere
fondamentali della cultura mondiale, dalla Bibbia al Corano, dalla
Divina Commedia al Kalevala, da Shakespeare a Goethe, ma
anche moltissime opere di prosa o poesia scritte da autori famosi
nella propria nazione, ma non all'estero; abbiamo così i Dante ed i
Manzoni della Polonia, del Giappone, del Brasile, della Corea,
scritti di altissimo valore ma difficilmente trovabili in Italiano.

Per quanto riguarda le opere originali, esiste una vasta produzione
di saggi, di narrativa e di poesia; l'Esperanto ha i propri poemi epici,
i romanzi gialli, gli autori comici, i copioni teatrali. In Esperanto,
inoltre, si pubblicano costantemente decine di riviste settimanali
o mensili, alle quali è possibile abbonarsi da tutto il mondo.

Per concludere, possiamo dire che, al giorno d'oggi, alcuni milioni
di persone parlano Esperanto, e fra loro numerosi ingegni di primo
piano. Gli esperantisti sono volontari: non hanno a disposizione
potere economico o politico. Hanno però tre grandi armi:
primo, l'Esperanto si impara in un quinto del tempo necessario per
l'Inglese;
secondo, l'Esperanto si impara spendendo un centesimo
di quanto si spende per imparare un'altra lingua;
ed infine, con l'Esperanto si entra subito in una comunità internazionale
che offre infinite possibilità di studio, di viaggio, di divertimento.

Testo di Marco Bezzi - 1995
Adatatto e rivisto da Francesco Amerio - 2003


GIORGIO PAGANO: L’ITALIANO FUORI DAI BREVETTI?
IL GOVERNO SI MOBILITI SUBITO CONTRO L’OLIGOPOLIO!
Dichiarazione del Segretario dell’associazione radicale “Esperanto”

Roma 05 Luglio 2010
COMUNICATO STAMPA

Apprendiamo dalla stampa che il Commissario
Barnier ri-propone di tagliare fuori l’italiano e
lo spagnolo dalle lingue del Brevetto Europeo.

Nel dicembre scorso si era giunti ad un accordo
politico, e Ronchi se ne era fatto valido
artefice, affinché le lingue del sistema
comunitario dei brevetti comprendesse l’italiano.

Ora Barnier torna ad imporre un trilinguismo al
neonato sistema comunitario dei brevetti,
adducendo ragioni di pragmatismo e di risparmio dei costi di traduzione.

Si tratta però di un’analisi dei costi a senso
unico! Infatti, se è vero che per il brevetto
comunitario a livello aggregato si spenderà di
meno in traduzione, in compenso vi è un effetto
discriminatorio di ripartizione degli oneri a
sfavore delle imprese che non hanno come lingua
ufficiale l’inglese, il francese o il tedesco.

In ultima analisi, questo si traduce in una
diminuzione di competitività aziendale delle
imprese italiane rispetto a quelle tedesche, francesi e inglesi.

Non solo! Accettare la proposta Barnier significa
accettare un nuovo colpo all’italiano come lingua
d’elaborazione e trasmissione del sapere tecnico-scientifico.

Se non si vogliono permettere monopoli, salvare
la propria lingua dalla colonizzazione inglese,
risparmiare guadagnandoci tutti, c’è solo la via
dell’innovazione linguistica democratica.
L’Esperanto come lingua di riferimento giuridico:
ciascuno presenterà nella propria lingua-madre il
brevetto, accompagnato dall’Esperanto come lingua
di riferimento tecnico-giuridico.


Itala Kongreso en Lignano Sabbiadoro - Amasa alig'o de afrikanoj

Multaj afrikaj esperantistoj alig'is al la
jubilea Itala Kongreso de Esperanto en Lignano fine de aùgusto,
http://italakongreso.esperantoitalia.it/77/index.html .

El Afriko alig'is laù la lastaj informoj 5 el
Angolo, 4 el Komoroj, 2 el Kongo Kins'asa, 2 el
Togolando, 1 el Madagaskaro, 1 el Tanzanujo kaj 1 el Malio.

Renato Corsetti


Accademia Internazionale delle Scienze - Esito assemblea

Si è svolta giovedì scorso a San Marino l'assemblea dell'Accademia
Internazionale delle Scienze, associazione scientifica sammarinese che
svolge attività di ricerca e didattica universitaria in varie lingue,
con particolare riguardo all'esperanto.

Sono stati confermati come presidente il prof.
Carlo Minnaja dell'università di Padova e come
altri membri del direttivo il prof. F.
Pennacchietti dell'università di Torino e il
prof. R. Venturini dell'università di San Marino.

http://www.ais-sanmarino.org/


Mantova - 11 settembre - L'esperanto al Festivaletteratura

Il Gruppo esperantista mantovano sabato 11
settembre parteciperà al Festivaletteratura a
Mantova con la lettura di un testo in esperanto
durante una manifestazione plurilingue.
Informazioni più precise quando uscirà il
programma ufficiale. Intanto preparatevi!

Graziano Ricagno


Junia Europa Bulteno en la reto

Junia Europa Bulteno estas legebla che la jenaj adresoj:
<http://www.gazetejo.org/eo/node/2082>http://www.gazetejo.org/eo/node/2082
kaj ankaÅ­ en <http://remush.be/bulteno/>http://remush.be/bulteno/

Zlatko Tišljar
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia