"Nova Sento in Rete" n. 715 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 715     2010-12-18
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Chi lo dice che l'esperanto è più facile?
> Buon Natale
> Il Mondo ricorda il creatore dell'Esperanto
> Torino - 20 Dicembre - Zamenhofa Tago e Festa di Natale
> Roma - Natale 2010 in Piazza San Pietro - 19a Urbi et Orbi
> Milano - 18 Dicembre - S.Messa in Esperanto
> E' attivo il canale Twitter di Disvastigo (www.twitter.com/disvastigo)
> Gruppo di Genova


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Chi lo dice che l'esperanto è più facile?

Lo dicono gli esperantisti per esperienza personale... Comunque ecco alcuni degli esperimenti scientifici compiuti:

1925 - 1931, Columbia University, New York, USA: 20 ore di esperanto danno un risultato superiore a 100 ore di francese, tedesco, italiano o spagnolo.

1947 - 1951, Sheffield, Gran Bretagna (dal 1948 anche a Manchester): un bambino apprende in 6 mesi tanto esperanto quanto francese in 4 - 5 anni; dopo alcuni mesi di esperanto si ottengono migliori risultati nell'apprendimento delle altre lingue.

1958 - 1963, scuola media di Somero, Finlandia: sotto il controllo del Ministero dell'Istruzione si è verificato che gli alunni, dopo un corso di esperanto, sapevano raggiungere un livello in tedesco superiore a quello degli alunni che studiavano solo il tedesco, anche se più a lungo.

1962 - 1963, Università di Budapest, Ungheria: confronto fra esperanto, russo, inglese e tedesco; l'apprendimento dell'esperanto risulta di gran lunga più facile rispetto a tutte le altre lingue.

1983 - 1988, scuola elementare Rocca di San Salvatore (GE): gli alunni che studiano prima esperanto e poi francese raggiungono un livello superiore rispetto a quelli che studiano solo francese.

Dal febbraio 1975 il Professor Helmar Frank e l'Istituto di Pedagogia Cibernetica dell'Università di Paderborn (Germania) hanno verificato scientificamente Ìeffetto prepedeulico dell'insegnamento dell'esperanto nella scuola elementare come preparazione allo studio successivo dell'Inglese da parte di alunni tedeschi. In anni successivi si aggiungono alla sperimeniazione altre classi in Germania, Francia, Italia, ed ex Jugoslavia. In tutte le classi si constata un miglioramento delle capacità di apprendimento dell'Inglese successivamente insegnato.

Nel settembre '93 in Italia, Russia, Ucraina, Uzbekistan e Kazakistan è iniziato un esperimento detto "Insegnamento di Orientamento Linguistico" sotto il controllo scientifico dell'Istituto di Cibernetica di Paderborn (vedi paragrafo precedente) e dell'Accademia Internazionale delle Scienze di San Marino. Nel 1994 si aggiungono classi sperimentali slovene, austiache e ungheresi.
II metodo detto "di Paderborn", utilizzato in questa fase sperimentale, sfrutta la semplicità, la regolarità, la mancanza di eccezioni e la chiarezza proprie dell'esperanto per stimolare la comprensione delle strutture delle altre lingue e, conseguentemente, per migliorare la capacità e la predisposizione ad apprenderle.
Il risultato è che, paragonando la conoscenza dell'inglese in 2 classi della stessa età che abbiano la prima studiato 2 anni di esperanto e 2 anni di inglese e la seconda 4 anni di inglese, si constata che gli alunni della prima sanno l'inglese meglio di quelli cha lo hanno studiato 4 anni.

1993-1997, in Italia si sperimenta Ìesperanto "come lingua propedeutica allo studio delle lingue straniere nella scuola elementare " nella Scuola Gaetano Salvemini di Torino. Sono coinvolte tre classi. In seconda e terza classe gli alunni imparano l'Esperanto di base e lo usano per comunicare a livello internationale con altre scuole. In quarta e quinta due classi passano una allo studio dell'Inglese e l'altra allo studio del francese.
Dall'anno scolastico 1994/95 questa sperimentazione è autorizzata dal Ministero della Pubblica Istruzione.
La valutazione conferma l'efficacia propedeutica dell'insegnamento dell'esperanto a bambini italiani per il migliore e più rapido apprendimento successivo del francese e dell'inglese.


Buon Natale

A nome del Consiglio Nazionale della Federazione Esperantista Italiana e dell'Estraro della Gioventù Esperantista Italiana auguro a tutti i lettori di NSiR buon Natale e felice 2011.

www.esperanto.it
www.esperantoitalia.it
http://iej.esperanto.it

Francesco Amerio


IL MONDO RICORDA IL CREATORE DELL'ESPERANTO

Il 15 dicembre 2010 Ludwik Lejzer Zamenhof, creatore
dell'esperanto, è stato ricordato con manifestazioni in tutto il mondo
nel 151° anniversario dalla sua nascita.
Lo studioso polacco, riconosciuto nel 1959 dall'Unesco come “una delle
grandi personalità dell'Umanità”, è nato a Bialystok, città polacca
allora appartenente all'impero russo, dove maturò l'interesse verso le
lingue e la ricerca di uno strumento di intercomprensione tra i popoli
tale da superare le barriere tra le etnie. L'Esperanto, presentato per
la prima volta nel 1887, nasceva da queste premesse e rappresentava il
primo passo verso l'Homaranismo, un progetto di fratellanza universale
elaborato nel 1906 da Zamenhof.

http://disvastigo.esperanto.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1629&Itemid=69


Torino - 20 Dicembre - Zamenhofa Tago e Festa di Natale

Lunedì 20 dicembre si terrà al Centro Esperanto di Torino la celebrazione della
Zamenhofa Tago, posticipando di qualche giorno (è il 15 dicembre) la giornata
dedicata alla cultura esperantista in occasione del compleanno di L.L. Zamenhof
e celebrata in tutto il mondo.

Ore 19.30 - "L. L. Zamenhof", conferenza a cura di Sara Spanò.

Vista la prossimità delle feste natalizie e della fine dell'anno, sarà anche
l'occasione per cominciare la campagna tesseramenti per l'anno 2011, nonché per
scambiarci gli auguri con una serata che proseguirà nel modo seguente:

Ore 20.30 - Cena
Ore 21.30 - Lotteria

Vi aspettiamo!

Per maggiori info sulla serata: si.barbero@libero.it

Centro Esperanto di Torino
via Garibaldi 13 c/o CSSR - Tel: +39-01123416599
info@esperanto.torino.it
Incontri ogni venerdì a partire dalle 19:00


Roma - Natale 2010 in Piazza San Pietro - 19a Urbi et Orbi

Ormai non fa più notizia, comunque voglio rammentarvi che il giono di Natale
saremo in Piazza S. Pietro per la 19a volta a ringraziare il Papa degli
auguri in Esperanto durante la benedizione Urbi et Orbi.
Da Milano saremo in 3.
Naturalmente (come al solito) confidiamo sul solito grande aiuto dei romani
Qualcuno ha detto :
Ma perchè lo dice lo stesso Zamenhof nella sua poesia "La Vojo"
- Ni semas kaj semas, neniam lacig'as,
- Pri l' tempoj estontaj pensante,
- Cent semoj perdig'as, mil semoj perdig'as,
- Ni semas kaj semas konstante,
- "Ho c'esu !" mokante la homoj admonas,
- "Ne c'esu, ne c'esu !" en kor' al ni sonas,
- "Obstine antaùen ! La nepoj vin benos,
- Se vi pacience eltenos".
Un caro augurio di Buona Natale a tutti, e ricordatevi almeno di guardarci
in televisione !

Johano el Kormano
(Gianni Conti)



Milano - 18 Dicembre - S.Messa in Esperanto

Come ogni terzo sabato del mese, sabato 18 dicembre 2010, in Milano
verrà celebrata una S.Messa in Esperanto nella chiesa di S.Tomaso (via
Broletto angolo via S.Tomaso) alle ore 16,45.
La chiesa è facilmete raggiungibile a piedi da Piazza del Duomo.

Da http://www.ueci.it/grupoj/Milano/ si possono gia` scaricare i testi
della Messa
(in alto a destra: cliccando sul pulsante "C" si ha il testo per il
Celebrante, su "K" il testo per i fedeli e su "H", quando ci sara`, il
testo dell'omelia).

Giovanni Daminelli


È attivo il canale Twitter di Disvastigo (www.twitter.com/disvastigo)

È attivo il canale Twitter di Disvastigo (www.twitter.com/disvastigo)
Iscriviti per ricevere notizie ed aggiornamenti sui problemi della
comunicazione linguistica internazionale

La redazione di Disvastigo
disvastigo@esperanto.it


Gruppo di Genova

Ferruccio Masnata è il nuovo segretario provvisorio del Gruppo di Genova, che provvederà a raccogliere le quote ed a riunire gli esperantisti di Genova nel suo studio.

Grazie, Ferruccio! Per favore informate tutti gli esperantisti di Genova che conoscete.

Renato Corsetti
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia