"Nova Sento in Rete" n. 721 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 721     2011-02-05
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Informare che passione!
> Bando di concorso IIE-IEJ 2011
> Semajno de Internacia Amikeco: attese adesioni dai gruppi
> A Pescara si studia l'esperanto
> "Lingue e Cultura" sbarca in Argentina
> Internacia Esperanto Semajno in Armenia (IES-1 2011)


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Informare che passione!

Si è vero, informare è il tormentone che da sempre assilla chi fa attività di diffusione e informazione a favore dell'esperanto. Questo perché riteniamo che l'attività informativa sia essenziale per la diffusione dell'esperanto e siamo fermamente convinti che la si può considerare uno dei motivi principali per cui esiste la nostra federazione.
Perché in sinergia con i gruppi si possa sviluppare una proficua attività di informazione e diffusione dell'esperanto è stato predisposto una gamma di volantini e fascicoli da utilizzare come materiale informativo da distribuire.
I gruppi e gli attivisti che vogliono organizzare chioschi informativi a mostre, fiere, festival potranno richiedere alla FEI oltre ad una prima dotazione di materiale informativo gratuito ed eventualmente del materiale di arredo anche collaborazione per la ricerca di partecipanti al presidio del chiosco.

Immagini a colori del materiale descritto da questo articolo sono disponibili presso il sito http://www.esperantoitalia.it/matinfo.htm

Per qualsiasi chiarimento o necessità sull'argomento mandate un messaggio per posta elettronica a:
Riccardo Pinori
napinori@tin.it
tel 06 58209279.


Bando di concorso IIE-IEJ 2011

La I.E.J. (Itala Esperantista Junularo - Gioventú Esperantista Italiana), con il Patrocinio dell'Istituto Italiano di Esperanto (I.I.E.)

Volendo
- incentivare la partecipazione di nuovi giovani a corsi ed esami di Esperanto
- favorire la partecipazione di nuovi giovani al Festival Internazionale della Gioventù che si svolgerà nel periodo pasquale (20-26 aprile 2011) in località PORNASSIO (IM),

Istituisce
tre premi per altrettante persone che soddisfino i seguenti requisiti:
- non aver raggiunto il trentesimo anno di età nell'anno in corso (esser nati dopo il 31/12/1981);
- non aver vinto una precedente edizione di questo concorso;
- aver superato l'esame di primo grado organizzato dall'I.I.E., oppure aver portato a termine con successo il corso via posta elettronica KIREK;
- aver comunicato alla I.E.J. ed al D.G. dell'IIE (Bourlot I.I.E. Via Quarello 40, 10135 TORINO; ) entro il 28 febbraio 2011, a mezzo di posta cartacea e/o elettronica, la propria candidatura, indicando le proprie generalità e allegando copia del diploma;
- essere membri della IEJ (FEI) per l'anno 2011 (chi non fosse ancora iscritto potrà comunque farlo sino al 28 febbraio 2011);
- in caso di assegnazione del premio, partecipare all'organizzazione del festival tramite piccoli compiti concordati con gli organizzatori;
- per i diplomati KIREK si richiede inoltre di sostenere con successo l'esame di primo grado durante il Festival. Se ci saranno richieste, l'Istituto Italiano di Esperanto organizzerà durante il festival IJF 2011 una Sessione Straordinaria di esami di primo grado per chi non avesse potuto partecipare ad una normale sessione in precedenza e per tutti coloro che intendessero affrontare la prova.

I premi in palio sono:
- Primo premio: vitto e alloggio in albergo e partecipazione al programma gratuiti per tutto il periodo del Festival.
- Secondo premio: vitto e alloggio in albergo e partecipazione al programma scontati al 50% per tutto il periodo del Festival (tariffa standard prima fascia).
- Terzo premio: partecipazione gratuita al programma del festival con sistemazione gratuita da saccopelista autonomo.

L'assegnazione dei premi verrà fatta sulla base di un insindacabile giudizio del Consiglio direttivo della IEJ nella prima riunione successiva al 28 febbraio 2010.

L'Istituto Italiano di Esperanto si impegna a dare la massima pubblicità all'iniziativa, portandola a conoscenza di tutte le Cattedre e invitando i propri Membri ad informarne gli allievi durante i corsi e gli esaminandi in occasione delle sessioni di esami di primo grado.

Data, 30/01/2011.

Per la I.E.J., la Presidente
Per l'I.I.E., Il Direttore Generale


Semajno de Internacia Amikeco: attese adesioni dai gruppi

Cari amici dei gruppi,

il 20 febbraio si aprirà la Settimana dell'Amicizia Internazionale,
evento celebrato da oltre 40 anni dalla comunità esperantista
internazionale. Nel 1968 l'impulso era partito da Erik Carlén,
vicepresidente dell'UEA e l'evento si è poi rinnovato ogni anno,
aprendosi anche ai non esperantisti.

Una festa che nasce per ricordare all'umanità i valori della
tolleranza e della fratellanza che dovrebbero valere tutto l'anno e
non esaurirsi come i buoni propositi natalizi. Perciò, per favore,
fate durante questa settimana anche qualcosa di esterno, se potete.

Molti gruppi esperantisti nel mondo hanno già segnalato la loro
adesione alle celebrazioni e noi siamo in attesa di comunicazioni
circa la vostra partecipazione (fei@esperanto.it). Ni estas "unu granda ronda
familio". Ni memorigu tion al mondo.

per la Federazione Esperantista Italiana
Massimo Ripani


A Pescara si studia l'esperanto

A Pescara ripartono dopo la pausa natalizia le attività
dell’associazione esperantista “Una voce per il mondo”. Lunedì 14
febbraio (h. 16.00)inizierà, infatti, il corso di esperanto per adulti
e ragazzi presso i locali della scuola media “Tinozzi” (Via Torino
16).

http://disvastigo.esperanto.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1649&Itemid=1

L'associazione “Una voce per il mondo” riunisce i cultori ed i
simpatizzanti della lingua internazionale Esperanto e prende nome
dalla biografia dell’iniziatore della lingua internazionale, il
polacco Ludovico Zamenhof, scritta da Vitaliano Lamberti. Il gruppo
esperantista sin dalla sua fondazione si è contraddistinto per
vivacità nel panorama culturale abruzzese: sono stati organizzati i
corsi gratuiti di primo e secondo livello, i laboratori nelle scuole
medie, la guida di Pescara in esperanto, gli spettacoli teatrali come
“Doktoro Esperanto” all’interno del Festival delle letterature, la
presentazione di libri, l’incontro con i ragazzi spagnoli e portoghesi
del progetto Comenius. Le attività 2010 si erano chiuse sabato 11
dicembre con la consegna del premio “Guerriero di Capestrano”
assegnato quest’anno per il suo impegno alla scrittrice e conduttrice
televisiva, Enrica Bonaccorti per l'attenzione dimostrata nei
confronti dell'esperanto e delle implicazioni della guerra delle
lingue.
In contesti quali ad esempio l'Unione Europea, infatti, l'adozione di
una lingua etnica pone il problema dell'uguaglianza non solo tra le
lingue e le culture, ma anche tra i cittadini creando rapporti di
supremazia, politica, economia e sociale tra gli Stati e tra gli
individui. L'Esperanto si propone, invece, come strumento di
comunicazione neutrale, tale da non avvantaggiare nessun popolo ma di
permettere una comunicazione rapida nei tempi di apprendimento ed
efficace. Un patrimonio di tutta l'umanità e non di un solo popolo,
arricchitosi nei secoli con una propria storia e letteratura.
Informazioni: unavoceperilmondo@yahoo.it, 368/7748572


"Lingue e Cultura" sbarca in Argentina

Il programma radiofonico "Lingue e Cultura", ideato dall'agenzia di stampa Disvastigo (disvastigo.esperanto.it) e da Radiofrequenza, radio dell'università di Teramo, sarà trasmesso a partire da sabato 12 febbraio 2011 in Argentina. Il programma, in collaborazione con "Ora Italia", sarà in onda a partire dalle 12 ora argentina (16 in Italia) sulle frequenze della Radio Nacional Argentina a Viedma, capoluogo storico della Patagonia e legato da sempre ll'immigrazione italiana. Sarà possibile anche seguire dal vivo dal vivo "Lingue e Cultura" all'interno di "Ora Italia" all'indirizzo: http://www.google.com/url?sa=D&q=http://radionacional.com.ar/vivo/lra-2-radio-nacional-viedma.html

"Lingue e Cultura" nasce per raccontare, attraverso interviste telefoniche, le tante realtà linguistiche minoritarie, con i problemi di queste comunità, dai pregiudizi alle difficoltà per tramandare queste culture ai giovani. Temi sempre molto attuali con i quali anche le comunità italiane all'estero si sono dovute confrontare. "Ora Italia", nato nel Febbraio 2009 da un'idea di Magali Pizarro, rappresenta un importante punto di riferimento nell'area per quanto riguarda la diffusione della cultura italiana e l'informazione, dalla vita delle comunità all'estero e dalle opportunità - concorsi e bandi - per le giovani generazioni all'attualità italiana.

http://www.esperantoitalia.it


Internacia Esperanto Semajno in Armenia (IES-1 2011)

29jun-05jul 1-a Internacia Esperanto Semajno, IES-1 en chefurbo Jerevan
kaj en arbara ripozejo Tsakhkadzor, Armenio. Venu kaj malkovru antikvan
Armenion, kiun oni nomis Muzejon sub malkovra chielo, kies chefurbo
Jerevan estas je 29 jaroj pli olda ol la eterna urbo Romo kaj kiel Romo estas
konstruita sur sep montetoj. Venu kaj ghuu la panoramon de la biblia monto
Ararat, gustumu la armenan konjakon Noj , Ararat kaj sensoifigu sin
per kuracaj mineralaj akvoj. Ni intencas organizi ne ordinaran renkontighon
kaj ni estas konvinkita, ke vi pasos neforgeseblajn tagojn en gastema Armenio.

www.area.am/aranÄ oj;
ies-1.armenio@area.am au susanna.baghdasaryan@yahoo.com

Grupeto da italoj intencas partopreni. Por informoj sandro@kri.it
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia