"Nova Sento in Rete" n. 742 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 742     2011-07-24
> Esperanto: istruzioni per l'uso - Scopo, origine e materiali sull'esperanto
> La lingua 'verde' compie 124 anni
> 26 Luglio - Giornata internazionale della lingua esperanto
> Michael Boris Mandirola estas estrarano de TEJO
> 5 al 14 agosto - FestAmbiente a Grosseto
> 18 Settembre - Incontro a Reggio Emilia
> Vivi kiel Dio en Francio -- kultura malkovro -- komence de julio
> Muziko en Esperanto - Informletero de Vinilkosmo
> Premio "Giorio Canuto": il Bando


  Contenuto
Esperanto: istruzioni per l'uso - Scopo, origine e materiali sull'esperanto

La versione iniziale dell'esperanto fu pubblicata nel 1887 dal dottor Ludovico Lazzaro Zamenhof (nato a Bialystok il 15 dicembre 1859; morto a Varsavia il 14 aprile 1917).
L'idea d'una lingua internazionale pianificata - che non miri a sostituire le lingue etniche, ma a servire come seconda lingua ausiliaria per tutti non era una novità. Ma fu Zamenhof a comprendere che una lingua siffatta dev'essere usata da una collettività, per evolvere. E fu per questo che limitò la sua proposta iniziale ad una grammatica minimale e ad un lessico modesto.
Oggi, l'esperanto è lingua pienamente matura, con una comunità di parlanti diffusa in tutto il mondo ed un corredo completo di mezzi espressivi.
Molte delle idee di Zamenhof hanno precorso quelle del fondatore della linguistica moderna, lo strutturalista Ferdinand de Saussure (il cui fratello René, anch'egli linguista, era esperantista).

www.esperanto.it


La lingua 'verdè compie 124 anni

Il 26 luglio è una delle date più importanti nel mondo esperantista. Nello stesso giorno del 1887 il polacco Zamenhof presentava al mondo la sua lingua con lo pseudonimo di "Dottor Esperanto".

Una lingua nasce per rispondere a precise esigenze, quali ad esempio la comunicazione interpersonale. L'Esperanto è stato pensato come "un fondamento neutrale sul quale i diversi gruppi umani possano pacificamente e fraternamente mettersi in comunicazione". Zamenhof, infatti, giudicando il latino ed il greco inadatti per la vita moderna, escluse anche l'utilizzo di un idioma nazionale in ambito internazionale, orientandosi piuttosto verso la pianificazione di una lingua. Una lingua etnica, infatti, è espressione di una cultura ben precisa ed è custode di numerose irregolarità ed espressioni idiomatiche di difficile apprendimento. L'Esperanto si propone, quindi, come una seconda lingua per tutti, tale da non creare una casta di privilegiati 'madrelinguè.

L'Esperanto da subito destò l'interesse di studiosi ed appassionati, tra i quali Jules Verne, presidente onorario del gruppo esperantista di Amiens, che nel 1903 intraprese la stesura di un libro - rimasto incompiuto a causa della sua improvvisa morte - Vojage d'étude, in cui il romanziere francese valutò l'esperanto come "il più sicuro, il più valido veicolo della civilizzazione".

Nel 1905 Zamenhof ­ ricevendo la "Legione d'Onore" dal Ministro francese della Pubblica Istruzione - fissò i principi fondamentali nel "Fundamento de Esperanto" e nella città di Boulogne sur-le-mer si riunirono per I Congresso Universale 668 esperantisti provenienti da 20 paesi.

Nel secondo dopoguerra, venuta meno la minaccia del nazismo, il movimento esperantista è tornato ad organizzarsi con maggiore efficacia, ottenendo importanti riconoscimenti a livello internazionale quali ad esempio le risoluzioni Unesco di Montevideo (1954) e Sofia (1985).

L'Esperanto oggi è una lingua viva e forte di una cultura fatta di musica e letteratura originale e tradotta. Anche in Italia l'interesse per la lingua 'verdè (il colore dell'Esperanto) è forte: sul territorio nazionale sono presenti numerosi gruppi locali che fanno riferimento alla Federazione Esperantista Italiana.

---------------------------------------------
Esperanto Italia - FEI
Via Villoresi, 38, 20143 Milano
www.esperanto.it, approfondimenti.esperanto.it


26 Luglio - Giornata internazionale della lingua esperanto.

Per favore, aggiungi #esperanto al tuo tweet il 26 luglio 2011. E’ per
celebrare il compleanno della lingua internazionale esperanto e per
attirare l'attenzione sulla necessità di un linguaggio internazionale.

Il Papa rivolge ogni anno i saluti in esperanto a Natale e Pasqua
. In Francia e Ungheria, gli esami di esperanto sono
riconosciuti a livello universitario come esami di lingua straniera
. A Copenaghen è in corso un congresso mondiale di
esperanto che conta diverse migliaia di partecipanti .

Vedi anche:

Fabio Bettani
Gioventù Esperantista Italiana
Itala Esperantista Junularo
[http://giovani.esperanto.it]


Michael Boris Mandirola estas estrarano de TEJO

http://www.tejo.org/eo/node/1228

La iama prezidanto de Itala Esperantista Junularo, Michael Boris
Mandirola, jhus eniris en la estraron de TEJO, kiel estrarano pri
eksteraj rilatoj.

La lasta italo kiu estis estrarano de TEJO estas, lau mia memoro,
Federico Breda, ankau respondeculo pri KER, antau chirkau 10 jaroj.

Sukceson kaj bonan laboron!

Francesco Maurelli



5 al 14 agosto - FestAmbiente a Grosseto

Inoltro a tutti l'invito ricevuto di partecipare a FestAmbiente a Grosseto, dal 5 al 14 agosto, a cui parteciperà il gruppo esperantista locale.
Chi fosse interessato può contattare Pier Vittorio Orlandini, al numero di telefono 0564 22867


18 Settembre - Incontro a Reggio Emilia

La Kvarkatoj Vi invita a non prendere impegni per
DOMENICA 18 SETTEMBRE 2011
perché Vi aspettiamo a Reggio Emila per il solito incontro annuale regionale.
Il programma prevede una bellissima gita in pullman . Andremo a scoprire le piccole
capitali nella bassa della nostra provincia, Correggio e Guastalla.
A Correggio visiteremo il rinascimentale Palazzo dei Principi, che ospita l´Archivio
Storico e il Museo Civico, prezioso contenitore di opere di Mantegna, Guido Reni,
Ludovico Carracci e del figlio piú illustre della città: Antonio Allegri detto „il
Correggio“.
Guastalla si mostra agli occhi del visitatore come una città ideale, voluta dal suo
signore Ferrante Gonzaga, la cui statua bronzea domina la piazza di fronte al Palazzo
Ducale, recentemente restaurato e restituito al suo ruolo di conservatore dei tesori
artistici cittadini.

DOMENICA 18 SETTEMBRE
ore 9.00 incontro nel piazzale della stazione di Reggio Emilia
ore 9.15 partenza per Correggio in pullman
ore 12.30 pranzo presso „Garden of the Roses“ a Fosdondo
ore 14.30 partenza per Guastalla
ore 17.30 partenza da Guastalla per la stazione di Reggio
Emilia (ritorno in circa 45 minuti)
Il tutto costa € 50,00
Vi saremmo grati ci deste conferma entro 8 SETTEMBRE 2011.
Contattare: BÄRBEL (0522.557962) ISABELLA (0522.440231)
CESIRA (0522.280737)
Mail to: lakvarkatoj@gmail.com
NI ATENDAS VIN KAJ NI SALUTAS VIN KORE!

LA KVARKATOJ
GRUPPO ESPERANTISTA REGGIANO
Bärbel Denny


Vivi kiel Dio en Francio -- kultura malkovro -- komence de julio

Karaj shatantoj de kulturo kaj historio !

De la 30a de julio ghis la 6a de augusto 2011
la KulturDomo de Grésillon (apud la franca urbo Angers)
okazigas "Turisman Semajnon" por malkovro
de "Chateaux de la Loire" (Luar-kasteloj) en Esperanto

La respondeculo (Jannick Huet) preparis specialan programon
de turismaj vizitoj  ( vidu: http://gresillon.org/turismo )
Profesia chicherono rakontos al vi en Esp-o pri famaj lokoj kaj homoj.

Ni uzos autojn au buseton por komuna veturado,
ni provos konatigi al vi la rolon de la regiono chefe dum la Renesanco,
vi povos admiri la historiajn konstruajhojn el blanka shtono kaj bluaj ardezoj.

Dum la matenoj, vi elektos inter Eo-kurso kaj kurso
por iom lerni la francan pere de metodo individuigita.
Multe pli por legi en la retejo: http://gresillon.org/s3

Por la sukceso de tiu nova oferto de la KulturDomo,
alighu rete : http://gresillon.org/aligho

Kore, Jannick Huet
Gresillon


Muziko en Esperanto - Informletero de Vinilkosmo

*******************
Se vi preferas legi laux formato HTML enrete, simple alklaku cxi tie :
http://www.vinilkosmo.com/?newsletter=30&lge=e
*******************

Ni bedauras por la legantoj kiuj lokighas en la suda hemisfero, sed chi tie, la suno brilas kaj la birdoj kantas malgrau
la timigaj evoluoj de la homa mondo, parolanta en sia mistera lingvajho, sed tamen de chiam universala !

Vershajne ne la suno kantigas ankau nin por la tuta mondo, sed tamen estas okazo sin retrovi, inter alie dum FESTO, kiu
disvolvighos en belega kadro de kastaelo Grezijono de la 8a ghis la 15a de augusto. Por aligho, informoj, porgramo, chio
trovighas fine de tiu chi informletero.

Du novajhoj en nia katalogo, malkovrendaj kaj ech achetendaj; la tiom longe atendata Hiphopa Kompilo Volumo II (HHK2),
kaj la duobla albumo de Rêverie el la plej stilaj kaj ensorchaj projektoj. Ankau estas staghoj kaj ech trafa peticio...

Jen io por legi, viziti kaj auskulti, dezirante al vi agrablan momenton sub la ombro de kokosarboj, por la plej
bonshancaj.

Nia kompleta katalogo cxe :
http://www.vinilkosmo.com


PREMIO 'GIORGIO CANUTÒ: IL BANDO

Dopo il successo della prima, si indice per l'Anno Accademico 2010-2011 la seconda edizione del concorso per la migliore tesi di laurea (triennale e specialistica) discussa in una università italiana negli ultimi tre anni accademici: il premio è dedicato al Prof. Giorgio Canuto, già magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Parma dal 1950 al 1956 e Presidente Internazionale del Movimento Esperantista dal 1956 al 1960.

http://disvastigo.esperanto.it/index.php/Ultime/Premio-Giorgio-Canuto-il-bando.html
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia