"Nova Sento in Rete" n. 8 - Gioventù Esperantista Italiana
Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista Junularo
PUBBLICITÀ
Esperanto Esperanto »
Italiano Italiano »
Archivio di "Nova Sento in Rete"
  Numero 8     1998-05-27
1. DAL FESTIVAL DI LIGNANO
2. STUDIARE INTERLINGUISTICA ALL'UNIVERSITA' DI POSNAN (POLONIA)
3. PASQUA 1998 A LIGNANO SABBIADORO
4. SCAMBI INTERNAZIONALI


  Contenuto
DAL FESTIVAL DI LIGNANO

Dall'8 al 14 Aprile si è svolto il 22mo Festival Internazionale Giovanile a Lignano Sabbiadoro.

Le svariate attività dell'organizzazione italiana non hanno deluso i circa duecento partecipanti provenienti da tutta l'Europa.

Tema dell'incontro è stato "Bunta Euxropo" ("Europa variopinta").

Un tema che richiama argomenti cari a chi si interessa di lingue e culture come gli esperantisti. Si è parlato infatti di come faranno i popoli a interagire senza perdere identità, fiducia in loro stessi, facendo attenzione alle proprie tradizioni e consuetudini.

Non si è preteso di trovare una soluzione al problema ma è stato sicuramente un argomento per confrontarsi e conoscere, intanto, le opinioni altrui.

Oltre il tema principale, discusso in più "conferenze", svariati gruppi di lavoro, corsi e discussioni hanno intrattenuto i giovani nella settimana del festival. Da ricordare il corso di lingua italiana per stranieri e quello di esperanto (lingua e storia), il corso di ballo, la conferenza sugli scout, la radioestesia, ecc.

Per conoscere i luoghi della regione in cui si è tenuto l'incontro (Friuli), si sono anche svolte due escursioni: una ad Udine in autobus, una a Marano Lagunare in battello.

Ovviamente nessun obbligo di partecipazione. Piena libertà di intrattenersi presso il bar o altrove a chiacchierare con gli altri esperantisti, leggere un libro, correre dietro a ragazze/i.

Il vivo programma serale prevedeva canto, ballo, teatro e musica internazionale. Mentre l'immancabile discoteca ha ospitato i più scatenati fino a notte fonda.

Insomma, il 22° IJF è stato, come ogni buon incontro giovanile, simile a una gran festa dove ci incontra con gente simpatica, interessante, di tutti i tipi, che proviene da lontano. L'esperanto ha poi fornito quella piacevole aria internazionale che difficilmente si può trovare altrove.

Ben poche le note negative. Un dito rotto, un malessere e qualche delusione sentimentale. Bilancio in positivo.

Rimarchevole, infine, l'assemblea annuale della Gioventù Esperantista Italiana. Sono stati esposti i conti dell'associazione e sono stati eletti i nuovi membri del Consiglio Direttivo (Presidente: Federico Breda. Membri: Luca Bertero, Giuseppe Castelli, Michela Concialdi, Flavia Dal Zilio, Oscar Foltran, Manuel Giorgini, Federico Gobbo, Federico Schreiber).

L'appuntamento per il prossimo incontro giovanile è fissato per il 25 Luglio (fino al 1 Agosto p.v.) a Rijeka (Fiume) per il 54° IJK (internacia Junulara Kongreso) dal tema "Amaskomunikiloj - kreantoj de amaskulturo" (Mezzi di comunicazione di massa - creatori della cultura di massa).

*************

2. STUDIARE INTERLINGUISTICA ALL'UNIVERSITÀ DI POSNAN (POLONIA)

L'Università Adam Mickiewicz (UAM, la seconda più grande Università in Polonia) annuncia un corso di studi esterno triennale postdiploma in interlinguistica.

Il primo anno di studio partirà nel semestre invernale dell'A.A. 1998/99 e similmente ogni tre anni.

Il corso internazionale avrà luogo nell'Istituto di Linguistica, sotto la guida della dott.ssa Ilona Koutny, con il sostegno del prof. Tadeusz Zgolka.

Tra i conferenzieri saranno presenti noti esperantologi, come i professori M. Duc Goninaz, H. Tonkin, T. Tyblewski, J. Wells, la dott.ssa V. Barandovska-Frank, K. Smideliusz, e I. Ertl.

Il corso di interlinguistica consiste in un'introduzione alla linguistica generale e applicata, alla comunicazione internazionale e interculturale. Verranno trattate le lingue pianificate nel dettaglio e ci si occuperà di grammatica, letteratura, cultura e storia dell'esperanto.

Nel terzo anno è possibile specializzarsi anche in metodologia e turismo.

I corsi avranno luogo una volta per semestre (l'ultima settimana d'Agosto e di Gennaio). Gli studenti prepareranno una tesi e dopo l'esame finale riceveranno un Atestilo pri Interlingvistikaj Studoj.

I partecipanti possono iscriversi da tutto il mondo fino al 10 agosto 1998. Requisiti: diploma di scuola media superiore e buona conoscenza dell'esperanto.

Quote per semestre: 400 USD

È previsto un corso di lingua superiore prima della sessione universitaria per chi avesse bisogno di perfezionamento.

Por pluaj informoj kaj aligxilo kontaktu:

d-inon I. Koutny:

Lingvistika Instituto de Universitato Adam Mickiewicz

ul. Miedzychodzka 3-5.

PL-60-371 Poznan

T/F: +48-61 8618-572 (sekretariejo)

E: ikoutny@amu.edu.pl

*************

PASQUA 1998 A LIGNANO SABBIADORO:

FINALMENTER ANCHE PER GLI INSEGNANTI ITALIANI DI ESPERANTO UN SEMINARIO VERAMENTE OK.

Dall'8 al 13 aprile, per un totale di circa 26 ore di lavoro, ha avuto luogo, all'interno del convegno annuale dell'Alpe Adria, un seminario per insegnanti di esperanto sul metodo situazionale/comunicativo., tenuto dal brillantissimo Stefan MacGill, autore fra l'altro di "Tendaraj Tagoj".

Poco più di una ventina di "insegnanti" che per lo più si dilettano ad insegnare la lingua internazionale, per la maggior parte italiani e di cui 3 ancora in giovane età, hanno potuto sperimentare direttamente questo metodo, che mi auguro farà finalmente mettere un po' da parte il tradizionale metodo grammaticale/traduttivo, oggigiorno impiegato solo per le lingue classiche e non più per le lingue vive e parlate.

Che l'esperanto stia per diventare una lingua insegnata con lo stesso metodo delle altre lingue nazionali ufficialmente inserite nei programmi scolastici?

Beh, siamo lontani da ciò, mancano ancora molti strumenti didattici (cassette, videocassette, libri con guide per gli insegnanti e altro materiale invece in commercio per le altre lingue), ma se qualcuno in Italia cominciasse ad insegnare come MacGill, sarebbe un buon punto di partenza.

A Lignano sembrava di essere ad un corso di aggiornamento vero e proprio per insegnanti veri e propri (uno dei tanti corsi di aggiornamento a cui partecipo, ma questa volta la lingua era finalmente l'esperanto).

Il seminario, piuttosto impegnativo, è stato caratterizzato da un corso per principianti a cui abbiamo assistito anche noi insegnanti aderenti al seminario, più la parte seminariale vera e propria. Abbiamo seguito quindi, da spettatori, delle vere lezioni pratiche, seguiva poi la parte con i soli insegnanti in cui si discuteva la lezione appena seguita e MacGill

illustrava il metodo sia sotto l'aspetto teorico che pratico.

Tutti hanno seguito con molto interesse, mattina e pomeriggio, (aiutati a rimanere al chiuso forse anche dal cattivo tempo!!!); si è visto come poter sviluppare nel discente in modo equilibrato tutte e quattro le abilità interessate nell'insegnamento/apprendimento di una lingua straniera (parlare, ascoltare, leggere e scrivere), privilegiando durante la lezione (per principianti) quelle ricettive (ascoltare, leggere), ma senza dimenticare quelle produttive (leggere e scrivere).

Bene, a questo punto mi auguro che i partecipanti possano mettere in pratica durante i corsi nelle loro città ciò che hanno appreso e che questo sia stato uno dei tanti seminari che seguiranno sull'argomento.

Chi volesse saperne di più può contattarmi direttamente, visto che anch'io utilizzo per lo più questo metodo nella mia carriera professionale di insegnante della lingua che molti esperantisti considerano il nemico: l'inglese.

Grazie a MacGill e grazie agli organizzatori.

LAURA BRAZZABENI



La Gioventù Esperantista Italiana è lieta di informarvi su queste due possibilità di scambi internazionali:

A) - 10 giovani italiani avranno diritto di uno sconto (sulle spese di viaggio circa 40% e sulla quota di iscrizione 10%) per la partecipazione all'IJS (Internacia Junulara Semajno) dal 19 al 25 luglio a Kecskemèt in Ungheria.

Quote:

+ FINO AL 01/06:

- fino a 18 anni: 230 marchi;

- tra i 19 e i 25: 250 marchi;

- dai 26 in su: 280 marchi;

+ DOPO L'01/06:

- fino a 18 anni: 270 marchi

- tra i 19 e i 25: 290 marchi

- dai 26 in su: 320 marchi.

B) - 2 giovani italiani avranno diritto di uno sconto (sulle spese di viaggio circa 40% e sulla quota di iscrizione 10%) per la partecipazione alla Esperanto-Studsemajno dal 29 giugno al 03 luglio a Jyvaskyla in Finlandia.

Quota di iscrizione L. 438.320 comprensiva di tutto.

Informazioni su questi incontri si possono trovare anche nelle pagine di Eventoj: http://www.hungary.net/esperanto/eventoj1.htm

(a cura di Flavia Dal Zilio)
SplinderBadzuStumbleUponDiggTwitter
redditDel.icio.usAggiungi ai Preferiti di Google - Aldoni al Paĝosignoj en GugloKlaku.net - Via demokratia amaskomunikiloVizaĝlibro/Facebook
 
  Gioventù Esperantista Italiana - Itala Esperantista JunularoGioventù Esperantista Italiana
Via Villoresi, 38
20143 Milano, Italia
Tel/Fax: 02 58 10 08 57
Posta elettronica: iej@esperanto.it
Sezione giovanile della FEI; sezione italiana della TEJO
Vizaĝlibro/FacebookJutubo/YoutubeVikipedio/Wikipedia